martedì 23 giugno 2009

Materializzazioni femminee

Ricevo e pubblico con piacere:


Il nostro Presidente del Consiglio consuma rapporti sessuali con procaci donnine messe a disposizione da un giovane e rampante imprenditore che dichiara apertamente di essersi così voluto ingraziare l’anzidetto Capo di Stato.

La reazione della maggior parte della gente si divide in due fronti: c’è chi si indigna per la bassezza morale del premier e tira in ballo lo sfruttamento della prostituzione; c’è chi lo giustifica in qualità di rappresentante del maschio latino e considera che in effetti lui non ha pagato nessuna delle suddette per cui… prostituzione… insomma…

Ben pochi evidenziano a sufficienza il fatto che quei favori fossero elargiti con lo scopo di ottenere qualcosa, di snellire alcuni iter, di saltare la fila. Corsi e ricorsi storici.

Anche stavolta però la legittima difesa è dietro l’angolo: Egli non poteva sapere il perché e il percome di queste celestiali materializzazioni femminee! In effetti lui andava a Palazzo Grazioli, domicilio del Presidente del Consiglio, vi trovava delle belle ventenni poppute e cosa faceva? Quello che farebbe qualunque settantenne, padre di famiglia e paladino dei valori cristiani: le trombava!

Evviva l’Italia! Evviva la Repubblica!

Libano

4 commenti:

  1. Egli vuole essere di esempio per una nazione moderna e multietnica, mostrando un profondo interesse per le culture provenienti dell'Est, forse fondamentali per uno stato laico tanto acclamato dai suoi elettori (??)
    Inoltre adora aggrazziarsi con molte "grazie": Grazia, Graziella e grazie al...Topolanek!

    Sim-1

    RispondiElimina
  2. non solo per le culture provenienti dell'Est, penso si interessi di tutta la bussola :)

    RispondiElimina
  3. Complimenti a Libano per il post, era da tanto che in questo blog non se ne leggevano di così validi. :)

    RispondiElimina
  4. Oooh! Piano eh! Ricordati che siamo in due :)

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.