sabato 31 luglio 2010, 17:34

Cor(ro)sivo 114 - Casini: No a fidanzamenti. Il Premier: Dovresti toccarti di più

di pugioba

Monito al CSM: "No ad oscure collusioni", ha dichiarato un'oscura collusione.

I Vescovi: "Italia senza classe dirigente". È vero, non c'è più religione...

Casini frena Berlusconi: "No a fidanzamenti". Il Premier: "Dovresti toccarti di più".

Ahmadinejad attacca il polpo Paul. Quando si dice "rivedere i propri obiettivi".
venerdì 30 luglio 2010, 12:38

Slegare i cani


Giornalismo a comando, come sempre, da Libero di oggi.
giovedì 29 luglio 2010, 19:47

Turpiloquio in parlamento

Da "Libero" di giovedì 29 luglio 2010:
Arriva a Montecitorio, Silvio Berlusconi, e si trova, ad affrontare una massa di deputati famelici di notizie.
[...] si congeda con una battuta hard: «Ci sono rimasto malissimo quando ho scoperto che Bocchino era un deputato e non un punto del nostro programma...». Risate.
[...] Giuseppe Ciarrapico cammina in Transatlantico aggrappato al suo bastone, «stavolta Berlusconi sta a cazzo dritto!».

Non sentivo certe battute dalle superiori e non mi mancavano.
(via gravitazero)
, 11:20

Il Marchio (nne) tedesco

di pugioba

L'Audi ha destinato 97 milioni di euro per gratificare i propri dipendenti e festeggiare l’ottimo risultato finanziario nell'esercizio 2009, chiuso in nero nonostante il pesante contraccolpo della crisi economica. Ciascun dipendente riceverà nella busta paga di luglio un bonus di circa 1350 euro, che vanno a sommarsi ai 1200 presenti in quella di agosto. “I nostri lavoratori sono il vero motore dell’azienda” ha commentato Werner Widuckel, responsabile del personale. “Dipendiamo da loro, specialmente nell'attuale contesto economico. Per questo motivo riteniamo naturale dividere i successi economici”. Da gennaio al termine di luglio ciascun operaio Audi ha ricevuto in bonus oltre 3.500 euro.
Il Marchionne di Germania pare di orientamento leggermente diverso rispetto al suo omologo italiota, che vede nell'operaio un costo e non una risorsa. Un elemento da ricattare e non da gratificare. Togliere diritti ai lavoratori non serve a vendere le macchine. L'unica cosa che occorre fare è progettarle belle, buone e organizzare bene le linee produttive. I marchi tedeschi fanno macchine migliori, non c'è confronto. L'Italia, che continua a svendere i suo centri design a investitori esteri, insiste a fare auto mediocri e dalla linea non all'altezza della loro fama. Vai pure a produrre in Serbia o dove ti pare, ma non sarà sfruttando la manodopera che riuscirai a far quadrare i conti.
martedì 27 luglio 2010, 19:05

L'energia solare costa meno di quella nucleare


Negli Stati Uniti la produzione di energia solare costa meno di quella nucleare. Lo afferma un articolo pubblicato il 26 luglio sul New York Times, che riprende uno studio di John Blackburn, docente di economia della Duke University.

Tanto diranno che è solo uno studio e che il professor Blackburn è comunista. A parte gli scherzi, quello del docente della Duke è un'ulteriore conferma di tale tendenza. Anche Rubia aveva richiamato uno studio svizzero che faceva chiarezza sui costi del nucleare. Comunque non abbiate timore, uscirà un articolo su Panorama, o il Giornale, che smentirà e mentirà.

Grazie a Simone per la segnalazione.
domenica 25 luglio 2010, 19:00

I bungalow a Villa Certosa

Il piano casa della Regione Sardegna permetterà al presidente del Consiglio di realizzare nuovi bungalow a Villa Certosa. Secondo Bonelli (Verdi), "Berlusconi avrebbe dovuto astenersi dal chiedere l'autoizzazione per questo ampliamento. In questo modo, una volta di più, dimostra di preoccuparsi più dei suoi interessi che di quelli del Paese"
È giusto quello che ha detto Bonelli. Ma stiamo parlando di Silvio Berlusconi, quello che usa le televisioni per rincoglionire i suoi elettori. Non ha bisogno di dimostrare di preoccuparsi del Paese, cinque tg su sei lo coprono.
Mentre lui, a tg unificati, annuncerà che ha sconfitto la fame nel mondo, i bungalow spunteranno come funghi. E poi anche questo è conflitto d'interessi, proprio quello che non ha risolto il precedente governo.
sabato 24 luglio 2010, 21:04

