giovedì 17 settembre 2009

In guerra

Mettiamola così: gli italiani scoprono di essere in guerra solo quando muoiono i nostri soldati mentre gli afghani lo scoprono più spesso. Dall’invasione dell’Afghanistan a oggi, secondo le stime più attendibili, le vittime civili delle azioni militari straniere sono state oltre 7.500.

Video: La Folgore in azione in Afghanistan

5 commenti:

  1. mi sembra una chiara operazione di pace. Mi ricorda Emergency.....

    RispondiElimina
  2. E? I soldati non servono per tirare caramelle. La questione è solo: giusto stare lì? Secondo me si.

    RispondiElimina
  3. Carissimo Toscano Irriverente lo so benissimo che i soldati non sono li a lanciare caramelle, nemmeno Emergency. Comunque grazie per questa precisazione.
    Dimenticavo. Secondo me non è giusto che siamo la. Non sono giusti i modi, gli inganni e i veri motivi che ci hanno portati la.

    RispondiElimina
  4. Simone, "Non sono giusti i modi, gli inganni e i veri motivi che ci hanno portati la", e' vero. Ma ora ci siamo e se ce ne andiamo per gli afgani sara' molto peggio. Tutte le donne che hanno creduto, bonta' loro, alle nostre cazzate e si sono tolte il Burka, pagheranno un orezzo che puoi immaginare benissimo.

    RispondiElimina
  5. Anche ora non ti credere che sia tutto questo svolazzar di capelli. Semmai bisogna chiedersi - e chiedere - se c'è un'altra soluzione alle armi. E poi stiamo facendo il possibile per porre fine al conflitto con il minor uso di armi possibile? È questo il problema, stiamo conducendo una guerra con le armi sbagliate e non di certo per salvare quella gente.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.