mercoledì 23 aprile 2008

Emma Marcegaglia

Emma Marcegaglia, la nuova presidentessa di Confindustria, ha confermato la linea degli industriali che da sempre pensano solo al profitto.
L'imprenditrice ha illustrato tutte le novità da lei volute condite con qualche affermazione poco edificante:
«L'uscita della sinistra radicale dal Parlamento è positiva. Con essa è fuori l'interdizione eretta a sistema, che ha contribuito all'arretramento del nostro Paese rispetto ai nostri concorrenti, anche europei»
Come si può essere contenti della mancata presenza in parlamento di una forza politica che da sempre ha rappresentato una cospicua parte del nostro paese?
Forse la risposta sta nelle affermazioni successive:
«riforma degli assetti contrattuali» e per le norme introdotte dal governo uscente sulla sicurezza sul lavoro «Chiederò al prossimo governo la modifica delle norme restrittive appena introdotte» [corriere]
Lavoratori, per la Marcegaglia voi potete anche crepare e guadagnare una miseria, l'importante è che il fatturato aumenti.

2 commenti:

  1. e invece cosa ti saresti aspettato che avrebbe detto?

    RispondiElimina
  2. Più o meno quello che ha detto, non mi aspettavo niente di nuovo.
    Comunque mi premeva sottolineare quanto il ruolo sociale di un'azienda, tanto decantato nei libri di economia, sia stato buttato nel cesso per l'ennesima volta.
    Ciao Bast.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.