Papa rapper



Vai Benny, un po' di lampada e il gioco è fatto.
, 17:05

A Falluja nascono bambini deformi


Nella città irachena di Falluja si susseguono le nascite di bambini deformi. Il tasso di mortalità infantile, tumori e leucemie è superiore a quello di Hiroshima e Nagasaki.
È mutato il rapporto di natalità fra maschi e femmine: dal 2005 sono nati circa 850 bambini ogni mille bambine, come nelle città giapponesi colpite dall'atomica.
È possibile che questa tragedia sia una conseguenza dei bombardamenti del 2004 effettuati dai Marines.
www.independent.co.uk
Via www.rainews24.it
Video: Falluja. La strage nascosta
venerdì 23 luglio 2010, 21:06

Sirchia: i rapporti omosessuali sono comportamenti a rischio

L'ex ministro della Salute Girolamo Sirchia, dice che
"Non c'è solo Milano a escludere i gay dalla donazione di sangue: c'è la maggior parte dell'Italia, e quasi tutte le nazioni del mondo, dagli Usa all'Europa intera, esclusa la Spagna. E questo perché "la letteratura scientifica mondiale specifica che i rapporti omosessuali sono comportamenti a rischio".

Io ho donato il sangue sia all'Avis che in ospedale e non mi hanno mai chiesto se ero omosessuale. Comunque Sirchia è quello ha dichiarato: "Le differenze fra droghe leggere e pesanti sono sfumature", tanto per inquadrare il personaggio.
, 12:13

Lettera aperta a Fini e Bongiorno

Aderiamo e diffondiamo:


Al Presidente della Camera, On. Gianfranco Fini
Al Presidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, On. Giulia Bongiorno
Ai Capi-gruppo alla Camera dei Deputati
A tutti i Deputati

La decisione con la quale, lo scorso 21 luglio, il Presidente della Commissione Giustizia della Camera, On. Giulia Bongiorno, ha dichiarato inammissibili gli emendamenti presentati dall’On. Roberto Cassinelli (PDL) e dall’On. Roberto Zaccaria (PD) al comma 29 dell’art. 1 del c.d. ddl intercettazioni costituisce l’atto finale di uno dei più gravi – consapevole o inconsapevole che sia – attentati alla libertà di informazione in Rete sin qui consumati nel Palazzo.

La declaratoria di inammissibilità di tali emendamenti volti a circoscrivere l’indiscriminata, illogica e liberticida estensione ai gestori di tutti i siti informatici dell’applicabilità dell’obbligo di rettifica previsto dalla vecchia legge sulla stampa, infatti, minaccia di fare della libertà di informazione online la prima vittima eccellente del ddl intercettazioni, eliminando alla radice persino la possibilità che un aspetto tanto delicato e complesso per l’informazione del futuro venga discusso in Parlamento.

Tra i tanti primati negativi che l’Italia si avvia a conquistare, grazie al disegno di legge, sul versante della libertà di informazione, la scelta dell’On. Bongiorno rischia di aggiungerne uno ulteriore: stiamo per diventare il primo e l’unico Paese al mondo nel quale un blogger
rischia più di un giornalista ma ha meno libertà.

Esigere che un blogger proceda alla rettifica entro 48 ore dalla richiesta – esattamente come se fosse un giornalista – sotto pena di una sanzione fino a 12.500 euro, infatti, significa dissuaderlo dall’occuparsi di temi suscettibili di urtare la sensibilità dei poteri economici e politici.

Si tratta di uno scenario anacronistico e scellerato perché l’informazione in Rete ha dimostrato, ovunque nel mondo, di costituire la migliore – se non l’unica – forma di attuazione di quell’antico ed immortale principio, sancito dall’art. 19 della dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo e del cittadino, secondo il quale “Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.”.

Occorre scongiurare il rischio che tale scenario si produca e, dunque, reintrodurre il dibattito sul comma 29 dell’art. 1 del ddl nel corso dell’esame in Assemblea, permettendo la discussione sugli emendamenti che verranno ripresentati.

L’accesso alla Rete, in centinaia di Paesi al mondo, si avvia a divenire un diritto fondamentale dell’uomo, non possiamo lasciare che, proprio nel nostro Paese, i cittadini siano costretti a rinunciarvi.

