martedì 9 settembre 2008

Ascolta un bambino

"Disciplina, rigore, impegno non sono valori che appartengono al passato ma attualissimi"
Queste sono le parole di Mariastella Gelmini, ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca dell'attuale governo Berlusconi IV.
"Disciplina, rigore, impegno", mancano solo onore e patria per poterle paragonare alle parole di un signore che si barricò a Salò per scappare dai partigiani che, bisogna ricordarlo, liberarono gran parte del nostro paese dalla dittatura fascista.
Le parole di un bambino posso farci capire che il nostro ministro ha una concezione dell'educazione quantomeno anacronistica, proviamo ad ascoltarle:
(grazie a Wayl e Bry per l'ispirazione)

5 commenti:

  1. D'altronde anche l'educazione è un'arma nelle mani di chi detiene il potere. Durante la vita si parla la lingua che si sente da bambini.

    Libertà!

    RispondiElimina
  2. vabbè se insegnate nel modo giusto disciplina, rigore ed impegno non possono far altro che migliorare questa nazione di merda

    RispondiElimina
  3. @Wayl il saggio
    hai sempre ragione.
    @Simone
    Io insegnerei il rispetto delle cose e delle persone. L'impegno te lo "regalano" quando la lezione è "piacevole".

    RispondiElimina
  4. "Io insegnerei il rispetto delle cose e delle persone"
    Non intendevo escludere altre categorie tipo: animali, piante e tutto il resto.:)

    RispondiElimina
  5. disciplina, rigore ed impegno di certo non escludono il rispetto delle persone. Dunque ben venga anche questo insegnamento(se così si può chiamare).La disciplina, il rigore e l'impegno hanno lo scopo di educare e di istruire bambini e ragazzi ad affrontare il mondo. Il rispetto delle persone serve alla civile e pacifica convivenza.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.