domenica 9 ottobre 2011

Il tunnel tecnologico della Gelmini

La Gelmini ancora sul famoso tunnel:
Quel giorno eravate al Quirinale, avevate affidato il comunicato a un giovane, non l'avete controllato.
"Al primo incidente di percorso ho pagato un prezzo alto, sono stata travolta dalla velocità di internet e dalla replica sbagliata: il secondo comunicato parlava di polemiche strumentali e non erano parole mie. Bastava chiedere scusa, e farci su un po' d'ironia. So che non esiste un tunnel da Ginevra al Gran Sasso, ho visitato il Cern e non ho visto tunnel. Bastava mettere quella parola tra virgolette e aggiungere tecnologico, "il "tunnel tecnologico" dentro il quale sono viaggiati i neutrini".
Ancora! Non esiste nessun tunnel, né tecnologico né immaginario. Dei protoni sono stati accelerati e incanalati in un tunnel che li ha portati ad un bersaglio di grafite. Dalla collisione si sono generati anche i famosi neutrini che hanno continuato a viaggiare nella stessa direzione dei protoni: praticamente sono stati "sparati" verso il Gran Sasso.
Quelli della Lega Nerd lo spiegano meglio, magari spedite il link alla Gelmini. C'è pure un bel disegnino, forse così ci arriva.

3 commenti:

  1. Sarebbe interessante sapere dove sono andati a finire i 45 milioni di euro nominati nel comunicato e a sentir loro serviti per costruire il tunnel.

    RispondiElimina
  2. Vedere la Gelmini e pensare:"as'hingia"e "brassana"è tutt'uno.
    Sono due colorite espressioni che usiamo dalle mie parti per definire una persona meschina,senza spessore, arrogante e ignorante,priva di qualità sia buone che cattive e,infine, del genere troiesco peggiore.
    matermed.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.