Guido Scorza, Presidente Istituto per le politiche dell’innovazione

Vittorio Zambardino, Scene Digitali

Alessandro Gilioli, Piovono Rane

Arianna Ciccone, Festival Internazionale del Giornalismo e Valigia Blu

Filippo Rossi, direttore Ffwebmagazine e Caffeina magazine

Fabio Chiusi, Il Nichilista

Daniele Sensi, L’AntiComunitarista

Wil Nonleggerlo, Nonleggere QuestoBlog

Chi vuole aderire può andare qui

Si può firmare a questo link.
giovedì 22 luglio 2010, 19:57

Rischio una multa di 12500 euro

La Commissione licenzia il ddl, cade il bavaglio per la stampa. Resta la norma che obbliga anche i blog a pubblicare entro 48 ore le rettifiche. Rischio una multa di 12500 euro e io odio rischiare. Vedremo.
, 19:18

Fiat produrrà in Serbia e Sacconi parla dopo otto ore

22 luglio, ore 10:30. Marchionne dichiara che la Fiat produrrà la nuova monovolume 'Lo' in Serbia. Quasi subito Bersani dice di essere sorpreso e chiede un tavolo sulla questione. Naturalmente i sindacati annunciano battaglia. Poco dopo, più o meno mezzogiorno, la Marcegaglia fa sapere che vedrà Marchionne e che bisogna evitare conflitti troppo pesanti.
Ore 13:00, niente.
Ore 14:00, niente.
Ore 15:00, niente.
Ore 16:00, niente.
Ore 17:00, niente.
Ore 18:00, niente.
Ore 18:30, Sacconi: "Riaprire subito tavolo tra le parti".
Ci ha messo otto ore per esprime un concetto banale, dev'essere un primato.
mercoledì 21 luglio 2010, 18:42

Un’isola di camerieri

In realtà la Sardegna è un’isola di camerieri, cuochi e baristi, una regione in cui il turismo selvaggio ha annientato l’economia anziché aiutarla, i grandi complessi turistici sono in mano alle grandi compagnie straniere, che nel 90% dei casi si portano dietro la mano d’opera e ai residenti non restano che scarni posti di manovalanza generica, sottopagati e spesso, o sempre, in condizioni di disagio estremo.
Qualcuno si chiede chi siano quegli eserciti di camerieri silenziosi che portano il drink ai tavolini dei bar di porto Cervo, dove imprenditori e veline pagano volentieri 20 euro per un espresso? La velina del varietà forse si chiederà se davvero quel lavoro sia il massimo a cui quel ragazzo possa aspirare, dopo anni di studi e sacrifici per ottenere una laurea che ha lo stesso valore del tovagliolino di carta con cui si pulisce la bocca siliconata?

Da una lettera a "il Manifesto" di Stefania, 23 anni.
, 12:15

La gran balla di Feltri

Ieri è stata pubblicata una frase dei giudici che indagano sulle stragi: "Sulla morte di Borsellino siamo vicini alla verità, la politica potrebbe non reggere il peso". Oggi, su "il Giornale", Feltri si scaglia contro i giudici siciliani con un "Questo è terrorismo", poi scrive:


Io direi che è questo il terrorismo, nessuno ha dichiarato che il governo "potrebbe non reggere il peso" . Infatti, sempre oggi, il Pm Lari ha dichiarato: "nelle indagini sulla strage di via D’Amelio non emergono ruoli o responsabilità del presidente del Consiglio o di altri soggetti della politica attuale"
Tutto il titolone di Feltri (Una bomba sulla testa di Berlusconi) è una gran balla che serve a aizzare i pdellini contro la magistratura. Come sempre.
martedì 20 luglio 2010, 20:49

Mal comune

Io lo faccio per voi, sia chiaro. Spero che la vostra digestione non ne risenta.
http://www.youtube.com/watch...
http://www.youtube.com/watch...
, 18:10

Compreremo i talebani


Pacereporter.it titola "Afghanistan, occupazione a oltranza" poi scrive:
L'altro punto del piano Karzai approvato dalla conferenza riguarda gli aiuti economici: 600 milioni di euro che il governo afgano userà per convincere in cinque anni 36mila guerriglieri talebani a deporre le armi e rientrare nella vita civile

Repubblica.it titola "Afghanistan, obiettivo 2014. Clinton: "Transizione non rinviabile" poi scrive:
Se lo Stato centrale, quello di Kabul e di Hamid Karzai, [...], non riuscirà ad essere presente e credibile nelle aree più depresse, nessun contadino o commerciante si opporrà agli studenti coranici. Ci vogliono 784 milioni di dollari per conquistare 36 mila Taleban.
Ilgiornale.it titola "Afghanistan, poteri a Kabul nel 2014. Usa: apertura ai colloqui coi talebani" poi scrive:
Via libera dalla conferenza anche al programma di riconciliazione e reintegrazione per i talebani che rinunciano alle armi. [...] l’amministrazione Obama non si oppone più all’idea di trattative indirette con i capi talebani e avrebbe incoraggiato Karzai a portarli avanti attraverso Pakistan e Arabia Saudita

Notato niente? Sparita la cifra.

