sabato 11 giugno 2011

Le 11 balle dei nuclearisti



1- Abbiamo le centrali appena oltre confine, tanto vale farcele noi.
Falso: Per Fukushima, ad esempio, l’AIEA (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica) ha chiesto un’area di evacuazione con un raggio di 40 km. Le vicine centrali francesi e svizzere stanno a più di 100km dal confine con l'Italia.

2- Prima di Fukushima l'unico incidente grave è stato quello di Chernobyl.
Falso:
kyschtym (URSS, 1957) e Three Mile Island (USA, 1979).

3- La centrale di Fukushima era vecchia, le nuove non hanno problemi.
Falso:
le centrali nucleari EPR, quelle tanto volute dal governo, hanno un grosso problema: i sistemi di sicurezza (quelli utilizzati per mantenere il controllo della centrale in condizioni di malfunzionamento) non sono indipendenti dai sistemi di controllo (quelli utilizzati per l'esercizio dell'impianto in condizioni normali). L'indipendenza è importante perché il sistema di sicurezza assicura la protezione contro il fallimento di un sistema di controllo, quindi non dovrebbero fallire insieme.

4- Gli incidenti nelle centrali nucleari sono rarissimi.
Falso:
1.750 perdite, guasti o altri "eventi", hanno infestato le centrali del Regno Unito nel corso degli ultimi sette anni. Nel solo mese di luglio del 2008, abbiamo avuto notizia di 5 incidenti in centrali nucleari di vari paesi, uno era questo:
30 mila litri di una soluzione contenete uranio sono fuoriusciti dal sito nucleare francese di Tricastin (Vaucluse) e una parte si è riversata nei fiumi adiacenti.

5- Il nucleare è l'unica soluzione.
Falso:
Rubbia: "Inutile insistere su una tecnologia che crea solo problemi e ha bisogno di troppo tempo per dare risultati". La strada da percorrere è "quella del solare termodinamico. Spagna, Germania e Usa l'hanno capito. E noi..."

6- Le scorie nucleari non sono un problema.
Falso:
nonostante gli Usa abbiano speso 13 miliardi di dollari per il sito di Yucca Mountain, Obama ha deciso di lasciare le scorie negli stessi impianti che le producono in attesa di un'alternativa migliore. Ci sono voluti studi e 22 anni di dibattiti per arrivare alla conclusione che non esiste un sito veramente sicuro per un arco temporale di un milione di anni.

7- Le centrali nucleari non producono CO2.
Falso:
il ciclo dell'uranio (estrazione, arricchimento, etc) produce CO2. E poi le rinnovabili non ne producono.

8- Importiamo energia elettrica prodotta dalla Francia con le centrali nucleari a caro prezzo.
Falso:
importiamo energia elettrica dalla Francia sopratutto la notte, quando l’elettricità prodotta dalle centrali nucleari, che strutturalmente non riescono a modulare la potenza prodotta, costa poco.

9- L'Italia deve confermare il proprio impegno nella ricerca sul nucleare per non restare isolata dalla comunità internazionale.
Falso:
la tendenza è diversa, la Germania e la Svizzera, infatti, voglio chiudere le centrali nucleari senza costruirne altre.

10- Le centrali nucleari favoriscono l'occupazione
Falso:
i settori del fotovoltaico e dell'efficienza energetica danno un'intensità occupazionale da 3 a 6 volte superiori al nucleare.

11- L'uranio ci rende indipendenti energeticamente
Falso:
l'Italia dovrà comprare l'uranio arricchito dall'estero.

3 commenti:

  1. Io aggiungerei anche che prima di fare i conti col nucleare bisogna sottrarre le spese, ossia: 1)costi e danni in fase di estrazione - 2)costi di trasporto - 3)costi per la costruzione - 4)costi per l'addestramento di tecnici esperti - 5)costi per lo stoccaggio delle scorie - 6)in tutto ciò bisogna tenere conto anche che tra 15-20 anni (il tempo medio di costruzione) è possibile che le richieste energetiche siano aumentate e tutti gli eventuali soldi spesi in centrali sarebbero persi - 7)bisogna considerare che il materiale radioattivo è comunque esauribile e quindi come tutte le cose esauribili più diventa raro e più costa (sulle spalle dei cittadini)

    RispondiElimina
  2. D'accordo su tutto. Tuttavia bisogna continuare a fare ricerca sul nucleare. é indispensabile. Grazie alla ricerca sul nucleare si sono scoperte le più avanzate tecnologie mediche oggi conosciute. Grazie alla ricerca sul nucleare si possono curare alcuni tumori con il Tecnezio 99. Al CERN fanno ricerca sul nucleare.
    Bisogna semplicemente smettere di usare la tecnologia della Fissione. Puntare sulle rinnovabili e andare avanti con la ricerca sulla fusione, le reazioni a bassa energia ecc.. senza scorie a bassa temperatura.

    RispondiElimina

Se non volete lasciare i vostri dati personali basta selezionare "Commenta come: Nome/URL" e scrivere un nome qualsiasi.