lunedì 28 settembre 2009

Il Presidente e la guerra

Il Presidente della Repubblica ha dichiarato:"larghissimo sostegno dell'opinione pubblica e delle forze politiche all'impegno di militari italiani in missioni di pace all'estero"


"Posso confermare che ho sempre messo in luce l'importanza del larghissimo sostegno dell'opinione pubblica e delle forze politiche all'impegno di militari italiani in missioni di pace all'estero"



"Questo sostegno, di cui sono state parte integrante le forze fondamentali dell'opposizione, anche in occasione di importanti votazioni in Parlamento."



A quelli che ancora si chiedono come risolvere la questione afgana, rispondo con le parole di Gino Strada: "Noi facciamo ospedali e nessuno ci spara addosso"

9 commenti:

  1. Pensa che alla soluzione ci è arrivato anche Franceschini:

    http://www.asca.it/news-AFGHANISTAN__FRANCESCHINI__CAREZZA_A_BAMBINO_VALE_PIU__DI_10_BOMBE-862478-ORA-.html

    RispondiElimina
  2. Franceschini: "Ma se un intervento vuole essere davvero umanitario, vale di più una carezza a un bambino di dieci bombe intelligenti"

    Allora deve fare quattro chiacchiere con Napolitano, altrimenti continua a sparare "missione di pace" a destra e a manca.

    RispondiElimina
  3. mater mediterranea28 settembre 2009 20:04

    mi piacerebbe sapere il numero dei figli, fratelli ,parenti,etc, dei nostri buoni politiciche sono inGuerra per "missioni di pace".

    RispondiElimina
  4. A saperlo, non ho mai letto niente in proposito.

    RispondiElimina
  5. x matermed.:
    semplicemente nessuno. Sono a casa oppure prendono incarichi importanti, come il figlio di Bossi che fà il supervisore dell'expo di Milano.
    D'altra parte, diceva De Andrè, "morire per delle idee, si vabbè, ma di morte lenta".
    La carne da cannone siamo noi, disoccupati, morti fame e pezzenti possibilmente terroni...tra l'altro è meglio se qualcuno ci lascia le penne cosi che i funerali e la retorica in pompa magna sia funzionale agli scopi del sistema.
    Riguardo a Napolitano...è una merda come tutti loro PDLPDIDVecceccecc...
    Stiamo arrivando ad una soglia e non riesco bene a capire se tanto disgusto sia solo nostro, che giriamo sul web, ci informiamo e in qualche modo ci preoccupiamo di non credere alla versione ufficiale, oppure anche tra i dormienti qualcosa si stia muovendo.
    Non so, che ne dite?

    RispondiElimina
  6. I dormienti son difficili da svegliare, si accorgono della trave solo quando è troppo tardi.

    RispondiElimina
  7. il figlio di Bossi che fà il supervisore dell'expo di Milano mi mancava.......sarà per i grandi risultati scolastici raggiunti. Leghisti idioti....

    RispondiElimina
  8. mater mediterranea29 settembre 2009 20:25

    per dangp
    a volte penso che i dormienti abbiano ragione,almeno riposano,mi sa che la trave arriva anche se si è ben svegli e spipilli;comincio a credere che vedere le cose in anticipo,sia un "errore",se la maggioranza ancors non è in grado di vederle,non esistono, ergo chi le vede troppo prima sbaglia.

    RispondiElimina
  9. Il problema non è che dormono, il problema è che votano. Quindi partecipano attivamente alla costruzione della suddetta trave che, purtroppo, è destinata a tutti noi.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.