Corriere.it titola "La Clinton a Kabul: «Il 2011 è l'inizio di nuova fase»" poi scrive... niente. Nessuna trattativa e nessuna mazzetta. Gli Stati Uniti non possono essere criticati a quanto pare.

Seconda considerazione: quando Fassino propose di trattare con i talebani, aggiungendo che "la pace si fa con i nemici", fu sommerso da una bordata di critiche. Ora tutti in silenzio.
, 12:48

Cor(ro)sivo 113 - Cane da caccia che spara al padrone intervistato dal TG1

di pugioba

Parte il servizio "Io l'ho visto", dal 23 luglio un sms può salvare i cani. Se solo si decidessero a imparare a mandarlo.

Nuova Zelanda, cane da caccia spara al padrone. La sua difesa: "Ci provava con la mia ragazza".
No scherzo! Intervistato dal TG1, a sorpresa ha dichiarato: "Bau...bw...baubau".

Preoccupazione al TG1. L'attenuarsi dell'ondata di caldo potrebbe costringere Minzolini ad usare il jolly: il servizio sul gatto che allatta il topo.

Papa: "Ferie si', ma dare spazio a Dio". Scegli, o lui, o il cane.
lunedì 19 luglio 2010, 21:10

Fini e la cacca 2

Fini ne ha detto un'altra: "Mangano non è un eroe". E l'hanno pubblicata tutti. Ci riprovo: "La cacca puzza".
, 13:45

Sgarbi e il petrolio inesauribile

Sgarbi continua la sua battaglia contro le rinnovabili, ma stavolta spara grosse cavolate pseudoscientifiche. Scrive che il futuro è il petrolio e i "pannelli fotovoltaici e pale non sono solo inutili ma anche dannosi. Fanno male al paesaggio e bene ai clan mafiosi".
In base al suo ragionamento, non si dovrebbe costruire niente che possa interessare ai mafiosi: addio a strade, ponti, fabbriche, negozi, etc. "Il petrolio è il futuro" dice, come l'inquinamento e le patologie derivate aggiungerei.
Poi c'è la parte più bella: "Uno scienziato russo ha aperto una nuova, frontiera nella ricerca dell'oro nero, dimostrando che non è in esaurimento". Balle, quella frontiera non è nuova ed è stata sbugiardata da parecchio tempo. Si tratta della teoria abiotica¹. Se questa teoria fosse vera, l'atmosfera di oggi conterrebbe soltanto CO2 e la Terra somiglierebbe più a Venere che al pianeta che conosciamo. Le motivazioni le potete leggere nel blog di ASPO-Italia.

(1)
La teoria standard della formazione del petrolio (e anche del gas e del carbone) dice che questi si sono formati per la graduale degradazione di materia organica in condizioni "anossiche", ovvero in assenza di ossigeno. Questa teoria è provata e straprovata in laboratorio e sul campo; è nota da un buon secolo e rimane ben poco da investigare in proposito. Viene accettata da tutti quelli che lavorano in pratica sul petrolio.
La teoria abiotica è molto più vecchia ma è stata riproposta recentemente da un astronomo (Thomas Gold), da alcuni geochimici russi, nonché da un gruppo assai rumoroso e aggressivo di persone prive, di solito, di qualifiche in geologia o in altri campi scientifici. L'idea vuole che il petrolio si formi per reazione fra carbonio inorganico (carburi?) e acqua ad altissime pressioni nella zona profonda della Terra chiamata "mantello". Una versione leggermente diversa vuole che il petrolio (o comunque idrocarburi) esistano nel mantello fin da epoche remotissime, ovvero fin dalla formazione del pianeta. Secondo la teoria, queste enormi quantità di idrocarburi sotterranei migrano lentamente alla superficie formando i pozzi dai quali oggi estraiamo petrolio e gas.
domenica 18 luglio 2010, 21:50

Perché il Pd non fa questo?


