domenica 31 agosto 2008

Blu notte - Misteri italiani

Questa sera ricomincia la serie di Blu Notte con i suoi Misteri italiani, conduce il bravissimo Carlo Lucarelli.
Casi scottanti: Wilma Montesi, Salvatore Giuliano, Pier Paolo Pasolini, Vincenzo Agostino e Salvatore Piazza - i due giovani siciliani uccisi dalla mafia - e sulla strage alla stazione di Bologna, nell’agosto 1980, con il suo controverso processo.
Intrecci tra mafia e politica, servizi segreti deviati e altro marciume che fa sempre bene ricordare.
Blu notte - Misteri italiani in onda la domenica alle 21.00 - RAI 3


sabato 30 agosto 2008

I massacri dell'esercito italiano nella colonia libica

Prendendo spunto da gli ultimi accordi Italia Libia, vale la pena ricordare "Il leone del deserto", film realizzato nel 1981 per la regia di Moustapha Akkad.
È un film storico, con la partecipazione di Anthony Quinn nel ruolo del condottiero senussita libico Omar al-Mukhtar, che si batté contro l'esercito di Mussolini precedentemente alla Seconda guerra mondiale.
Questo film è stato praticamente censurato dalle tv italiane perché mostra i massacri perpetrati dall'esercito italiano nella colonia libica.
Eccovi alcuni spezzoni:

venerdì 29 agosto 2008

L'UE non imporrà sanzioni contro Mosca

Bruxelles, 29 ago. (Adnkronos/Aki/Ign) - I capi di Stato e di governo dell'Unione europea non imporranno sanzioni contro Mosca ma intendono mettere "sotto sorveglianza" l'insieme delle relazioni Ue-Russia
Adesso è tutto tornato al suo posto. L'UE non poteva fare altro visto che la Russia le fornisce il 25% del suo approvvigionamento totale di gas e petrolio.
La prossima volta che sentite dire al ministro degli Esteri francese e presidente di turno Ue, Bernard Kouchner, fesserie tipo: "bisogna imporre misure restrittive nei confronti di Mosca", mandatelo a quel paese.

giovedì 28 agosto 2008

La solita italietta

Sempre la solita italietta. Il giochino che si sta attuando alle spalle dei dipendenti Alitalia arricchirà sempre le solite famiglie: Colaninno, Benetton, Ligresti, Marcegaglia, Caltagirone, Tronchetti Provera e altri.
Nel frattempo il presidente della Camera va a farsi un bagnetto all'interno di una riserva integrale, 'zona 1', interdetta cioè a qualsiasi attività che non sia di carattere scientifico. Ah, ma i vigili del fuoco devono spegnere gli incendi o accompagnare i presidenti delle camere a vedere li pescetti ?
L'immobiliarista Danilo Coppola è agli arresti domiciliari a Porto Rotondo, fra la spiaggia e la villa in affitto per, si dice, 100 mila euro al mese. Non male per uno che è accusato di bancarotta, riciclaggio, associazione a delinquere e appropriazione indebita.
Poi ci lamentiamo quando il mondo ride di noi.

mercoledì 27 agosto 2008

Il "tubone" nella Georgia

L'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan è stato inaugurato il 13 luglio 2006. Il costo totale dell'opera è stato di 3.600 milioni di dollari americani così ripartiti:
* BP plc (Regno Unito): 30.1%
* State Oil Company of Azerbaijan (SOCAR) (Azerbaigian): 25.00%
* Chevron (USA): 8.90%
* Statoil (Norvegia): 8.71%
* Türkiye Petrolleri Anonim Ortaklığı (TPAO) (Turchia): 6.53%
* ENI/AGIP (Italia): 5.00%
* Total (Francia): 5.0%
* Itochu (Giappone): 3.4%
* Inpex (Giappone): 2.50%
* ConocoPhillips (USA): 2.50%
* Amerada Hess (USA) 2.36%
È in grado di trasportare un milione di barili di petrolio al giorno.
Il "tubone" ha una lunghezza complessiva di 1.776 km e si estende in Azerbaigian per 440 km, in Turchia per 1.076 km e nella Georgia per 260 km. [wikipedia]

btc
Probabilmente l'irritazione della Nato dopo le recenti dichiarazioni di Mosca non è da ricondurre solo a questo fattore ma i "tuboni" rendono gli animi sempre un po più "frizzanti".

