sabato 28 gennaio 2012

Giornata della smemoria

di pugioba

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
parlamento.it

In poche parole, riconosce solo gli ebrei come vittime del progetto di sterminio nazista (coadiuvato dai fascisti).
Gli altri milioni di vittime (tra i 5 e gli 11 a seconda delle stime) si arrangino, per loro niente memoria.
Olocausto indica il genocidio ebreo, shoah idem, ma purtroppo sono morte molte altre persone.
Con assoluto intento polemico, vorrei ricordare agli israeliani che la memoria la dovrebbero esercitare sopratutto loro, viste le porcherie che combinano in Palestina (con la P maiuscola, visto che è uno stato).
Un'altra cosa: occupato è un aggettivo. Riferito ad un territorio significa che qualcuno ci si è installato senza diritto e con la forza. Vi dice qualcosa?

Nessun commento:

Posta un commento

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.