lunedì 9 maggio 2011

Vendola e l'omofobia

Vincenzo Franco, emerito vescovo di Otranto, ha detto:
A questa gente come Vendola, i vescovi e i sacerdoti sappiano dare un bel calcio nel sedere. Se muore un gay certamente me ne dolgo e prego per lui, ma non posso celebrare una messa funebre per la semplicissima ragione che è morto senza pentimento, senza cambio di vita e da pubblico peccatore, pietra di scandalo.
Non darei la comunione a Vendola perché ostenta la sua condizione perversa e malata di omosessuale praticante.

Ali Abu Shwaima, imam della moschea di Segrate, ha detto:
I musulmani di Milano non devono votare i candidati della lista di Sinistra ecologia e libertà perché il suo leader Nichi Vendola, in quanto omosessuale, ha una condotta che non va d'accordo con l'etica islamica.

Beppe Grillo, sempre rivolto a Vendola, ha detto:
"At salut, buson" che tradotto dal bolognese sta per "Ti saluto, culattone".

Quando si dice... niente, ho finito le parole.

1 commento:

  1. Diceva Dante, in altro contesto: "E se non piangi, di che pianger suoli?" Ecco,sentendo il vescovo, l'imam e Grillo mi verrebbe da dire le stesse parole di Dante; di che cosa piangiamo se non di questa abissale ignoranza, cattiveria, stronzaggine ,malafede che deturpa la chiesa, lo stato,la società,noi tutti, qui impotenti e inermi a subire le "esternzioni" di questi abitanti della" serva Italia..... non donna di provincie ma BORDELLO. (Se è vero che hanno detto questo, perchè non è facile credere che esistano vescovi così buoni ..pastori)
    mater mediterranea

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.