martedì 1 giugno 2010

Israele tiene alla fame i palestinesi

Tra le tante, la fesseria più spaventosa che sparano i filo israeliani è quella sugli aiuti alimentari non necessari a Gaza:
La popolazione di Gaza aveva bisogno di aiuto urgente? Israele afferma che si tratta di scuse: nella settimana dal 2 all’8 maggio [...] dai valichi di Israele sono passati alla gente di Gaza 1.535.787 litri di gasolio, 91 camion di farina [...] etc etc... Non era la fame dunque che metteva vento nelle vele delle navi provenienti da Cipro con l’aiuto turco.

È falso. È risaputo che Israele tiene alla fame i palestinesi e dai valichi fa passare giusto il necessario per sopravvivere. L'ultimo articolo che testimonia questa brutalità fa venire la pelle d'oca:
Il documento più stupefacente è certamente il "Food Consumption in the Gaza Strip - Red Lines". Secondo quanto riferito dalla Bbc, in questo testo sarebbe stimata la quantità di carboidrati e calorie di cui gli abitanti della Striscia avrebbero bisogno, tenendo conto di parametri quali l'età e il sesso.

Farli sopravvivere ma non vivere, le morti per fame potrebbero attirare l'attenzione dei giornalisti.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.