venerdì 4 maggio 2012

Uno scout non può essere frocio

I gay "hanno problemi con se' stessi", un fatto "di natura cerebrale" che necessita dell'intervento di uno psicologo. È destinata a suscitare polemiche la pubblicazione degli atti del convegno "Omosessualita': nodi da sciogliere nelle comunita' capi" degli scout dell'Agesci.
www.rainews24.it
Le teorie che ponevano in relazione l'omosessualità e la psicopatologia sono state eliminate dal "Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali" nel 1973. E questi trogloditi stanno ancora lì a ripeterle.

5 commenti:

  1. Perchè non potrebbe essere vero? Magari!

    RispondiElimina
  2. http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/05/scout-cattolici-discriminano-comune-sardo-nega-spazi-pubblici-allagesci/219731/

    RispondiElimina
  3. Ah, dimenticavo: non condivido il titolo del pezzo di Ladri di Marmellate.

    RispondiElimina
  4. Dopo la presa di posizione del DSM c'è stata anche quella dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) del 1990 che definisce l'omossessualità “una variante naturale del comportamento sessuale umano”. Nonostante i fondamenti scientifici che escludono che l'omosessualità sia una malattia, ancora se ne parla, ancora qualcuno pretende di curare, di cambiare, di modificare, di uniformare e appiattire...
    La cosa che più mi rattrista è che anche tra i miei colleghi psicologi e psicoterapeuti l'ignoranza regna sovrana. Si tratta di una situazione molto grave, e ritengo che situazioni di questo tipo debbano essere segnalate agli Ordini di riferimento degli psicologi/guaritori/moralizzatori. Sarebbe auspicabile che altri Ordini, prendesserro posizione al riguardo, come ha fatto l'ordine del Lazio.

    Vi segnalo questo articolo interessante:

    http://www.psicoterapiadinamica.it/2011/04/lomosessualita-non-e-una-malattiama-non-tutti-gli-psicologi-lo-sanno/

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.