sabato 18 giugno 2011

Pensa, Fabio Federico

di pugioba

Dover sentire nel 2011 (ma se fosse stato il 1969 mi sarei stupito di più) dalla bocca di un pubblico amministratore qual'è Fabio Federico, sindaco di Sulmona, discorsi medievali sull'omossessualità, è deprimente e...noioso. Ecco, è noioso. Pensi ad amministrare il suo comune, pensi che per questione statistica anche parecchi suoi concittadini sono omosessuali. Pensi che ricopre una carica pubblica pagata con i soldi di tutti. TUTTI. Senza distinzioni. Pensi che anche alcuni suoi conoscenti, parenti, avi, discendenti, sono e saranno omosessuali. Statistica. Pensi...ai fatti suoi, visto che cavillare sull'orientamento sessuale delle persone è materia su cui nessuno ha titolarità. Pensi che se è un medico e pensa di poter curare quella che ritiene essere una malattia, quando è risaputo che non lo è, potrebbe essere il caso di appendere lo stetoscopio e il titolo al chiodo. Pensi, ma forse è chiedere troppo.

http://ecodelpulcino.blogspot.com/2011/...

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.