sabato 7 giugno 2008

Governo Berlusconi organizzava golpe in Iran

BerlusconiLa commissione bicamerale di controllo del Parlamento americano sulle attività dei Servizi Usa approfondisce e documenta il coinvolgimento del governo Berlusconi e del nostro Servizio militare, diretto dal generale Nicolò Pollari, in piani clandestini per il rovesciamento del regime iraniano.
Nel dicembre del 2001 funzionari americani del Dipartimento della Difesa raggiungono l'Italia per organizzare vari interventi da attuare in Iran per destabilizzarne il governo. Una serie di incontri organizzati a Roma con uomini di Teheran da Michael Ledeen (agente di influenza e vecchio amico dell'allora ministro della difesa Antonio Martino) e dall'esiliato iraniano Manucher Ghorbanifar.[Repubblica]
Sembra un vecchio film di spionaggio, ma la realtà è molto più cruda: il Governo italiano partecipa attivamente al complotto per far cadere un governo di un paese che oggi è un bersaglio delle bombe USA e che, “casualmente”, si colloca sotto la regione del Caspio dove si trovano gas e petrolio pari al 65% delle riserve mondiali.
Ombre su ombre che si sovrappongono sul motivo del coinvolgimento dell'Italia nel conflitto iracheno e afghano.

2 commenti:

  1. La cosa non mi sorpende: vista la politica pro bush di Berlusconi. Cosi come la storia del Niger Gate, la bufala del uranio venduto all'Iraq di Saddam per le armi di distruzione
    Aldo

    RispondiElimina
  2. Ciao Aldo, la cosa non ha sorpreso neanche me, comunque è una notizia passata in sordina come molte altre.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.