mercoledì 3 giugno 2009

(S)consigli di voto

Molti blogger, in questo periodo pre-elettorale, stanno elargendo consigli di voto in gran quantità. Chi vi scrive non ne ha mai dato, ha "alluso" forse, ma non è mai stato esplicito.
Partiamo da un dato di fatto: "Ladri di marmellate", non so se ve ne siete accorti, è di Sinistra. Dunque non ha senso dar martellate al centro-destra pure in questo post, sarebbe scontato.
Per questo motivo cercherò di randellare l'attuale opposizione partendo da questa lista:
carocandidatoL'immagine è stata rubata dal sito www.carocandidato.org che vuole sensibilizzare i politici ad occuparsi di software libero e libertà digitali, ma non è questo l'argomento in questione.

Partiamo dai Radicali. Grandi campagne di libertà sociali per cui vale la pena nominarli. È un vero peccato che auspichino la fine dell'articolo 18 e non abbiano mai aperto bocca sulle stragi della NATO in medio oriente, sul nucleare e sull'ambiente in generale.
I Comunisti son comunisti. Anche loro grandi lotte sociali per chi si fa il culo in fabbrica ma poi, arrivati sulla poltrona, hanno dimostrato un grande attaccamento al potere. In poche parole, hanno appoggiato il futuro PD fino alla morte.
Italia dei Valori è un nome appiccicato, chiamiamola col suo vero nome "lista Di Pietro". È lui il padre padrone, è lui che decide, è lui che impera. Già questo dovrebbe farvi capire che non abbiamo bisogno di un altro ducetto. Ma se non vi basta, si potrebbe ricordare l'episodio del G8 a Genova quando, lui e Mastella, bloccarono la creazione di una commissione parlamentare d’inchiesta per accertare le responsabilità dei massacri perpetrati dalla polizia sui no-global.
Sinistra e libertà. Qui è un po difficile, è come sparare sulla croce rossa. Mi affido a Fulvio Grimaldi che a proposito di Vendola scrive:
Poi venne faccia-di-gomma Svendola e svendette il bene comune alla solita SPA, gradita ai poteri criminali. De Magistris, candidato dell’IDV, ha dichiarato: ”Io so che la regione Puglia sta lavorando per la privatizzazione dell’acqua che, secondo noi, è un bene pubblico e non deve appartenere ai privati. Loro non vogliono migliorare il servizio, ma solo fare affari aumentando le tariffe agli utenti". Non male per un dipietrista. Del resto con il suo coraggio, il suo lavoro, la sua resistenza ai soprusi e alle persecuzioni dei potenti, i suoi colpi di bisturi nel tumore del malaffare mafioso-giudiziario-politico, De Magistris ha dimostrato più comunismo, che lo sappia o no, di tanti sedicenti tali.
Ora viene il turno del PD... è difficile, troppa roba da scrivere e potrei annoiarvi.
Vado un po a braccio e senza fonti, non dovrebbe essere difficile trovarle. Vediamo un elenco rapido:
  • Legge sul conflitto d'interessi dimenticata nel cassetto.
  • Negazione delle frequenze a Europa7.
  • Complici dei massacri in Afghanistan.
  • Mancata revisione dell'8x1000.
  • Continui appoggi al PDL per proteggere la Casta.
  • Il famoso Fassino a Consorte: "Abbiamo una banca", è tutto un programma.
  • Dico non Dico forse Pax.
Penso che possa bastare. Buon voto... per chi ci va.

PS: Il post non vuole essere "il Verbo", si accettano tutte le critiche del caso.

Aggiornamento (h 15:50 - 4 giu 2009):
Prima di tutto grazie a tutti per le "critiche del caso".
Prendiamo la più "dura":

Blogger SolarTime ha detto...Caro dangp, quando affermi che Di Pietro e Mastella negarono la commissione d'inchiesta per i fatti del G8 di Genova, ometti le motivazioni.
Con riferimento a Di Pietro, lui motivò questa sua decisione dicendo che una commissione non avrebbe avuto senso se fatta per indagare solo su una parte (le forze dell'ordine) e non sull'intero e triste scenario di quei giorni che ricordo, vide una città semidistrutta.
Atti criminali sono stati compiuti anche da UNA PARTE dei no-global, così come da UNA PARTE delle forze dell'ordine. Che senso ha dunque una commissione d'inchiesta che indaga solo su uno dei due soggetti?
Per chiarire meglio consiglio questo video.


