mercoledì 8 luglio 2009

Colombia, annullate le elezioni del Senato


Nel post "Betancourt liberata, la Colombia no" avevamo accennato alla Colombia come un paese raccontato "in parte". Si parla poco dei contadini fatti a pezzi con la motosega dai paramilitari, di persone gasate, di sei milioni di ettari di terra fertile strappati ai piccoli produttori durante il governo Uribe per poi essere girati alle multinazionali e di un presidente che rischiava di vedersi annullare la sua elezione perché viziata dalla corruzione.
Ebbene, Il Consiglio di Stato colombiano ha annullato l'elezione al Senato, dove fu rieletto presidente Alvaro Uribe, e ha ordinato il riconteggio di oltre 33 mila voti.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.