lunedì 17 novembre 2008

Un sms per uccidere l'Africa

CellularePovera Africa, relegata a pattumiera del modo viene trascurata dai media e riportata come notizia di serie B. Le multinazionali fanno incetta delle loro risorse naturali senza che nessuno si scandalizzi.
Il pensiero comune ritiene che le guerre dei poveri del mondo siano generate da conflitti tribali e religiosi per il controllo del territorio senza analizzare a fondo le vere ragioni che portano i signori della guerra ad uccidere e costringere i bambini al fronte.
I giornali ci hanno timidamente informato sul conflitto in Congo, terra piena di povera gente che non sa neanche cosa vuol dire possedere un cellulare. Per noi è normale avere strumenti tecnologici che ci aiutano nella vita di tutti i giorni ma ignoriamo che uno dei principali materiali di cui sono fatti si trova in quelle aree che vengono bagnate dal sangue dei bambini soldato.
Il coltan, senza questo minerale i telefoni cellulari non potrebbero funzionare. Il suo prezzo è di poco superiore all'oro e l'ottanta percento dei giacimenti scoperti si trova proprio nel Congo.
Strana la vita, mentre mandiamo un sms per finanziare la costruzione di un ospedale in Gana, contribuiamo a distruggere un villaggio in Congo.

4 commenti:

  1. e che facciamo non utilizziamo più i cellulari??

    RispondiElimina
  2. una stronzata più GRANDE?

    RispondiElimina
  3. Ho la soluzione: mandiamo un sms per la costruzione di un ospedale in Congo!

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.