domenica 14 giugno 2009

In Iran opposizione in rete

In Iran, continuano gli scontri fra i sostenitori di Mir Hossein Mousavi e la polizia. 170 arresti fra i dimostranti che protestano per i sospetti brogli a favore di Ahmadinejad. Pare che Mousavi sia agli arresti domiciliari, ma lui continua la sua protesta attraverso la rete.
Il suo contatto su twitter funziona ancora:


Ha anche un canale su You Tube:


e un album su flickr:


Speriamo che anche in Iran siano accessibili.

13 commenti:

  1. No alla teocrazia! Viva la libertà!
    Libertà di espressione! Libertà di parola!

    RispondiElimina
  2. "mi ricordo dei discorsi belli tondi e ragionevoli...belli tondi e ragionevoli"

    RispondiElimina
  3. Non è il mio gene, però l'ho trovata:
    trafitto cccp :)

    RispondiElimina
  4. Canzone meravigliosa ma...il senso era nella frase.

    RispondiElimina
  5. Si certo, il link alla canzone era per quelli come me che non la conoscevano.

    RispondiElimina
  6. Il riferimento alla canzone non era fine se stessa...mi auguro che si sia capito...se cosi non fosse inserisco questo link
    http://fulviogrimaldi.blogspot.com/2009/06/dopo-larancione-la-rosa-la-velluto-ecco.html
    Aspetto di sentire voci critiche e non "discorsi belli tondi e ragionevoli"

    RispondiElimina
  7. Stavo per scrivere qualcosa in proposito. Hai fatto bene a mettere il link, ma non ci sono fonti nel pezzo e non ho le competenze di Grimaldi. Forse ne farò uno più "morbido", non serve tirare in ballo la cia per calmierare gli animi pro Mousavi.
    Comunque l'ho letto dopo questo:
    IL TIMES E BERLUSCONI: MACCHE’ NOEMI
    e dunque ero un po stanco di leggere supposizioni. Ciao.

    RispondiElimina
  8. Tu hai fonti certe che ci siano stati brogli?
    Grimaldi riporta fonti e rapporti della CIA sul passato di Mousavi.
    Barnard fa supposizioni certo (quando le fa e non si basa su documenti inconfutabili), ma sempre fuori da ogni schema a cui noi, neanche lontanamente ci siamo avvicinati.
    d'accordo?

    RispondiElimina
  9. "Tu hai fonti certe che ci siano stati brogli?"
    No.

    "Grimaldi riporta fonti e rapporti della CIA sul passato di Mousavi."
    Nessuna fonte, solo le sue parole.

    "quando le fa e non si basa su documenti inconfutabili"
    Sbagliato, i suoi scritti hanno sempre riportato le fonti necessarie, come quest'ultimo pezzo.

    RispondiElimina
  10. ...Del compare di Mussavi, Ghorbanifar, si legge nel rapporto Walsh su Iran/Contra: “Ghorbanifar, informatore Cia, fiduciario del primo ministro Musavi, si fece prestare da Kashoggi milioni di dollari,ecc ecc ecc...

    Non è una fonte questa?

    Barnard e le sue fonti lo rendono inattaccabile. Non inventa nulla.
    In questo caso ha fatto sue considerazioni, che gli sono ancora concesse, spero.

    RispondiElimina
  11. No, mi deve mettere fonti attendibili sulla relazione fra Mussavie e Ghorbanifar. Soprattutto devono essere on-line. Io non ritengo che quello che scrive non sia vero, però a tutto c'è un limite.

    RispondiElimina
  12. Beh possiamo stare a discutere fino a domani senza che ne io tu abbiamo torto o ragione...la cosa fondamentale per me era creare la discussione che non c'era.
    Meglio questo che quei discorsi "belli tondi e ragionevoli" che leggevo all'inizio dei commenti di questo post.
    Era sufficiente farsi una domanda semplice e alla portata di tutti...ci fidiamo di quello che riporta la stampa ufficiale?
    No? e allora cerchiamo.

    RispondiElimina
  13. Io penso che la stampa "ufficiale" riporti quasi tutto ciò che c'è da sapere. Bisogna essere bravi nel leggere tra le righe e scovare i trafiletti nascosti negli angoli delle pagine. Comunque non basta e per il resto c'è internet.
    Ps: quasi tutte le mie fonti sono della stampa ufficiale.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.