venerdì 22 gennaio 2010

Berlusconi accusato, il tg1 parla di George

Mediatrade, chiuse le indagini, indagati Berlusconi e il figlio. Il capo del governo accusato di «appropriazione indebita». C'è un'ansa delle 18:30 che ne parla, è una notizia da prima pagina.
I telegiornali dovrebbero aprire così: "Berlusconi accusato di appropriazione indebita".
E invece no, il tg1 delle 20:00 titola:

1 - Berlusconi: l'Italia va, polemica sulle tasse
2 - Denuncia Unicef: scomparsi 15 bambini
3 - Via il giudice anti-crocifisso
4 - Fotoricatti ai vip, Lapo tra le vittime
5 - L'agenzia dei viaggi fantasma
6 - Sulla Ferrari con Alonso
7 - George tra le nuvole pensa al prossimo


Però c'è George, contenti?

35 commenti:

  1. Non ancora capite che il Berlusca, per essere battuto e mandato in pensione,bisogna combatterlo politicamente con nuove idee e nuovi uomini,invece ci siamo incartati finendo in un vicolo cieco, sperando ancora nel miracolo dei giudici e dimostrando ancora una volta che la sinistra non è in grado di proporre uno straccio di politica seria.
    Complimenti andiamo avanti così

    RispondiElimina
  2. Napolitano dovrebbe sciogliere le Camere, perché con oltre 200 parlamentari con carichi giudiziari pendenti, praticamente il 20 % del totale, in nessun Paese civile sarebbe possibile governi un paese! A parte il mar dei sargassi nel 16° e 17° secolo! Oggi una cosa così, nel 2010 equivale a terrorismo internazionale! I nostri connazionali dovrebbero tornare dall'Afhganistan per spararci? Il nostro ministro della difesa sostituirà Bin Laben?
    Però ormai sappiamo che Napolitano è in pugno a "libero ed il giornale" pertanto non lo farà mai!

    RispondiElimina
  3. si, molto contento. è molto meglio parlare di george che sentire sempre il solito berlusconi.

    RispondiElimina
  4. Questa è la Democrazia che vuole berlusconi. E trova facilmente chi lo segue ed aiuta, anche direttori di tg. Allora domando: quanti italiani sono disposti ad accettare e votare ancora questa falsa democrazia?
    L'unico è Di Pietro che urla a più non posso, mentre gli altri fanno melina. Così berlusca non si batte.
    Quando in un paese non c'è trasparenza, non c'è democrazia.
    Se al popolo non è dato a vedere i conti pubblici, i soldi che intascano e spendono i politici, i rendiconto dei soldi gestiti dai partiti e l'uso dei soldi pubblici spesi per la comunità, come si fa a pensere di essere in un regime democratico?
    Alla buonora. Amleto.

    RispondiElimina
  5. berlusconi indagato,rinviato a giudizio,condannato NON è una notizia è la solita stronzata

    RispondiElimina
  6. Adesso i giudici italiani rifiutano il crocifisso perche'.......gli ricorda Silvio!!
    Patetici, ne' loro, ne' gli avversari politici , ne' il gianfranchino post fascistino riusciranno a scalfirlo.
    In quanto al capraio nazional popolare, cominciasse a rendere conto al popolo italiano di come si pappa i soldi del contribuente, con la scusa che avrebbe fondato un partito di falliti.

    RispondiElimina
  7. per mandare a casa la casta non c'e' nulla da fare .... arriverà il giorno che il cittadino stanco si ribellerà e con i forconi si rivolterà contro questa gentaglia . ma pensateli per un momento tutti in fila uno dopo l'altro hanno tutti la faccia di pesci lessi tutti uguali questi ci prendono per i fondelli e noi li stiamo ad ascoltare tutte le sere in tv. notizia dell'ultima ora la ministra della distruzione scolastica si sposa ... e per dare il buon esempio si sposa civilmente con un imprenditore bergamasco vent'anni più di lei .hanno affittato una villa principesca a sirmione sul garda tutta blindata pranzo preparato da cheff primi in italia e indovinate gli invitati chi sono : bondi letta berlusca con l'elicottero e cosi via tutta la casta . commento finale : " si ricorda o non si ricorda la signora ministra da dove viene ?" era molto meglio per la sua immagine e per rispetto nei confronti dei suoi concittadini lenesi che si sposasse nel suo paese dava sicuramente ben altra impressione a tutti

    RispondiElimina
  8. Ma di quale libertà d'informazione si straparla? Qui, in Italia, ad oggi, c'è solo libertà di "disinformazione".

