giovedì 15 luglio 2010

Socci e i misteri della fede

Io non riesco a capire quelli che pregano Dio per miracolare una persona, una sola. Ho letto sul Corriere che la figlia di Socci è uscita dal coma. Non penso ci sia bisogno ma lo scrivo: mi fa immensamente piacere.
Dice Socci che, per prima cosa, ringrazia «i moltissimi che hanno pregato e pregano per Caterina». Perché? Perché bisogna pregare Dio per salvare solo una persona? E gli altri che non si risvegliano? Perché bisogna pregare Dio per non farci soffrire? Allora non è buono come dicono: "Il nostro Dio infatti è molto buono e misericordioso" (TILC) (Luca 1:78).
Misteri della fede.

3 commenti:

  1. se vuoi prego per te.

    RispondiElimina
  2. Quindi se io (ipotesi, eh) fossi una persona molto devota e cattolica eccetera e fossi, per pura sfiga, sola al mondo, il buondio™ in caso di necessità mi lascerebbe crepare perché nessuno pregherebbe per me. Un po' stronzo, questo buondio™.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.