martedì 9 febbraio 2010

Tonì, non c'azzecca proprio

Di PietroFermatelo, non sa quel che fa. Travaglio scrive un pezzo dettagliato sui trascorsi processuali di De Luca e Grillo rincara la dose. Il primo termina con "E ora chi ha stomaco forte lo elegga pure governatore della Campania." e il secondo "Il fine e il mezzo sono la stessa cosa. Se il primo è merda, lo diventa anche il secondo. Tonino, torna indietro." L'arringa difensiva di Di Pietro, riassumendo, è stata: "non c'era altra soluzione, se non votate per noi vince la Camorra".

Tonì con "se non votate noi vince il delinquente", riferito a Silvio, avete perso le scorse elezioni. Oltre ad essere sbagliato il concetto, state ripetendo lo stesso errore. Tonì, non c'azzecca proprio.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.