Ignazio Marino su Bersani in un'intervista a l'Espresso:
«Negli Stati Uniti il segretario avrebbe dovuto dire: faremo di tutto per annullare le commesse di armamenti che il governo italiano ha fatto qui in America. Stiamo parlando di 29 miliardi di euro di soldi pubblici spesi per acquistare elicotteri da combattimento e aerei cacciabombardieri. Capito? Ventinove miliardi, cinque in più di tutta la manovra. Mentre tagliano la ricerca, l'istruzione e la sanità. [...] Ecco, noi abbiamo un governo che spende 29 miliardi in armi e intanto elimina posti letto negli ospdali, asili nido, pasti caldi ai pazienti non autosufficienti: perché non lo scriviamo a caratteri cubitali su tutti i muri d'Italia? Perché il Pd non fa questo?»

Perché "hanno famiglia" e bisogna fare quello che "la famiglia" comanda.
sabato 17 luglio 2010, 13:50

I gay non possono


Dal blog di Gabriele:
Stamattina sono andato a donare il sangue, come da otto anni a questa parte, come oltre venti donazioni già fatte.[...]
Poi arriva la dottoressa, mi accompagna nella sala trasfusioni e mi fa accomodare su una sedia.
Mi guarda dritto negli occhi ma è un po' titubante…si vede che sta cercando le parole giuste…
"Gabriele è già da un po' che volevo parlarti ma non ho avuto occasione…come sai ci siamo uniti al Policlinico…adesso dipendiamo da loro…"
Dal suo imbarazzo e dalla titubanza intuisco subito dove vuole arrivare.
So già che al Policlinico non accettano sangue di omosessuali.


Siamo nel 2010 e nell'ospedale milanese "Gaetano Pini" i gay non possono donare sangue. I ciellini di Milano hanno vinto e "io sono incazzato, amareggiato, deluso e triste" come Gabriele.

Ps: questo post l'ho dovuto cercare con Google perché repubblica.it si ostina a non linkare i blog.
venerdì 16 luglio 2010, 13:20

La lite in tv tra Bocchino e Santelli

Bocchino su Omnibus su La7: «Guarda la differenza tra noi due è che te ti sei formata accanto a Previti e io accanto a Tatarella».
Ah ecco, proprio dei gran personaggi.
Se vuoi rivedere la puntata di Omnibus su La7, clicca qui (la "lite" dal minuto 56).
giovedì 15 luglio 2010, 20:04

Censurare Pasolini a Milano

Video: Censurare Pasolini a Milano

La Provincia di Milano censura Pasolini: "Via quello spettacolo, non è educativo". Invece il berlusconismo...
, 16:50

Socci e i misteri della fede

Io non riesco a capire quelli che pregano Dio per miracolare una persona, una sola. Ho letto sul Corriere che la figlia di Socci è uscita dal coma. Non penso ci sia bisogno ma lo scrivo: mi fa immensamente piacere.
Dice Socci che, per prima cosa, ringrazia «i moltissimi che hanno pregato e pregano per Caterina». Perché? Perché bisogna pregare Dio per salvare solo una persona? E gli altri che non si risvegliano? Perché bisogna pregare Dio per non farci soffrire? Allora non è buono come dicono: "Il nostro Dio infatti è molto buono e misericordioso" (TILC) (Luca 1:78).
Misteri della fede.
mercoledì 14 luglio 2010, 21:55

Pd e Cosentino

Gilioli ci ricorda di quando il Pd salvò Cosentino. Così, quando leggi che il principale partito d'opposizione considera le sue dimissioni una vittoria, ti ribolle il sangue e gridi al cielo "PERCHÉ".
, 17:30

My name is Cesare, Silvio Cesare


Secondo voi, quale potrebbe essere il "nome in codice" per una persona egocentrica, che adora il comando e il culto della personalità? Io direi Cesare!
Cesare è il nome che ricorre decine di volte nelle carte dell'inchiesta sulla nuova loggia P3: "Dovremmo raggiungere... Chiamiamolo così, cerca di capire: Cesare", "Mio cugino Cesare vuole sapere", "Mio nipote Cesare", "se c'è Cesare", etc.
Si direbbero "quattro sfigati pensionati" che sapevano a chi chiedere il permesso.
martedì 13 luglio 2010, 20:54

Capezzone vs Mel Gibson

Anche Capezzone ha da dire la sua sull'intervento dell'Onu che boccia la legge-bavaglio:
"L'Onu si occupi di dittature". È "paradossale che si entri nei processi legislativi di uno Stato libero e democratico. Ed è ancora più paradossale che si faccia finta di non vedere che in nessun Paese dell'Occidente avanzato esiste un malvezzo di pubblicare lenzuolate di intercettazioni".

