martedì 21 settembre 2010

Sarkozy scopre l'acqua calda e La Repubblica parla di proposta shock

di pugioba


Il Presidente francese, forse per ammorbidire la brutta figura planetaria rimediata con la decisione di espellere i Rom dalla patria della egalitèlibertèfraternitè, lancia la proposta di tassare le transazioni finanziarie. Sorvolando sul fatto che chi si indigna per le espulsioni si è macchiato di schifezze superiori a questa, direi che l'iracondo sciovinista ha indicato una delle poche vie per la salvezza planetaria. Le transazioni (leggi speculazioni) finanziare sono le principali artefici di enormi ricchezze per chi le pratica e di enormi perdite per chi le subisce (leggi crisi mondiale). Decidere di tassarle sarebbe quanto meno doveroso, direi inevitabile. Dove sta lo shock titolato da Repubblica? Forse nel fatto che un leader europeo si ribella al suo padrone, le banche? Forse perché siamo talmente abituati al piattume delle esternazioni nostrane che al minimo sussulto di intelligenza siamo costretti a utilizzare termini solitamente riservati ad eventi televisivi, come l'eliminazione di un concorrente da Amici? Può essere, ma ritengo che il vero schock stia proprio nella reazione, non nella proposta.

1 commento:

  1. mater mediterranea22 settembre 2010 08:45

    Si, Sarko,ha parlato come il bambino della fiaba : il re è nudo. Speriamo che gli altri "grandi"ne prendano atto.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.