domenica 23 novembre 2008

L'egoismo del Papa

cattiva religione(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 23 NOV - "Se ciascuno pensa solo ai propri interessi, il mondo non può che andare in rovina". Lo rimarca Benedetto XVI.

Verissimo, non si può continuare con questo egoismo dilagante, però sarebbe auspicabile che chi predica bene poi non razzoli male. Accantonando la critica sul deprecabile utilizzo dell'8x1000 da parte del Vaticano, si può evidenziare che anche i suoi "servitori" hanno dei privilegi che non salvaguardano di certo l'interesse della comunità:

(…) Tra il 2004 e il 2007 sono stati assunti oltre 15 mila tra maestri e professori di religione. Adesso superano i 25 mila, e cifra più cifra meno costano costano 800 milioni all’anno. (…) mentre da tutte le parti ci si affanna per razionalizzare, accorpare risparmiare, l’insegnante di religione è attribuito rigidamente per classe. Questo vuol dire che c’è sempre, anche se solo uno studente di quella classe opta per l’insegnamento della religione. (..) se ci sono due classi con dieci studenti ciascuna che scelgono la religione, queste non si possono accorpare per quell’ora. Un meccanismo che moltiplica le ore e le cattedre. (…) Vale la rassicurazione del ministro Gelmini: “gli insegnanti di religione non si toccano”. (…) l’insegnante di religione immesso in ruolo non perde il posto, ma può far valere i suoi titoli per insegnare altre materie:scavalcando altri precari con meno santi in paradiso. (da dio non si taglia, di Renata Carlini, L’espresso, 27 – 11 – 2008, p. 89)[fisicamente.net]

Santità, si guardi in casa prima di proferire insegnamenti a noi umili peccatori.

9 commenti:

  1. NOArticolo scopiazzato dall'informazione di regime della religione sinistra, la bibbia dei fedeli anticristiani l'espresso.

    da dio non si taglia, di Renata Carlini, L’espresso, 27 – 11 – 2008

    Quando la gente non ha più una fede, non ha più punti di riferimento, non ha più certezze, è disposta a credere a tutto.

    E di questo ne approfittano alcuni atei bramosi di potere per lanciare una feroce campagna denigratoria contro la Chiesa, contro la figura di Cristo, contro i simboli cristiani.

    Perchè, non dimentichiamolo, come ci sono gli antisemiti, ci sono anche gli atei militanti anticristiani, che vogliono intenzionalmente distruggere il Cristianesimo e la Chiesa cattolica, e che usano gli incerti e gli insicuri come massa di manovra, come utili idioti nella loro guerra.

    Le persecuzioni sono già cominciate, in Asia. Se costoro prendessero il potere anche da noi, i cristiani dovrebbero prepararsi alle stesse persecuzioni che hanno subito i loro fratelli ebrei.

    RispondiElimina
  2. Tu hai diritto di credere nel tuo dio come io ho diritto di criticare chi approfitta del tuo credo per dominarti.

    RispondiElimina
  3. Markus mi sembri un po' fanatico. Che dici?

    RispondiElimina
  4. @sam hai ragione, Cristo predicava di diffondere il suo verbo, quindi ...
    @Simone Su oknotizie scrive di non essere credente. Il che peggiora le cose.

    RispondiElimina
  5. erripotter e il calice amaro23 novembre 2008 19:14

    oddio, Marcus, "la gente è appunto disposta a credere a tutto", ed è sconvolgente: ad esempio che un pezzo di pane sia carne "sub specie pani" (per il vino, idem); che qualcuno è morto per noi e che noi siamo salvi in forza del suo sacrificio (cosa che storicamente non è affatto accertata -e come potrebbe esserlo?!?!?!? cosa c'è di razionale nel salvare dal peccato e risorgere dalla morte? ma non fatemi ridere!!!!); è disposta a credere che un tizio biancovestito parli a nome della divinità (ti ricordo che le sibille -e assimilate- parlavano anche'esse in nome della divinità quando la religione "ufficiale" era quella che oggi si chiama "pagana", tranne scoprire oggi che le sibille stesse erano delle povere invasate da acidi e che altro...); e -per venire a noi- c'è sempre qualcuno disposto ad accettare che nella fantomatica ora di religione (risultato obbrobrioso del fascistissimo concordato riveduto e corretto dall'eroe di patria Bettino) si faccia religione cattolica (cfr concordato), mentre per lo meno si potrebbe studiare un po' di sana storia delle religioni (tra cui anche la cottolica) non foss'altro perchè è bene conoscerla un po' per capire i fatti storici.
    Ma è un pio sogno il mio...
    i valori base del rispetto, dell'umanità, dell'amore, della solidarietà, etc -per venire di nuovo a noi- non li ha mica inventati il cristianesimo, eh attenzione!, li ha solo veicolati dalla storia passata dell'uomo insieme alla personale rivisitazione-invenzione delle cose "ultraterrene" (?). Quindi, rasoio di Occam alla mano (e attenti a non tagliarvi: è affilatissimo e da barbiere), fuori le cose inutili e teniamoci strette quelle utili. Una fra tutte: la sana razionalità dell'uomo, che ogni volta che scopre qualche cosa di nuovo, dice (tra parentesi) che un pezzo di mistero religioso è andato a farsi friggere.
    continuerei per ore.... ma scappo: mi inizia il programma preferito a RadioMaria! ciao!

    RispondiElimina
  6. tranne il "rasoio di Occam" condivido tutto.

    RispondiElimina
  7. erripotter e l'amaro calice23 novembre 2008 20:19

    errata corrige: "sub specie panis": abbiate pazienza...la foga...
    mi è venuto in mente subito dopo il Salve regina...
    @dangp:
    non ti piace il rasoio? e come li fai i tagli se no?

    RispondiElimina
  8. Erri, mi sei caduto sul latino! Anche i grandi sbagliano. Preferisco il machete.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.