lunedì 8 settembre 2008

Cagliari: miracolo del Papa


Banedetto XVI è stato accolto calorosamente dai fedeli sardi. Il programma è stato rispettato senza intoppi: arrivo alle 9:30 all'aeroporto di Elmas, incontro con gli ultracentenari sardi, messa per la consacrazione della Madonna di Bonaria, incontro in sagrestia con il premier italiano, pranzo con i vescovi sardi, incontro con il clero isolano e, nel pomeriggio, il bagno di folla tra i giovani.
Bad ReligionA parte un ragazzo bloccato dalla DIGOS, perché si avvicinava ai fedeli con indosso la maglietta dei Bad Religion, non sembra ci siano state proteste anti clericali.
Da segnalare anche una gaffe del Pontefice: in diretta televisiva ringrazia solo Berlusconi e Gianni Letta, ignorando del tutto il presidente della regione Soru seduto a fianco.
Comunque il miracolo c'è stato: non si è mai vista la città così tirata a lucido. Strade e marciapiedi riportati ad un aspetto decoroso, aiuole curate, la terra dello spartitraffico pulita a dovere

e alcune vie libere dal traffico per qualche ora.

Alla sera, il Papa è ripartito per Roma portandosi via tutte le polemiche circolate sul web in questi giorni: un milione e 400 mila euro dati dalla Regione Sardegna alla diocesi di Cagliari per organizzare l'evento, “Il Calice dei Sardi” da 1,5 kg d'oro incastonato di pietre preziose fatto fare per l'occasione e la visita inaspettata di Silvio Berlusconi che sa tanto di campagna elettorale per le elezioni regionali.
La ricerca dei voti era evidentissima da parte di tutti: Berlusconi, Soru ( la delibera regionale per l'erogazione del milione e mezzo ha la sua firma) e il Sindaco Floris ( vedi tutti i lavoretti straordinari) .
I fedeli votano e i voti fanno vincere le elezioni.

5 commenti:

  1. quelli della DIGOS mi sono sempre più simpatici....che schifo

    RispondiElimina
  2. La nausea l'avevo già da tempo: per le strade asfaltate in pochi giorni, roba che se i cittadini avessero sollevato questa esigenza indipendentemente dalla visita di Ratzy, avrebbero dovuto aspettare secoli...
    Per i cecchini sopra i tetti, per gli sperperi e questa parata ridicola.
    Vedendo alcuni minuti della diretta tv, mi è venuto direttamente il vomito....

    RispondiElimina
  3. Basta con questo milionee 400 mila euro, sono molti di più: il comune ha speso altri 350.000 euro e enti privati circa 100.000, siamo alle soglie dei 2.000.000 di euro!

    W la sabbietta pettinata, e la gente che non sapeva dove buttare la mondezza. Rivogliamo il graal!

    RispondiElimina
  4. Senza contare i gadget e i viaggi organizzati.

    RispondiElimina
  5. E i fedeli faranno vincere Berlusconi. Bravi tutti, bella sceneggiata. Bravo soprattutto Ratzinger nella parte di Ratzinger.

    E' forse la prima volta nella storia della Repubblica che un candidato paga le spese per la campagna elettorale dell'avversario.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.