sabato 14 giugno 2008

Militari come manichini

Napoli
Premettendo che l'uso dei militari per ragioni di ordine pubblico è solo uno spreco di soldi, perché tanto verranno usati come manichini per dimostrare la presenza dello stato, le proteste dei rappresentanti dell'opposizione sono come al solito parole senza senso e buttate al vento.
Si è gridato allo scandalo, facendo paragoni con l'America Latina, pensando che gli Italiani avessero la memoria corta e non ricordassero che l'esercito figurante è stato usato almeno in altre tre occasioni:
  • Nel luglio del 1992 (Governo Amato) erano stati inviati in Sardegna circa 4.000 soldati per l'esercitazione "Forza Paris", avvenuta durante il sequestro del piccolo Farouk Kassam, l'esercitazione è avvenuta (casualmente?) tra le montagne dove si pensava fosse imprigionato il povero bambino.
  • In Sicilia, dal 25 luglio 1992 (Governo Amato) al 8 luglio 1998 , ci fu l'operazione "Vespri Siciliani" che venne effettuata, sempre per ragioni di ordine pubblico, dalle Forze Armate dopo gli attentati di mafia che uccisero i Giudici Falcone e Borsellino.
  • L'Operazione "Domino" (Governo Berlusconi) venne lanciata su tutto il territorio nazionale, con l'esercito che controllava tutti gli obbiettivi sensibili, per fronteggiare la minaccia terroristica internazionale all'indomani dell'attacco subito dagli Stati Uniti l'11 settembre 2001.
L'esercito non serve per l'ordine pubblico mentre le mezze verità non servono proprio.

fonte:www.esercito.difesa.it

19 commenti:

  1. Ovviamente chi scrive ha una sua opinione- Vedi caso l'80% degli italiani ne ha un'altra.
    L'esercito è servito sicuramente a Palermo dove abito.Non so in Sardegna e per il terrorismo.
    Non vedo lo sprecho visto che l'esercito c'è già e non bisogna assumere altro personale.
    Un un paese civile e democratico non bisogna avere paura di usare le forze armate.
    Altro discorso nei paesi di regime al quale evidentemente l'articolista si riferisce.

    RispondiElimina
  2. "l'80% degli italiani ne ha un'altra." ??

    "Non vedo lo sprecho visto che l'esercito c'è già e non bisogna assumere altro personale"
    Non è così, l'esercito che si muove ha bisogno di risorse aggiuntive (mezzi, indennità di missione, etc)

    "Un un paese civile e democratico non bisogna avere paura di usare le forze armate."
    Giusto, ma io non ho scritto di averne paura.

    RispondiElimina
  3. Giusta l'osservazione sull'uso in precedenza dell'esercito così come giusta la consapevolezza che non servirà a molto.
    E se invece che in tante città l'esercito lo si utilizzasse solo in alcune città a forte presenza criminale (Napoli, Palermo,Catania, Bari, Reggio Calabria, forse milano)?
    Non potrebbe essere un tentativo di dimostrare che lo Stato vuole riappropiarsi del territorio in luoghi dove non ne è più padrone?

    RispondiElimina
  4. Le forze armate non sono addestrate per questo compito, le forze di polizia invece si.
    Se proprio le si vuole utilizzare basta metterle a guardia dei palazzi istituzionali al posto delle forze dell'ordine e usare queste ultime nelle strade.

    RispondiElimina
  5. D'accordissimo con Dangp. Volevo solo dire che abolirei dall'informazione libera frasi demagogiche come "pensando che gli Italiani avessero la memoria corta" o "gli italiani lo sanno...", gli italiani (il 95% me compreso) sono dei coglioni ignoranti, non sanno niente e non gliene frega niente di come stanno andando a finire. Fanno finta di disdegnarsi di cose che neanche capiscono e dimenticano tutto appena accendono il cubo tv lobotomizzante. Non hanno la forza di reagire a nulla perchè non hanno palle e perchè sono troppo stanchi visto che hanno lavorato tutto il giorno per colmare il deficit pubblico e per tutelare il prezioso tenore di vita dei nostri signori padroni.

    RispondiElimina
  6. "pensando che gli Italiani avessero la memoria corta"
    hai ragione, è meglio virgolettato.

    RispondiElimina
  7. sei il solito stitico, per paura di sprecare due virgolette, ti rovini tutto un bellissimo post

    RispondiElimina
  8. e poi, se uno ha i mezzi per calcolare le percentuali di italiani che la pensano in un certo modo, tu chi sei, per dubitare? c'è un sito che ha fatto mio cuggino, ad esempio, che tu scrivi quello che vuoi, e lui ti calcola la percentale di italiani che quella cosa la pensano o la fanno

    RispondiElimina
  9. Eccolo è finalmente arrivato l'italiano simpatico, un ottimo esemplare di quel 27,4% di esseri viventi che entra nei blog e al minimo tentativo di demonizzare la nostra italietta cade nel ridicolo. Siamo proprio alla frutta, e non c'è neanche Corrado a darci i 400 punti.

    RispondiElimina
  10. non so da dove prendi le tue percentuali, comunque come al solito commenti le cose degli altri con saccenza, senza neanche aver capito bene cosa ha scritto chi stai criticando

    RispondiElimina
  11. Non ho bisogno di percentuali, conosco bene i miei millesimi per asserire che tu sei non altro che un italiano indolente senza un'idea nella testa, incapace di cernere il vero e il falso all'interno delle considerazioni altrui. Rappresenti sen'altro la crema stantia di questa Italia allo sbando. Sicuramente sei un drogato, con i capelli lunghi che vai in giro a raccontare che solo tu detieni la conoscenza. Invece sei solo un povero italiano.

    RispondiElimina
  12. mi spiace, ti riveli per quello che sei, cioè solo un povero idiota. Con tutte le magliette bucate

    RispondiElimina
  13. Ho la fortuna di non dover colmare le mie lacune celebrali investendo il mio tempo per mostrarmi in giro con l'ultimo grido dell'ultima moda di una maglietta griffata.

    Scommetto che l'ultima occasione nella quale hai mostrato il tuo fantastico aspetto esteriore è stato ieri mentre urlavi soddisfatto della nuova vittoria di quest'italia di perdenti, mentre la tua gente non si raccoglie allo stesso modo per le strade per suonare con i clacson all'aumento della popolazione sotto la soglia di povertà. Perchè necessita dei sabò da 170 euro per passeggiare tra i rifiuti.

    RispondiElimina
  14. a parte che io 170 euro per un paio di scarpe non li ho mai spesi, semmai li spendi tu in philadelphia, sperando di rimorchiare al supermarket, ma poi tu cosa fai per l'aumento dela gente povera? o forse pensi che scriverlo in un blog arricchisca qualcuno dei poveri di cui fai finta di preoccuparti?

    RispondiElimina
  15. Io amo i poveri, ho vissuto per loro e continuerò a farlo. La testimonianza del mio messaggio è in ogni parete del mondo. Io amo il mondo e vorrei sollevarti a calci nel culo con tutta la mia gioia per dimostrartelo, nel signore. Anche tu sei un povero, un povero di spirito degno di avere il marchio delle mie timberland nei tuoi costosissimi calzoni.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.