mercoledì 16 settembre 2009

Neoschiavismo

I questo paese gli extracomunitari non sono graditi, se clandestini ancora peggio. Non frega niente a nessuno se nei loro paesi d'origine la gente muore di fame o viene fucilata perché ha idee politiche avverse al potente di turno. Ma se sono neocomunitari e in regola con i documenti? Per loro abbiamo attrezzato campi clandestini, tendopoli fatiscenti e lavori da schiavi.
È di ieri la notizia che riguarda uno spregevole italiano che ha messo ha disposizione dei suoi 100 raccoglitori di pomodori, tutti neocomunitari e in regola, una tendopoli con una buca per i bisogni e una fontanella per lavarsi. Il tutto per una modica cifra di 15 euro alla settimana; e si, dovevano anche pagare l'affitto.
Al nostro neoschiavista è stata contestata soltanto la violazione delle leggi igienico-sanitarie, l'attività abusiva di affitta camere e la realizzazione di strutture abusive. Niente che riguardasse il maltrattamento delle persone, d'altronde il suo comportamento è in linea con l'attività del Governo verso i poveracci che rischiano la vita nel Mediterraneo e quindi ...


Segnalato da Simone.

2 commenti:

  1. già: avevo letto su questo sito:

    http://www.dirittiglobali.it/articolo.php?id_news=14808

    Mi rendo conto ora che la fonte è la medesima.

    RispondiElimina
  2. Si ma il mio è più bello :)

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.