Suppongo che per Capezzone anche gli USA rientrino nei Paesi dell'Occidente avanzati. Dunque, senza scomodare Nixon, possiamo tirare fuori la lenzuolata che ha coinvolto Mel Gibson. O non vale perché non è un politico che deve rendere conto ai suoi elettori?
, 18:50

Persone e oggetti

C'è gente che compra orologi da 168mila euro mentre qualcun altro viene licenziato per aver usato impropriamente l'e-mail aziendale. Un oggetto che costa quanto i sacrifici di una vita di una persona e una persona che vale meno di un oggetto.
, 12:03

Mille milioni

Caro impaginatore di repubblica.it, come fai a non avere dubbi sull'assurdità di certi numeri?

lunedì 12 luglio 2010, 20:12

Pd versione Lega (e sono due)

Vi ricordate il manifesto del Pd versione Lega? Lo ripropongo:

pd leghista
Beh, ne è arrivato un altro:



BERSANI SVEGLIAAAA!
, 12:45

Don Farinella: ci vuole una insurrezione di popolo

Video: Don Farinella - Lo Sbarco - Genova - 26.06.2010
domenica 11 luglio 2010, 19:56

Stiamo vincendo la missione di pace

Stiamo vincendo la "missione di pace" in Afghanistan: abbiamo annichilito 1200 "terroristi". La fonte è ufficiosa e si tratta solo di una stima per difetto. Non si menziona il numero di vittime civili, come da abitudine.
, 14:07

I poveri bianchi


Aiuti alimentari agli abitanti di un campo abusivo nel Coronation Park di Krugersdorp (Sudafrica). Questa volta i poveri sono bianchi.
sabato 10 luglio 2010, 20:32

Vaticano in rosso


Il Vaticano è in rosso, deficit di quasi 8 milioni di euro. Occhio al portafogli.
venerdì 9 luglio 2010, 20:09

Il mondo ci guarda





Dedicato a chi è scettico sull'utilità di questo sciopero. Il mondo ci guarda e trattiene il vomito a stento.
giovedì 8 luglio 2010, 19:38

Mamma li turchi

«l'Italia è fortunata ad avere un ottimo premier e un ottimo presidente»
«abbiamo sempre espresso l'opinione che sarebbe saggio accettare la Turchia nell'UE»
Obama intervistato dal Corriere

Sarei proprio curioso di conoscere il parere di Bersani sulla prima affermazione e quello di un curdo sulla seconda.
Dall'ultimo rapporto di Amnesty International:
Persone che hanno pacificamente espresso opinioni dissenzienti, in particolare coloro che hanno criticato le forze armate o la situazione di curdi e armeni in Turchia, sono stati sottoposti a indagini e azioni penali. Tra le categorie perseguitate con maggiore frequenza vi sono stati scrittori, giornalisti, attivisti politici curdi e difensori dei diritti umani.

Forse sarebbe meglio conoscere il parere di Bersani anche sulla seconda. O si fa prima a sentire D'Alema?
mercoledì 7 luglio 2010, 22:24

Magica Italia

Come probabilmente sapete, il premier ha imposto la sua voce nel nuovo spot per l'Italia visibile nell'ormai famoso sito gestito dalla Brambilla. Ho aggiunto qualche fotogramma per renderlo più credibile:

Video: Magica Italia
, 20:12

Cor(ro)sivo 112 - A Roma la rabbia dell'Aquila, ma ai polizziotti non tremano i polsi

di pugioba

A Roma la rabbia dell'Aquila, ma ai poliziotti non tremano i polsi.

Berlusconi: "Nello spot pro-Italia si usi la mia voce, è sensuale". Forse non ha capito in che senso occorre far venire i turisti.

Viminale: nasce registro dei senza dimora, in tal modo li troveranno prima quando li dovranno allontanare.

Disturbi ossessivo-compulsivi per più di un 1mln di italiani. Poveracci. Ora vado nuovamente a vedere se ho chiuso la macchina e mentre cammino seguo una immaginaria linea tra i disegni delle mattonelle...
, 16:58

Mobilitazione nazionale per la liberazione dei 250 eritrei


Mobilitazione nazionale per la liberazione dei 250 eritrei deportati nel deserto libico


