domenica 11 gennaio 2009

Silvio ha paura di Soru?

SoruIl governatore uscente della Sardegna, Renato Soru, sembra il prescelto per rilanciare il centro sinistra. Si parla di simpatie da parte di Romano Prodi e dalla corrente ulivista del PD, senza considerare l'ammirazione manifestata da molti bloggers di sinistra che auspicano una sua leadership al posto di Uolter.
Tutto fa pesare che Soru abbia un futuro a livello nazionale, forse la prova più evidente di questa sua promozione viene proprio da Silvio! Il presidente del consiglio parteciperà direttamente alla campagna elettorale in Sardegna, infatti ha scelto come candidato alle prossime elezioni regionali il quasi sconosciuto Ugo Cappellacci, sembra volerlo usare come facciata visto che ha deciso di passere «tutti i prossimi fine settimana a far campagna elettorale» nell'isola. «Silvio vuole politicamente soffocarlo nella culla» ha dichiarato un autorevole ministro forzista, come se il suo presidente si rendesse conto che Soru è il futuro dell'opposizione e che una sua vittoria non farebbe altro che rafforzarlo politicamente e renderlo papabile agli occhi del partito.
Silvio ha paura di Soru? Forse, sicuramente non ha paura di Uolter.

6 commenti:

  1. Non avevo pensato a questo aspetto, ma resta il fatto che secondo me Soru non ha speranze per la Presdenza della Regione.
    Ha di fronte a se un candidato che indirettamente è fortissimo, proprio perchè appoggiato da un personaggio come Berlusconi.
    Credo che la sinistra stia dimostrando sempre più di essere assolutamente incompetente e inconcludente, spianando di fatto la strada ad una destra sempre più cinica e disonesta.

    RispondiElimina
  2. Il presenzialismo di Silvio per questa campagna elettorale in Sardegna è a mio avviso dovuto più ad interessi imprenditoriali specifici suoi e dei suoi "amici", non tanto per la paura di Soru. Francamente non credo che Soru abbia il carisma per diventare leader nazionale. Tutti (in continente) sono innamorati di lui perché è l'unico che dice nettamente certe cose (di sinistra? mah, diciamo socialmente progressiste, specie in ambientalismo). Ma da qui a diventare leader nazionale... ce ne passa parecchio.

    RispondiElimina
  3. Vedremo SolarTime, ma io non la vedo così grigia.
    Massimo, il carisma di Veltroni non mi pare così evidente.

    RispondiElimina
  4. Ti dirò, sarebbe una novità interessante. Tanto perché spiazzerebbe i salotti romani. Che non so quanto amino un outsider come lui.

    RispondiElimina
  5. Non lo amano neanche quelli di Cagliari.

    RispondiElimina
  6. Bhè diciamo che in qualche modo rispondi al mio "Chi ha paura di Renato Soru?" ...

    Ho fiducia in quest'uomo, spero davvero di non rimanerne deluso.

    Wil

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.