venerdì 10 ottobre 2008

Bin Laden chi?

Dopo il fatidico 11 settembre, gli USA chiedono ai talebani di estradare Osama, ma vedendosi negare la richiesta bombardano l'intero Afghanistan. Dopo aver ucciso migliaia di civili e non trovando Bin Laden, si punta a portare la democrazia nel paese.
Non riuscendo neanche in questo fanno eleggere come presidente dell'Afghanistan un ex impiegato della compagnia petrolifera degli Stati Uniti Unocal, tale Karzai. Questi viene anche soprannominato "sindaco di Kabul" perché il suo potere non si estende oltre i limiti della città medesima.
Nel frattempo si scopre che l'eroina consumata dall'Europa proviene quasi totalmente dalle coltivazioni di oppio Afghane e il ricavato viene usato per pagare le armi dei talebani.

Bin Laden non si trova, i servizi pensano sia andato a sciare sul k2 ma per ora nessuna notizia.
La guerra va avanti, continuano: i bombardamenti, le morti dei civili innocenti, il flusso di droga e la ricerca della democrazia.
Dopo 7 anni di fallimenti si decide di mollare, lasciare tutto in mano al sindaco di Kabul e trovare un accordo con i talebani. Il segretario alla Difesa Usa Robert Gates ha spiegato che la riappacificazione "sarà la definitiva exit strategy per tutti noi".
Per noi appunto, ma i morti afghani rimangono, la droga continua a viaggiare e Bin Laden a sciare.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.