martedì 21 dicembre 2010

Anche Sallusti è fascista

Ad Agorà, Mario Adinolfi e Sallusti, il direttore de "il Giornale", hanno avuto uno scontro verbale quando si è parlato delle manifestazioni in piazza. Sallusti ha insultato Adinolfi e poi gli ha augurato di essere preso a bastonate. Ma questo è il minimo. In un impeto di fascismo rampante, infatti, si è augurato che la polizia spari sui manifestanti con cui si scontra. Guardatelo perché è impressionante:



A proposito: Sallusti è nipote di Biagio Sallusti, tenente colonnello della Repubblica di Salò. Buon sangue...

5 commenti:

  1. attilio (senza padrone)21 dicembre 2010 23:26

    mio nonno diceva sempre "quand la merda la munta in scagn, o la spuza o la fa dann". Da parte mia ggiungo che una persona dell'età di Sallusti che si vende ad un padrone è solo un miserabile scarafaggio fallito

    RispondiElimina
  2. sallusti parla a vanvera perche' e' fatto, male, .....guardategli gli occhi ..e in piu' di vigliaccheria se ne intende offende sempre a dovuta distanza dall'offeso.. sallusti starebbe bene nelle fogne.. senza offesa per le talpe..

    RispondiElimina
  3. Condivido in pieno il pensiero del nonno di Attilio.

    RispondiElimina
  4. Le bugie di Sallusti nipote: i fatti che riguardano suo nonno sono datati 1943 quando la republichetta di Salo' era appena stata fondata, altro come afferma alla fine della guerra aprile 1945. Questo per verità storica e per evitare inutili revisionismi.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.