venerdì 10 luglio 2009

I finti miliardi

Lockheed F-35 Joint Strike FighterAl tavolo del G8 erano presenti i capi di stato dei paesi che in totale possiedono il 50% del Pil mondiale e a quello del G14 la quota sale all'80%. Se poi consideriamo che la nostra spesa militare per l'acquisto dei famosi 131 cacciabombardieri F-35 sarà di 13 miliardi di euro, capite bene che i 20 miliardi di dollari in tre anni per gli affamati del mondo non sono poi questa gran cifra.
"I Grandi della Terra hanno solo ribadito le promesse di Glenaegles e, anche se hanno raggiunto un accordo sui 20 miliardi di dollari destinati alla sicurezza alimentare, rimane ancora da vedere se si tratta di nuovi fondi o dei finanziamenti annunciati cinque anni fa", ha commentato Kumi Naidoo, portavoce della Coalizione globale contro la povertà.
Concludendo, non solo stiamo aiutando con un'elemosina, ma stiamo sciorinando aiuti con dei soldi già promessi.
A occhio e croce si direbbe una gran presa per il culo.

3 commenti:

  1. Il discorso mi sembra di poterlo definire almeno idiota. Se io per casa spendo 1.000 euro l'anno vuol dire che se do in beneficenza 50 euro non erano quella gran cifra? Se arrivo a fine anno in perdita o al massimo in pareggio, i 50 euro che dò sono invece una gran cifra. In questo paese sono proprio quelli che non fanno un cazzo che fanno i ricchi con i soldi degli altri. Bella gente.

    RispondiElimina
  2. "In questo paese sono proprio quelli che non fanno un cazzo che fanno i ricchi con i soldi degli altri"

    è meglio così:

    "In questo paese sono proprio gli sfaccendati che fanno i ricchi con i soldi degli altri"

    Quel "fanno" ripetuto era orribile.

    RispondiElimina
  3. erripotter e il principe mezzoscemo11 luglio 2009 19:19

    la beneficenza ha senso solo se subito dopo predisponi i meccanismi di sblocco delle ragioni che causano la povertà e lo sfruttamento...siccome dalle parti dei paesi poveri (vedi Africa) c'è parecchia ricchezza in materie prime di tutti i colori (se no non mi spiegherei la calata dei falchi occidentali+cinesi e chi vi pare ancora: ci siamo anche noi con l'Eni, o sbaglio?) mi pare "decente" in un bilancio di 1000 euro darne almeno la parte che viene da quegli sfruttamenti...
    il discorso "a bilancio" mi ricorda tanto quella mitica casella "solidarietà" dei vecchi quiz mediaset di MikeBongiorno, la quale fregava un tot di soldini al concorrente: il concorrente si incazzava (e pure io che seguivo da casa, se mi stava simpatico) però la cosa era prevista dal regolamento e - che ci vuoi fare- i negretti col pancione ce li abbiamo e ce li avremo sempre, diceva nostro signore quando volle l'olio profumato tutto per sè...
    la beneficenza è l'altro specchio della necessità di mantenere uno statu(s) quo inalterato, quello tra sfruttato e sfruttatore...cazzi di chi rimane tra gli struttati!

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.