venerdì 18 marzo 2011

Tangenti sul nucleare

A maggio 2009 arriva a Roma il Mister Energia di Obama, Steven Chu, per cercare di piazzare la loro tecnologia nucleare in Italia.
L'ambasciata lo mette in guardia: "L'intensa pressione dei francesi, che forse comprende tangenti ("corruption payment") a funzionari del governo italiano, ha aperto la strada all'accordo di febbraio tra le aziende parastatali italiana e francese, Enel e Edf [...]. L'intesa [...] può imporre quella francese come tecnologia standard per il ritorno dell'Italia al nucleare".

Tangenti sulla pelle delle persone, ho la vaga impressione che nessun italiano si stupirebbe.

4 commenti:

  1. sbaglio o c'è notizia di reato?

    RispondiElimina
  2. Così pare, qualche magistrato comunista potrebbe aprire un'indagine.

    RispondiElimina
  3. Ti garantisco contro un imprevisto?
    http://orahovistotutto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Si deve approfondire la questione ...
    Per ns. fortuna abbiamo una magistratura indipendente che magari sta già indagando! Vedremo.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.