giovedì 19 febbraio 2009

In Afghanistan con Obama

Barack ObamaLe camere hanno approvato il decreto legge che rifinanzia tutte le missioni militari italiane all'estero. Il contingente italiano in Afghanistan supererà quota 3.000 uomini con una spesa di 242 milioni di euro per i prossimi sei mesi. È questa la risposta del nostro governo alla chiamata alle armi di Obama che, a sua volta, si appresta a mandare 17 mila soldati nella terra dei Talebani.
L'Obama salvatore della patria per ora si allinea alla politica estera del suo predecessore, quella politica che questo blog ha sempre condannato e che non smetterà di condannare solo perché adesso c'è un democratico alla Casa Bianca.
In "Obama non sarà il salvatore del mondo":
Obama non sarà il salvatore del mondo, non dirà mai alla sua nazione che il loro tenore di vita è troppo alto per un mondo così piccolo e, probabilmente, la sua politica estera seguirà la linea tracciata da Bush.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.