giovedì 2 dicembre 2010

B, per gli USA va bene così


Traduzione da ilPost:
La dipendenza dalle fonti energetiche della Russia, gli accordi poco trasparenti e molto vantaggiosi tra Italia e Russia, e un rapporto personale molto stretto tra Berlusconi e Putin hanno distorto le visioni del primo ministro a tal punto da convincerlo che buona parte delle frizioni tra Occidente e Russia siano causate dagli Stati Uniti e dalla NATO.

La parte evidenziata, originale come scritta sul Guardian, riporta la frase "gli accordi poco trasparenti e molto vantaggiosi tra Italia e Russia". Tale affermazione non deve trarvi in inganno: gli USA vogliono Berlusconi. Nel rapporto dell'incaricata d'affari dell'ambasciata USA Elizabeth Dibble diffuso da Wikileaks, infatti, vi sono continui riferimenti ai difetti di B accompagnati da richiami alla sua affidabilità:
Berlusconi [...] ci ha aiutato a sviluppare i nostri interessi su molti piani in un modo e una dimensione che il governo precedente non era intenzionato o capace di perseguire[...]

Viene descritto come un politico maldestro, egocentrico, bizzarro... e leale. Fa quello che gli statunitensi chiedono senza troppi problemi e per loro va bene così.

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.