martedì 29 luglio 2008

Tirrenia e zecche di stato

naveUna signora,dopo essersi addormentata su una poltrona della Tirrenia diretta a Olbia, si è svegliata ricoperta di zecche. La signora forse non sa che la zecca più grande è la società padrona del traghetto.
La società Tirrenia è controllata interamente dallo Stato italiano e riceve aiuti pubblici stimabili intorno ai 200 milioni di euro all'anno dando in cambio disservizi e bassa occupazione.
Nonostante le tratte siano prevalentemente da e per la Sardegna solamente il 5% degli equipaggi è composto da sardi, a bordo delle unità navali Tirrenia c'è una assoluta mancanza di prodotti isolani e non è rintracciabile alcun tipo di relationship economica con aziende sarde che operano nelle vicinanze dei porti.[altravoce.net]
Questi fattori hanno causato un rallentamento dello sviluppo turistico della Sardegna e danni economici rilevanti dovuti anche alla perdita d'immagine dell'organizzazione turistica.
Il presidente della Regione Sardegna, Renato Soru, ha ben descritto questa situazione di parassitismo con la seguente frase:«Rattrista che sia stata rinnovata per altri tre anni la carica di amministratore delegato della Tirrenia al signore che è li da più di 24 anni»

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.