giovedì 1 novembre 2007

Il Sergente di Marco Paolini

Ho sempre sentito parlare di un parente disperso durante la campagna di Russia (1941-1944), ma non avevo mai colto appieno quali sofferenze patirono queste persone.
Il Sergente, di Marco Paolini, è un'opera teatrale che ti immerge in un mare di sensazioni, ti fa sentire quasi l'odore di una trincea che puzza di merda, sudore e umanità morente, che ti porta inevitabilmente a capire che la guerra è una gran cagata.
Grande Paolini, la tua interpretazione mi ha “strizzato” il cuore!

Marco Paolini

6 commenti:

  1. Se non sbaglio in questi giorni ci dovrebbe essere il suo spettacolo a Cagliari, ma non ricordo quando e dove.

    RispondiElimina
  2. Peccato, avrei voluto vederlo.

    RispondiElimina
  3. Daniè falla piu' complessa la pubblicazione del commento, così tra un pò i tuoi post non li commenterai nemmeno tu!!!
    CAZZO!

    RispondiElimina
  4. Finalmente, coì va meglio!
    CAAAZZO!

    RispondiElimina
  5. ma l'hai scritta tu la presentazioncina?
    mi hai toccato il cuore, porc'atzidente!

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.