8 LUGLIO
ROMA dalle 18.30 davanti all'Ambasciata Libica in Via Nomentana 365
NAPOLI dalle 19.00 in Piazza Bellini

9 LUGLIO
in tutta Italia davanti alle Prefetture


Portiamo tutti una candela davanti all'ambasciata libica e manifestiamo davanti alle Prefetture
UNA LUCE PER LA DIGNITA'
Libertà e diritto d'asilo per 250 profughi eritrei deportati nel deserto Libico
Fermiamo le violenze della polizia libica contro i migranti
Rivediamo gli accordi Italia - Libia e fermiamo la politica dei respingimenti


Da giorni gli appelli dei 250 eritrei rinchiusi nella prigione di Brak, in Libia, ed esposti ad ogni tipo di violenza e al rischio di morte stanno raggiungendo l'Italia e cercando di risvegliare le nostre coscienze. Le torture e le violazioni subite da queste persone legittimamente in fuga da guerra e persecuzione non sono un caso isolato. Che la Libia sia un paese non democratico e senza alcun rispetto dei diritti fondamentali della persona umana è una realtà che solo per convenienza e calcolo i governi europei fingono a volte di dimenticare. Quelle torture, quelle violenze, ci raccontano però, soprattutto, della disumanità e dei crimini contro la vita umana di cui i governi italiani degli ultimi anni si sono macchiati delegando alla terra di Gheddafi la gestione di migliaia di profughi, ovvero il potere e l'arbitrio assoluto su migliaia di esseri umani inermi e titolari di diritti fondamentali come quello di chiedere e ottenere asilo politico. I respingimenti definiti con crudeltà e ipocrisia da Maroni come "una grande vittoria contro l'immigrazione clandestina" sono solo l'ultimo atto di una storia di complicità e ridefinizione di equilibri politici ed economici che ha usato e continua ad usare il corpo vivo dei migranti come moneta di scambio, la vita delle persone come una merce qualunque. Tutto ciò è avvenuto e sta avvenendo ad opera del governo italiano con un cinismo e un'indifferenza degni dei periodi peggiori del Novecento europeo. Con i respingimenti verso la Libia la classe politica al potere in Italia sta dichiarando a gran voce che la vita umana non vale nulla, specie se si tratta di quella di persone considerate ormai sotto-uomini. I richiedenti asilo come tutti gli altri migranti sono stati stigmatizzati e criminalizzati da leggi come quella sul reato di immigrazione clandestina e da decenni di razzismo istituzionale che ha imbarbarito questo paese e i suoi cittadini. Restare in silenzio mentre le donne, gli uomini e i bambini respinti dall'Italia stanno morendo in Libia significa rendersi complici di questa vergogna. Salvare le centinaia di persone che stanno morendo in Libia, anche a causa delle politiche migratorie italiane, significa lottare per i diritti e le libertà di tutti, per il diritto di ognuno di noi di vivere in un paese civile.

Agenzia Habesha
Amnesty International
Come un uomo sulla terra
Fortress Europe
Melting Pot
Stalker - Primavera Romana
Welcome! Indietro non si torna
, 13:13

Aquilani presi a manganellate

Hanno picchiato a manganellate i nostri ragazzi, hanno caricato i nostri gonfaloni, le nostre insegne pacifiche e le nostre mani nude. Ho visto teste rotte sanguinare davanti a me. È una vergogna. Voi fate girare. Hanno picchiato i terremotati inermi. Fatelo sapere, difficilmente lo diranno.
kindlerya su FF

Il tg2 delle 13 ne ha parlato, ma ha evitato accuratamente certe immagini. Il sangue potrebbe dare fastidio all'ora di pranzo.

Video:Aquilani presi a MANGANELLATE
martedì 6 luglio 2010, 18:23

Fini e la cacca

Fini ne ha detto un'altra: "In un grande Paese democratico la libertà di stampa non è mai sufficiente". E l'hanno pubblicata tutti.
Ci provo anch'io: "La cacca puzza".
lunedì 5 luglio 2010, 18:42

I mandanti siamo noi italiani

Vogliono farci sapere che muoiono per mano dei libici e che i mandanti siamo noi italiani.
«Signore, signori, questo messaggio di disperazione proviene da 200 eritrei che stanno morendo nel deserto del Sahara, in Libia. Siamo colpiti da malattie contagiose, la tortura è una pratica comune e, quel che è peggio, siamo rinchiusi in celle sotterranee dove la temperatura supera i 40°. Stiamo soffrendo e morendo. Questi profughi innocenti stanno perdendo la speranza e rischiano la morte. Perché dovremmo morire nel deserto dopo essere fuggiti dal nostro Paese dove venivamo torturati e uccisi? Vi preghiamo di far sapere al mondo che non vogliamo morire qui e che siamo allo stremo. Vogliamo un luogo di accoglienza più sicuro. Vi preghiamo di inoltrare questo messaggio alle organizzazioni umanitarie interessate».
È inutile che pensiate "io non l'ho votato", la sostanza non cambia: quelli muoiono. Dunque, come minimo, dobbiamo inoltrare il loro messaggio. Ed è quello che ho fatto.
, 15:46

