lunedì 2 agosto 2010

Sardegna 1959. L'Africa in casa

Se avete 5 minuti, guardatevi le foto pubblicate da "L'espresso" sulla Sardegna poverissima del '59. "Bambini che dormono sui pagliericci, donne che lavano i panni al fiume o portano l'acqua a casa con le brocche in testa."

6 commenti:

  1. molto bello e immodificato...quasi

    RispondiElimina
  2. Beh no, qualcosa è cambiata :)

    RispondiElimina
  3. è cambiato tantissimo: ora abbiamo 5 canali di Videolina sul digitale terrestre e possiamo sfogliare l'Unione Sarda su iphone!

    RispondiElimina
  4. mater mediterranea3 agosto 2010 18:23

    Abbiamo anche "pezzi2 importantissimi della P3.Comunque sono sono cambiate tantissime cose, sono abbastanza vecchia per ricordare che mia nonna mi mandava alla fonte a portare su "vrash'hu de s'abba",cucinava sul fuoco di legna, accendeva la lampadina nelle occasioni speciali e lavava i panni nella"brassa" del cortile.Ora nei pagliericci facciamo dormire i rumeni:si fa in fretta a dimenticare.

    RispondiElimina
  5. cercavo foto della sardegna e o trovato questo articolo dell'espresso e bellissimo non e vero che eravamo poveri io sono nel 1952 e mi ricordo e da quello che mi diceva mamma, i miei parenti nel dopoguerra sono imigrati in sud america, dopo quello che hanno visto li anno scritto a noi dopo che hanno visto dove si sono sistemati mia zia detto l'america non è quì ma in italia

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.