venerdì 8 gennaio 2010

Rosarno, cisterne come case

Nell'attesa che il ministro Maroni - "Troppa tolleranza" - ripristini le catene per gli schiavi, assisteremo alla caccia al negro calabrese. Finché lo schiavo non protestava tutto era lecito: salari da fame, situazioni igenico-sanitarie da terzo mondo, etc. Poi qualcuno ha sparato.
Giusto ieri, il tg3 ha mandato in onda questo sevizio:

Video: Rosarno, cisterne come case

2 commenti:

  1. Troppa tolleranza, dice Maroni. Vero e sacrosanto. Ma la troppa tolleranza, caro pregiudicato e ministro, è quella che gli Italiani onesti hanno verso di voi.

    RispondiElimina
  2. un vero esempio di integrazione.
    dimissioni per Maroni neanche a parlarne.....

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.