lunedì 11 ottobre 2010

Gli Stati Uniti hanno detto no al reattore EPR

Gli Stati Uniti hanno detto no al reattore EPR e
pochi giorni fa è stato reso noto il rapporto Roussely, firmato dall’ex amministratore delegato di Edf, in cui si ammette un sostanziale fallimento dell’Epr la cui credibilità “è stata seriamente minata dalle difficoltà incontrate sia nel sito di Olkiluoto che a Flamanville, in Francia”. A quanto pare c'è un unico paese che sente un’incontenibile pulsione a ospitare questi impianti: l’Italia.
Eco-Logica

Siamo proprio i migliori.

1 commento:

  1. mater mediterranea13 ottobre 2010 08:19

    certo che siamo i migliori:proprio ieri (alcuni secoli fa) NOI abbiamo scoperto l'America.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.