Io penso che non siano da mettere sullo stesso piano gli atti criminosi perpetrati da persone qualsiasi e da forze di polizia. La ragione è molto semplice: sono le forze di polizia che ci devono difendere dai delinquenti e non il contrario. Se poi mettiamo sul piatto un probabile favoreggiamento "politico" dei pestaggi la questione si aggrava ancora di più.
Vedere:
g8-2001 Fare Un Golpe e Farla Franca 4
g8-2001 Fare Un Golpe e Farla Franca 5

22 commenti:

  1. erripotter e la scheda filosofale3 giugno 2009 22:08

    sei il solito scassacazzo!
    presidente siamo con te (zumpampà)
    meno male che silvio c'è (zumpampà e giravolta)

    RispondiElimina
  2. Si, lo so. Ma è più forte di me.

    RispondiElimina
  3. per chi ci và...buon voto a voi.

    RispondiElimina
  4. le critiche politiche possono essere definite tali solo se alla fine viene espressa un'alternativa.
    W DE MAGISTRIS.

    RispondiElimina
  5. Concordo con Giordano.
    Inoltre...non andare a votare corrisponde a stare a guardare la nave che affonda. Da dietro l'oblò.

    RispondiElimina
  6. e bravo: e se mi togli pure Vendola, che ci vado a fare alle urne?!?
    metterò una X a caso?

    RispondiElimina
  7. E non mi sono neanche messo d'impegno perché il post sarebbe stato troppo lungo.
    @Giordano e Bastiano
    L'alternativa è ben nascosta... infatti non l'ho ancora trovata.
    @Saamaya
    E lo so, ma non è colpa mia.

    RispondiElimina
  8. Bastià, questa è una storia già sentita. L'unico modo che avremmo tutti di cambiare veramente le cose sarebbe astenersi in massa dalle urne per non riconoscere la loro autorità.
    Non ti sei mai chiesto perchè ogni volta che qualcuno dice di non andare a votare, loro, i politici,reagiscono come se avessero sentito la più grande bestemmia e iniziano a scalpitare e ad appellarsi al nostro dovere civile?
    Sarà che gli trema la poltrona sotto al culo perchè sanno che hanno il potere solo se noi glielo riconosciamo?
    Per quanto mi riguarda stavolta non ci vado, resto a guardare da dentro la nave che affonda...affondo in allegra compagnia.

    RispondiElimina
  9. Caro dangp, quando affermi che Di Pietro e Mastella negarono la commissione d'inchiesta per i fatti del G8 di Genova, ometti le motivazioni.
    Con riferimento a Di Pietro, lui motivò questa sua decisione dicendo che una commissione non avrebbe avuto senso se fatta per indagare solo su una parte (le forze dell'ordine) e non sull'intero e triste scenario di quei giorni che ricordo, vide una città semidistrutta.
    Atti criminali sono stati compiuti anche da UNA PARTE dei no-global, così come da UNA PARTE delle forze dell'ordine. Che senso ha dunque una commissione d'inchiesta che indaga solo su uno dei due soggetti?
    Per chiarire meglio consiglio questo video.
    Se poi si dicesse: "Apriamo una commissione d'inchiesta per indagare sull'ignobile aggressione alla scuola Diaz nei confronti di ragazzi inermi", allora sarei d'accordissimo con te. Ma se si parla dei "FATTI" del G8... beh... i "fatti" sono tutti: di polizia e no-global! Spero di essermi fatto capire senza fraintendimenti.

    Per il resto, dalle tue righe si evince chiaramente cosa andrai a votare alle prossime elezioni, anche se non l'hai esplicitamente detto. :)

    A Veronica infine, vorrei dire che non andare a votare è come dice Bastiano... guardare la nave che affonda. E non ne sarei così tanto felice, visto che il diritto al voto è stato ottenuto anche grazie a chi per questo ha addirittura perso la vita.

