giovedì 20 maggio 2010

Per Dio e per la Patria


Le salme avvolte nel tricolore, la sofferenza dei parenti e le parole del monsignore che sovrastano il rispettoso silenzio:
«Per i nostri giovani militari le missioni di pace sono una questione d'amore, per dare dignità e democrazia a chi piange, soffre nelle terre più dimenticate. Ricordiamo che il servizio reso dai nostri figli e da militari di altre nazioni resta un evento scritto per sempre nella storia della pace, un patrimonio che deve irrobustire la coscienza nazionale unitaria degli italiani»

Per Dio e per la Patria, armiamoci e partite.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.