martedì 8 aprile 2008

Marcello Dell'Utri

«I libri di storia, ancora oggi condizionati dalla retorica della resistenza, saranno revisionati»
Lo ha dichiarato il senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri che ha continuato con:
«Posso dire di conoscere quasi tutti i pentiti di mafia, ma oggi faccio fatica a individuarne uno sano, anche se ce ne saranno»
Vittorio Mangano «è un eroe, a modo suo»
«Moggi è una persona simpaticissima e sono convinto che le presunte manovre che gli vengono attribuite non siano vere».
Facendo un breve riassunto:
chi ci ha liberato dal Fascismo ha distorto l'obbiettività di chi ha scritto i libri di storia, i collaboratori di giustizia - che hanno contribuito a combattere la mafia - sono malati, Moggi è una brava persona, il mafioso Mangano è un eroe.
Dopo tutte queste perle di saggezza vale la pena riportare le vicende giudiziarie del senatore Marcello Dell'Utri:
condannato in Cassazione per false fatture e frode fiscale a due anni e tre mesi di reclusione, condannato in primo grado a Milano a due anni di reclusione per tentata estorsione, condannato dal tribunale di Palermo a nove anni di reclusione con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.[Wikipedia]
Ora le sue parole dovrebbero assumere il peso che meritano, il Corriere si è limitato a riportarle senza un minimo di critica.

9 commenti:

  1. Giusto, quindi siccome non siamo in accordo con quanto dice il Pd o la sinistra arcobaleno, non andiamo a votare. Così ci ritroviamo il Marcello a legiferare in parlamento. L'articolo di oggi del blog è il chiaro segno del perchè occorre comunque andare a votare.

    RispondiElimina
  2. Giusto, quindi siccome non siamo in accordo con quanto dice il Pd o la sinistra arcobaleno, non andiamo a votare. Così ci ritroviamo il Marcello a legiferare in parlamento. L'articolo di oggi del blog è il chiaro segno del perchè occorre comunque andare a votare.

    RispondiElimina
  3. L'ho messo due volte per sicurezza...

    RispondiElimina
  4. Quindi il famoso meno peggio sono PD e Sinistra Arcobaleno?

    RispondiElimina
  5. Si, è innegabile. La famosa pressione dal basso ai partiti non la si può fare a pochi giorni dalle elezioni, dove ci si scanna a fare promesse agli elettori. La priorità deve essere lo sbarramento al nano, poi verrà tutto il resto. Ora come ora vince lui, e allora sarà inutile qualsiasi discorso su tav, indulti e scalate bancarie. In questa fase non serve fare le pulci alla sinistra. Rispetto alla precedente coalizione si sono fortunatamente persi per strada i ricattatori peggiori. Fuori quelli, sarà sicuramente molto più semplice legiferare. Qui si parla di Argentina, non di tav o Vicenza.

    RispondiElimina
  6. Salve ... sono una pulce di sinistra che non si vende al meno peggio.
    Se dev'essere Argentina allora Argentina sia, puoi chiamarmi pazzo, rincoglionito etc, ma il governo che non rispetta il diritto alla salute e al lavoro non fa per me.
    Penso non ci sia bisogno di ricordarti i nostri discorsi sulla legge 30, forse non te ne sei accorto ma quella legge sta ancora lì.

    RispondiElimina
  7. Qualcuno non l’ha ancora capito ma Berlusconi esiste perchè lo tiene in vita il centrosinistra. A testimoniarlo ci sono ormai 10 anni di "politica".
    Se non vogliamo il nano dobbiamo prima sbarazzarci di quelli che lo tengono in vita, poi lui morirà da solo.

    RispondiElimina
  8. Grande Dangp. Quando inizierà la rivoluzione considerami ai tuoi ordini.

    RispondiElimina
  9. Aspè, vado a comprare i sigari e le giacche verdi, poi si può partire.
    Asta la vista compañero! :D

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.