martedì 20 aprile 2010

Calisto Tanzi chiede perdono

Qualcuno vuole un po' di popcorn? Lo spettacolo si fa interessante, Calisto Tanzi ha reso dichiarazioni spontanee al processo d'appello in corso a Milano per il crack di Parmalat:

Calisto Tanzi«Sono un uomo oggi più che mai solo, schiacciato da una vicenda enorme, ma ancora tenacemente aggrappato ad una fede e alla speranza». «Io ammetto oggi con estrema umiltà di aver fatto errori», «ma io continuo a rivendicare che Parmalat non fosse una grande truffa».«A volte mi manca la parola, non trovo il ricordo. Il mio cervello a volte si ribella, mi abbandona, il mio fisico cede». «Giudicatemi certamente per i miei errori, ma tenete presente la grande complessità del quadro in cui sono inseriti e non dimenticate anche la mia fallace umanità».

Non una grande truffa quindi. Io ho un ricordo diverso, tipo parecchia gente che si è vista bruciare i risparmi di una vita.
Popcorn, siore e siori. Popcorn!

4 commenti:

  1. Il dono della sintesi non ti manca di certo, per cui è davvero un piacere venirti a trovare. Bravo!
    Siamo di fronte al crack di Tanzi, inevitabile, d'altronde: chi non crackerebbe in una situazione simile?

    RispondiElimina
  2. La colonna sonora "Perdono" di Soffici-Mogol è cantata da Caterina Caselli. I testi recitati da Calisto sono del Segretario di Stato Vaticano e Camerlengo di SRC, sua Eminenza Cardinal Tarcisio Bertone. Le lacrime della famiglia Tanzi sono gentilmente offerte da Acqua Marcia.I PopCorn,la Gasosina e le stringhe di liquirizia davanti al mio video,sono miei.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.