    RispondiElimina
  10. "Per il resto, dalle tue righe si evince chiaramente cosa andrai a votare alle prossime elezioni, anche se non l'hai esplicitamente detto. :)"
    Uh! Tipo? Magari mi aiuti a scegliere... nell'eventualità.
    Per il resto aggiornerò il post a breve.

    RispondiElimina
  11. Grazie per l'aggiornamento del post, dangp! Aggiungo allora che penso che tu abbia quasi ragione dicendo che gli atti criminosi della polizia e quelli delle persone qualsiasi non siano da mettere sullo stesso piano. Ma andiamoci cauti. Anche le forze dell'ordine sono persone come tutte le altre, e anche loro rispondono dei crimini commessi, così come devono risponderne le persone comuni. Certo, se a commettere a crimine è un tutore della legge, la cosa fà senza dubbio più scalpore, ma non per questo và usato un metro di giudizio diverso. Le eventuali aggravanti del caso le deciderà la magistratura.

    In riferimento alla tua domanda precedente, beh... io non lo volevo dire, e del resto mi sembrava di aver capito che non volessi dire neanche tu cosa voterai (o hai sempre votato), ma evidentemente non ti sei fatto ancora un'idea precisa su quale simbolo apporre la tua croce di grafite.

    A me sembrava chiaro, dato che da ciò che hai scritto:

    1.I Radicali sono grandi campioni di libertà sociali ma mai aperto bocca su stragi della NATO, nucleare e ambiente.
    2. I comunisti si attaccano alla poltrona.
    3. Di Pietro è un altro ducetto e ha bloccato la commisisone d'inchiesta sul G8
    4. Del PD hai fatto un elenco di boiate pazzesche che hanno fatto in tutti questi mesi (condivido con te)

    COSA RESTA??? Visto che di Sinistra e libertà hai citato fonti esterne, mi sembrerebbe che non abbia tuoi pensieri certi che affiorano di getto quando si è istintivamente contro qualcosa o qualcuno a ragion veduta.
    Del resto nell'introduzione del tuo post hai detto che:
    Partiamo da un dato di fatto: "Ladri di marmellate", non so se ve ne siete accorti, è di Sinistra
    per cui forse la tua scelta, anche se a malincuore, sarà questa. Mi sbaglio?

    RispondiElimina
  12. Anche se ho citato una fonte esterna non vuol dire che non la sottoscrivo.

    RispondiElimina
  13. Finchè non mi tolgono quei nomi dal PD non lo voto. Concordo con te con le critiche all'IDV ma propone cose che proporrei io, quindi credo che li voterò. Ho già invalidato una scheda alle scorse elezioni. Ma asternersi no. Odio l'idea di rinunciare all'ultimo debole strumento di "scelta".

    Aloha

    RispondiElimina
  14. http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200711articoli/27248girata.asp

    Questo è il politico che vorrei gestisse il mio paese...
    Errare è umano...perseverare è diabolico.
    L'Italia dei valori sta dimostrando il suo senso civico e democratico tutti i giorni.
    Io ho scelto di premiarla.

    RispondiElimina
  15. http://www.lastampa.it/redazione
    /cmsSezioni/politica/200711articoli/27248girata.asp

    RispondiElimina
  16. cosiglio anche questo video:
    http://www.youtube.com/watch?v=c6fEO-5i7bc

    RispondiElimina
  17. Si, lo sapevo. Ma c'è voluta una lettera di travaglio per fargli cambiare idea:
    "In una lettera inviata a Marco Travaglio, però, Di Pietro ringrazia oggi il giornalista di avergli «aperto gli occhi»: «Io e il mio partito ci siamo di fatto allineati sulle stesse posizioni del partito di Berlusconi e di quello di Mastella»"
    La sua natura è quella, a me non piace.

    RispondiElimina
  18. ...in ogni caso, non vi angustiate. Vinceranno loro. E siccome il bene vince e il male perde...

    RispondiElimina
  19. Appoggio dangp sulla questione G8...mi sembra fin troppo elementare.
    Per quanto riguarda le elezioni...avete visto le foto di villa certosa?
    Saluti, buon voto.

    RispondiElimina
  20. Ciao Ve! Le ho viste e il post sopra dovrebbe chiarire la mia posizione in proposito.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.