lunedì 7 giugno 2010

L'Iran come l'Iraq

Sta succedendo di nuovo.
Le stesse forze - con alcune nuove aggiunte e meno alcuni disertori intelligenti - che hanno spinto gli Stati Uniti in una guerra inutile e mortale con l'Iraq, ora si stanno organizzando per la prossima guerra.
Questa volta l'obiettivo è l'Iran, che, proprio come l'Iraq, si dice sia in procinto di creare armi di distruzione di massa.
Inoltre, proprio come l'Iraq, il suo presidente è un probabile pazzo determinato a distruggere Israele.
[...] la banda Cheney portò l'America ad una guerra per deporre Saddam. L'obiettivo: trasformare l'Iraq in un protettorato americano, al fine di realizzare decine di miliardi di dollari per sé e per i loro alleati.

L'ha scritto MJ Rosenberg su huffingtonpost.com, uno dei blog più linkati al mondo. A confronto i giornaletti di destra nostrani hanno la stessa influenza di una formica su un elefante.


Via comedonchisciotte.org

3 commenti:

  1. Mi torna in mente la frase di Fossati: "...se sapessero di agitarsi su di una polveriera..."

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.