    RispondiElimina
  9. Basta......!!!!! Sempre e solo il Berlusca nel vostro cervello (cervello....si fa per dire). Pensate a fare un programma serio e coerente e se avrà l'approvazione del Popolo Italiano verrà votato e poi potrete governare.

    RispondiElimina
  10. Questa casta non ha nulla a che fare con la vera Politica, non occorre andare a teatro o al cinema, ognuno di loro interpreta un ruolo, chi recita meglio va alla ribalta, dovremmo ringraziarli non ci fanno pagare il biglietto d'entrata, in compenso ci rubano anche l'anima.

    RispondiElimina
  11. Sempre Berlusconi. fra qualche tempo si dirà che il terremoto ad Haiti lo ha provocato lui. se ne può più!
    Ma poi se Tonino che c'azzecca voleva Berlusconi in galera perchè ha lasciato la magistratura?
    Mistero eh?

    RispondiElimina
  12. se c'è appropriazione indebita, qualcuno deve essere stato derubato. Questo qualcuno è una persona fisica e dunque vorremmo sapere chi è il derubato, altrimenti il processo è ancora una volta una farsa, tanto dura da 15 anni, quindi...Se 'sti magistrati al servizio della politica di sinistra fossero veramente al di sopra delle parti avrebbero indagato in tutte le direzioni ed invece eccoci qui, dopo 15 anni di falsa giustizia ci troviamo ancora a indagare su Berlusconi, se ne deduce che la sinistra comunista italiana (ora pd), compresi i pazzi di sinistra ex-DC|, non è in grado di fare e proporre una seria politica, dunque è fallimentare, perciò Berlusconi è indistruttibile e leggendo gli scritti sul blog, si dimostra una verità assoluta: le ferma stupidità dei sinistrorsi compreso il popolo beone. Dopo tutto hanno creduto al paradiso terrestre in Russia, quindi perché non dovrebbe credere che Berlusconi è il diavolaccio?
    Poveri fessi! Vi fate prendere in giro dai vostri capi di partito, ma non sapete ragionare con il vostro cercello? State più attento e abbandonate l'odio, l'invidia, la gelosia, perchè i vostri drammi non è Berlusconi, ma siete voi stessi!

    RispondiElimina
  13. siamo in pieno regime,informazione pilotata,televisioni controllate, parlamento e paese bloccati per risolvere le grane personali del premier, e il carrozzone ha ancora il coraggio di negare l'esistenza della crisi e,nella migliore delle ipotesi, dire che ne stiamo uscendo alla grande,,,stiamo già raschiando il fondo.

    RispondiElimina
  14. A tutti quelli che pensano di battrre il berlusca alle elezioni riuscite a pensare quanti voti potra comprarsi appoggiandosi alla mafia? Il ponte sullo stretto non si fa? sifaranno altre cattedrali nel deserto ecc. ecc. I voti alle scorse elezioni se li è presi adesso deve pagarli

    RispondiElimina
  15. si vede la stampa di parte basta vedere i molti giornaletti non tanto di sinistra ma contro berlusconi la rai di sinistra con i pseudogiornalisti che fanno programmi politici di parte sono gli stessi che si permettono di fare congetture e ricamini vari contro il governo salvo poi urlare per la libertà di stampa una sinistra incapace di partorire la benchè minima idea che non sia fantasiosa e in quanto alla cretineria dei militanti di sinistra e degli antiberlusconi vi segnalo un episodio di qualche giorno fa su ok notizie di virgilio.it dove un appello per la difesa di un cane che anche dopo la morte del padrone restava presso la sua casa e che rischiava di fare una brutta fine perchè a qualcuno dava fastidio è stato affossato dai voti contro del gruppo farabutti solo perchè a farlo era il gruppo komunistelli simpatizzanti del governo questo è lo spessore umano dei sinistrosi più che farabutti dovrebbero chiamarsi mentecatti

