sabato 4 luglio 2009

Da Orgosolo a Vicenza


Nel giugno del 1969, la popolazione di Orgosolo si oppose alla costruzione di un poligono militare nella piana di Pratobello fino ad allora adibita a pascolo libero. Tutti, compresi donne e bambini, occuparono la piana e manifestarono le loro ragioni sotto gli occhi di militari e forze dell'ordine. Anche le signore, velate e con i loro abiti scuri, si ribellarono a chi voleva togliere la libertà di scegliere il lavoro ai loro figli. Vinsero.
Siamo nel 2009 e la storia si ripete a Vicenza. La gente comune non vuole l'ampliamento della base americana e le donne sono sempre in prima fila per opporsi a chi vuole rovinare la vita dei loro figli. 10mila persone che gridano "no alla base" e si scontrano con le forze dell'ordine comandate da chi antepone il bisogno di guerra alla vita della sua gente.
Speriamo che la vittoria si ripeta.

2 commenti:

  1. Tempi diversi, problemi simili, reazioni simili, risultati diversi.

    RispondiElimina
  2. Probabilmente perché sapevano di poterlo fare più a sud.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.