martedì 2 marzo 2010

Polli della libertà?


Onestamente io ci credo poco alla storia dei polli della libertà che si fanno fregare le elezioni in maniera così stupida. È possibile che un apparato così collaudato fallisca nella fase burocratica? Per me questi si sono trombati a vicenda, sembra si stia configurando l'inizio del grande declino. Se così fosse, il sistema ideato dal cavaliere ha finalmente mostrato le sue crepe. Non basta più cercare di accontentare tutti dall'alto, anche mettendoci tutto l'impegno è impossibile che nessuno rimanga deluso. Con il passare del tempo, forse, i delusi sono diventati parecchi e alla fine hanno fatto lo sgambetto al padrone.
Può succedere quando in una coalizione è solo una tasta a decidere.

4 commenti:

  1. Si, l'importante è non illudersi.

    RispondiElimina
  2. mater mediterranea3 marzo 2010 14:06

    Non credo che siano polli, sono faine. Penso che abbia ragione Conchita: sono giochi ben collaudati.A meno che non li abbia fregati la loro stessa abitudine a fregare e a fregarsene delle regole e delle leggi:una firma in più o in meno,falsa o meno, presentarlo alle 11 o alle 12 che importanza ha?tutte pastoie!E son rimasti impastoiati loro. Temo che li sleghino però, e temo anche che il popolo sia consenziente, ancora, alla fregatura.

    RispondiElimina
  3. Sembra che in Lombardia siano stati fregati dalla fretta e dalla presunta impunità:

    «Io, giovane radicale, vi spiego
    come ho incastrato Formigoni»

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.