    RispondiElimina
  16. tranquilli.....ormai l'italia in mano nostra è.....anzi...COSA NOSTRA è....e berluscono no ci serve piu.e quindi lo sistemiamo noi.......ci mando i miei picciotti a pottacci un saluto,e pure a dell'utro.....pe dicci grazie....sara una cosa eclatante,lui nostro burattenaio fu.ora il suo lavoro finito,è,non ci sevve piu......contenti....baciamo le mani ......don vito.

    RispondiElimina
  17. prendo lo spunto dal commento di anonimo delle 8.27 circa il raduno dei "bad boys" per il matrimonio ministeriale.
    Ragazzi che occasione, invitiamo anche un plotone di "visitors" che se li pappano tutti in un solo boccone...
    che ne dite ?
    chiediamo a Margherita Hack se può mettersi in contatto ?

    RispondiElimina
  18. Ogni giorno ne esce una nuova su Berlusconi (o è sempre la stessa che viene ogni volta girata e rigirata?). Cari nemici acerrimi del Berlusca (per invidia e perché qualuno,anni fà, pensava che eliminata la DC e non essendici più alcun partito per contrastarlo, avrebbe facilmente vinto le elezioni ed avrebbe governato per sempre; ma ecco che, all'improvviso, spunta quel rompiscatole di Berlusconi che gli leva la poltrona del potere da sotto il sedere, proprio mentre stava per sedervisi. Ecco spiegato da dove nasce l'odio contro questo personaggio), smettetela di usare mezzi e mezzucci, che sanno tanto di vecchia repubblica sovietica,e cercate di farte politica, presentando all'elettorato programmi più appetibili di quelli di Berlusconi (se ci riuscite),perché altrimenti dovrete continuare a mangiarvi il fegato non solo per questa legislatura, ma anche per quelle che verranno, fino alla fine dei secoli. Meditate, gente, meditate.

    RispondiElimina
  19. ho letto i commenti precedenti e mi fanno rabbrividire per il loro qualunquismo. E' grave che nella situazione italiana continui a pesare una figura istituzionale costantemente inquisita su temi importanti e variegati, comunque diversi tra loro ma, una persona che delinque e non si fa processare, viene martirizzata. I delinquenti non sono nè di destra nè di sinistra, sono delinquenti e basta !! Chi difende i delinquenti è concusso. Provate a chiedere ad un mafioso se esiste la mafia, anzi, perchè continuiamo ad osteggiarla ? La mafia è di destra o di sinistra ? Sono domande che pongo a quei signori che sostengono il premier

    RispondiElimina
  20. e con me sono 20....

    RispondiElimina
  21. le chiacchiere sono certamente importanti in democrazia, così come le informazioni corrette e complete. ma per mandare a casa berlusconi c'è un modo semplice, democratico e sicuro: il 51% e passa dei cittadini italiani che non ne possono più di lui devono decidersi di votare compatti dall'altra parte. se il 51% e passa degli italiani che si è stufato di berlusconi continua invece a dibattere ma non vota compatto si tiene berlusconi a vita.

    RispondiElimina
  22. VIVA BERLUSCONI SEMPLICE LAVORATORE AL SERVIZIO DI TUTTI
    GRAZIE SILVIO.

    RispondiElimina
  23. AL SERVIZIO DI TUTTI I SUOI FAMILIARI..........

