martedì 5 ottobre 2010

Fanghi rossi


Budapest, 5 ott. (Adnkronos/Ign) - È di quattro morti il bilancio delle vittime in Ungheria per uno sversamento di fanghi liquidi rossi, residui tossici della bauxite utilizzata per la produzione di alluminio, che minaccia diverse località nella zona occidentale del paese.

L'immagine sopra ritrae il deposito dei fanghi rossi prodotti nella zona di Portovesme, in Sardegna. Tanto per ricordarcene.

1 commento:

  1. Portovesme come disastro in Ungheria? Esiste un serio pericolo di inquinamento? se dovesse avvenire una fuoriuscita di fanghi rossi nel mare sarebbe un disastro ambientale per la Sardegna dagli effetti immaginabili sul territorio.
    Cerchiamo di sviluppare l'agricoltura, il turismo e l'energia solare.
    Franco

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.