Abbiamo vinto su Brancher

Secondo l'ultima classifica dei miliardari stilata da Forbes, Silvio Berlusconi è in 74° posizione, ma terzo in Italia, con un patrimonio di 9 miliardi di dollari. Però, nel Belpaese della disuguaglianza, la metà della ricchezza è posseduta dal 10% degli italiani.
Le famiglie sono sempre più in crisi, nel 2009 la spesa media è calata dell'1,7%. Il valore è diminuito soprattutto per generi alimentari e bevande. Però Berlusconi tratta per comprare i periodici in crisi della Rcs. Vuole regalarli (per modo di dire) alla figlia Barbara. Gli italiani sono sempre più poveri e votano uno dei più ricchi. Che poi uno dice "abbiamo vinto" sulla questione Brancher.
domenica 4 luglio 2010, 19:35

Li chiama uno ad uno

Video:berlusconi show al tg10

Dopo il "ghe pensi mi, da lunedì andrà tutto a buon fine" la sua strategia sembra scontata: convincere i "dissidenti" con qualche "accordo". Anche Fini è un po' incacchiato, dice che "Li chiama uno ad uno, persino quelli che l'hanno visto solo in fotografia, e gli dice: io e te dobbiamo parlare, vienimi a trovare."
Da lunedì riusciremo finalmente a differenziare l'immondizia correttamente. Preparate le buste.
sabato 3 luglio 2010, 21:13

Infiltrazioni al G20


Black bloc e agenti usano le stesse scarpe. Certo che la globalizzazione fa strani scherzi.
Da PeaceReporter
, 12:45

Eroi moderni

Vittorio Mangano

Pregevole idea da Scaricabile
venerdì 2 luglio 2010, 18:55

Dio, patria e famiglia

Nel sito di Zaccai - quello di coca, trans e fascismo - si può leggere della sua eccellente iniziativa:

Grazie alla sua proposta il XIII Municipio ha stanziato dei fondi per la commemorazione della trasvolata atlantica compiuta da Italo Balbo nel 1933:quali sono i motivi che l'hanno spinta a promuovee l'iniziativa?

"I motivi sono legati al fatto che l'episodio storico è direttamente collegato con Ostia. Questo evento memorabile, di cui parlò il mondo intero e che ha visto un italiano stabilire un primato mondiale, ha elevato Ostia in un piano di rilevanza internazionale: è dall'Idroscalo di Ostia che la squadriglia decollò alla volta degli Stati Uniti e di nuovo a Ostia fecero la prima tappa dal ritorno dalla missione e fu proprio Balbo ad atterrare per primo di fronte al pontile."


Per uno così questa bravata è una botta niente male, i suoi camerati non avranno pietà. Ha buttato nel cesso Dio, patria e famiglia in una volta sola... "poraccio".
, 12:50

Aumentano i docenti di religione

Hanno ridotto il numero dei bidelli e dei tecnici di laboratorio (meno 6% in 12 mesi), hanno mandato a casa il 4% degli insegnanti, hanno eliminato 300 cattedre di sostegno, etc. Però sono aumentati i docenti di religione.

«Ehi prof, è vero che l'uomo discende dalla scimmia?»
«No, infatti non tutte le scimmie sono diventate uomini»(*)

«Ehi prof, l'ora di religione non serve»
«Secondo il tuo ragionamento, anche l'ora d'italiano non serve ai tecnici»(*)

(*)Dialoghi veri a cui ho assistito personalmente. Gggiuro! Dio m'è testimone :)
giovedì 1 luglio 2010, 14:35

Sesso, trans, droga e fascismo

Consigliere provinciale del Pdl in ospedale dopo festino a base di sesso, trans e droga. "Si sarebbe affacciato in uno stato confusionale dal balcone della casa nella quale si stava svolgendo il festino urlando frasi sconnesse e improvvisando un comizio".
Secondo me non era drogato, è consuetudine dei fascisti improvvisare comizi urlando frasi sconnesse affacciati in stato confusionale da un balcone. Pare abbia dichiarato guerra alla Basilicata: spezzeremo le reni ai potentini!
Per riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire, recitare e modificare quest'opera, basta citarne la fonte (su internet un link). Grazie.