    RispondiElimina
  24. a Bokassa..........equivale a terrorismo internazionale...... hahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahaahahahahahahahhahahahahahahah....potrebbero bastare

    RispondiElimina
  25. Lo stakanovista pro berlusconi sarà uno sfigato di nascita, uno sfigato a 650 euro al mese oppure un italiota classico?
    Bokassa

    RispondiElimina
  26. Bisogna dire che i tg sono tutti uguali perchè non ce n'è uno che abbia detto che il processo breve chiuderebbe Parmalat Cirio e credo un altro che non so.Bella cosa veramente

    RispondiElimina
  27. Tanti commenti,l'argomento è scottante,scotta a destra e a manca.Chi si indigna,chi dice che è la storia di sempre,chi se la prende con la sinistra insipiente,chi invoca i forconi e c'è Polinord che procclama l'indistruttibilità di Berlusconi e dice che il popolo,di sinistra, è "beone"(forse voleva dire beota)e fesso.Dice anche che il nostro dramma non è berlu ma siamo noi stessi,e qui mi sa che ha ragione: Berlu è capace di scovare, anche nella più onesta delle persone quel poco o tanto di fragile, illegale,scorretto che c'è in ognuno di noi. Ma Berlu non è indistruttibile: come nella fiaba popolare ci sarà, prima o poi,il topolino che mangerà il lardo che ungerà il bue che berrà l'acqua che spegnerà il fuoco che...... insomma ci sarà l'avvenimento che costringerà tutti(anche l'utilizzatore finale")a cambiare registro

    RispondiElimina
  28. mater mediterranea23 gennaio 2010 19:13

    Il commento anonimo delle 19.09 è di Mater Mediterranea: berlu ha colpito anche qua.

    RispondiElimina
  29. Vedo che l'attivismo pro berlusconi è si, scemo, ma non scema!
    Sembrano numerosi, ma in realtà è un solo sfigato. Avrà le sue ragioni.
    Per lo anonimo del 13/1 ore 10.02, il commento è così pirla che è da guiness della feccia, volevo dire degli sfigati, ma agli sfigati spetta un'attenuante per il loro stato

    RispondiElimina
  30. @Enrico L'avevamo già capito, ma se un politico viene accusato di qualcosa merita le prime pagine.

    @bokassa Napolitano segue le leggi e non c'è nessuna legge che vieti la situazione attuale. Sta a noi mandarli a casa.

    @Amleto Siamo in un regime democratico, parecchio malandato ma democratico.

    @Nicola Alcuni giudici rifiutano il crocifisso perché siamo un paese laico.

    @polinord Tu non hai speranze, sei cieco come una talpa.

    @gianni Stiamo scavando, raschiare è riduttivo.

    @romo Margherita Hack ha già detto che gli ufo non esistono.

    @franco R Sono d'accordo

    @Simone Cià

    @mater Speriamo presto

    @Anonimi tutti
    Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare la voce "Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.

    RispondiElimina
  31. Ah, grazie a tutti per i commenti.

    RispondiElimina
  32. per carissimo "dangp" da Bokassa.
    Napolitano non è obbligato a promulgare una Legge del Parlamento italiano.
    Egli la può benissimo respingere, motivando tale diniego, alle Camere.
    Le Camere hanno l'obbligo, morale di riesaminare la Legge respinta e, se approvata dai due rami del Parlamento, identica alla prima versione, ripeto identica, virgole comprese, anche se il Presidente della Repubblica non la firmerà nuovamente, diventerà Legge, anche se ignobile. Poi altri organismi dello Stato, se richiesto, faranno le loro valutazioni.
    Il presidente della Repubblica Promulgando senza battere ciglio una Legge, in pratica significa che concorda.
    Si possono fare due ipotesi: a Napolitano piace una Legge e la firma la metterebbe comunque.
    L'altra ipotesi è che i Suoi consiglieri siano come le escort, chi paga di più ......
    Bokassa

    RispondiElimina
  33. Napolitano non può non firmare le leggi a suo piacimento, sia ben chiaro. Ma poi cosa c'entra 'sta cosa con quello che hai scritto sopra? Voi che Napolitano non promulghi tutte le leggi di questa legislatura?

    RispondiElimina
  34. per dangp, comprendi solo quello che ti fa comodo!
    Il Presidente della Repubblica Italiana, può benissimo non firmare tutte le Leggi che non gli piacciono, però PERO' DEVE GIUSTIFICARE IL MOTIVO DI TALE DINIEGO!
    Non comprendi l'italiano di proposito?
    Bokassa

    RispondiElimina
  35. Cioè tipo: è scritta troppo in piccolo rifatela?

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.