giovedì 19 novembre 2009

Piove! Facebook ladro

facebookilgiornale.it titola: "Censis, l'Italia legge meno: è colpa di Facebook"

Renato Schifani, parlando dello sviluppo dei nuovi media legati a internet e ai social network, dichiara: "non sempre alla maggiore accessibilità corrisponde una migliore qualità dei contenuti" e "il rischio appare più evidente proprio per le persone culturalmente più fragili, in particolare i giovani"

Alessandra Mussolini: "I social network non sono ambienti chiusi. E' possibile violarli, con gravi pericoli per bambini e ragazzi. I dati, infatti, parlano di 30 mila minori adescati ogni anno in rete"

Il fuoco di fila si fa sempre più intenso, sarà colpa del No-B Day o è il progredire della solita valanga di fango verso quel media, cioè internet, che favorisce la libertà d'espressione?
Comunque a me sembra che se la stiano facendo sotto e la cosa non mi dispiace.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.