martedì 26 agosto 2008

La solita estate

La solita estate è al termine.
I media ci riempiranno di notizie "fantoccio": esodo con ingorgo e incidenti, calciomercato, vip abbronzati e consigli su come evitare il trauma del rientro al lavoro.
La sbornia olimpica ha rubato la scena alle critiche mosse alla Cina sui diritti civili e ai bombardamenti Usa in Afghanistan che recentemente hanno causato la morte di 76 civili, in maggioranza donne e bambini.
Nel nostro paese, la cronaca nera assolve sempre al suo compito, le notizie su stupri e violenze coprono le malefatte del nostro governo, come ricorda Wil nel suo "io non lodo", con successive interviste ai passanti sconvolti da tante atrocità e che difficilmente sono laureati in psicologia criminale.
Il caso georgiano rientra nella "normale" situazione geopolitica intorno al Mar Caspio. Un'interessante domanda è stata posta da Israel Shamir: "gli americani volevano tastare il terreno della reazione russa?".
L'Africa, come sempre, fa notizia solo quando arrivano i barconi pieni di clandestini. È meglio non parlare delle tragedie che avvengono in quei luoghi lontani, potrebbero far capire il motivo per cui qei poveracci cercano migliore fortuna da noi. Quello che è accaduto ieri nel campo profughi di Kalma ( sud Darfur), ad esempio, è stato uno dei massacri più abominevoli di cui si sono macchiati i soldati sudanesi in questi cinque anni di guerra. 86 morti, tra cui donne e bambini, uccisi a sangue freddo e oltre 220 feriti.
L'estate è stata calda, anche troppo.

giovedì 7 agosto 2008

Buone vacanze

Pausa estiva.
Io vado da queste parti ...



... buone vacanze a tutti.

mercoledì 6 agosto 2008

Riotta e i Blogs

Avevamo già parlato degli attacchi della tv di stato verso la rete dei blogs. A suo tempo ci siamo indignati non poco sentendo frasi tipo: chi scrive in un blog lo fa perché non può “apparire” al grande fratello; una persona “più o meno giovane” ha un blog per apparire e quindi per fare sesso, drogarsi e qualche volta ammazzare qualcuno.
Adesso si scopre, grazie al direttore del tg1, che la rete è un luogo d'incontro per populisti e sovversivi che non accettano il confronto democratico.
Il pensiero del nostro direttore ha il suo culmine di saggezza quando dice:« andiamo verso un mondo dove ci saranno sei miliardi di blogs - magari! - ognuno con un umano che lo scrive e si legge il suo stesso blog. Tutti gli altri lo ignorano e quello che mi diverte enormemente è che i siti si vanno restringendo sempre di più: io e i miei amici contro lei e i suoi amici e ognuno con i suoi amici contro tutto il resto del mondo.»
Con la frase "Tutti gli altri lo ignorano" dimostra chiaramente che non sa di cosa parla.

martedì 5 agosto 2008

Bush sapeva che l'Iraq non aveva armi di distruzione di massa

bush ranchIl Times on line ha pubblicato un interessante articolo sull'uscita di un nuovo libro "esplosivo" di Ron Suskind. Sul libro si afferma che prima dell'invasione dell'Iraq i servizi segreti di sua Maestà avevano saputo, da una fonte sicura, che Saddam Hussein non era in possesso di armi di distruzione di massa. Il resoconto di questa scoperta è stato poi girato alla Casa Bianca che ha provveduto ad insabbiare il tutto.
Ma Bush non aveva detto che si erano sbagliati?

lunedì 4 agosto 2008

Bin Laden non è il capo indiscusso di Al-Qaida

PHOENIXOltre al paragone un po troppo azzardato tra Osama Bin Laden e Che Guevara, le dichiarazioni del capo del Bnd, i servizi segreti per l'estero della Germania, sono molto interessanti.
Secondo lo 007 tedesco Bin Laden non pianifica più gli attentati personalmente, inoltre si nasconderebbe nel territorio di confine tra Afghanistan e Pakistan in cui i governi di entrambi i paesi non hanno praticamente autorità. [Rainews24]
Per i tedeschi non solo gli americani stanno sbagliando il luogo dove cercare il famoso terrorista - ricordate il K2? - ma sbagliano anche nel crederlo il capo indiscusso di Al-Qaida!
Chi dirà per primo:«scusate ci siamo sbagliati»? Probabilmente nessuno.

domenica 3 agosto 2008

Per un capezzolo

tiepoloLa copia del celebre dipinto di Giambattista Tiepolo (1696-1770): «La Verità svelata dal Tempo », posta come sfondo per la sala delle conferenze stampa del governo, è stata velata perché il capezzolo ivi raffigurato era troppo evidente.
Bonaiuti ha dichiarato:«Beh... sì, insomma: quel seno, quel capezzoluccio... Se ci fate caso, finisce esattamente dentro le inquadrature che i tg fanno in occasione delle conferenze stampa e quindi hanno temuto che tale visione potesse urtare la suscettibilità di qualche telespettatore. Tutto qui».[corriere.it]
Il problema è serio: si censurano le opere d'arte ma si fanno vedere tette e culi in tutti gli altri programmi televisivi. Siamo di fronte ad un esempio lampante di mentalità becera e sessista che raffigura il nudo femminile solo come delizia sessuale.
Che il ministro alla cultura si faccia avanti e ... lasciamo perdere.

sabato 2 agosto 2008

Sardegna: terra per poligoni militari

L'aeroporto del poligono militare del Salto di Quirra si farà, cambiano i governi ma le priorità delle aziende costruttrici d'armi e dei militari sulla popolazione civile non si discutono.
Un infuriato Renato Soru dichiara a La nuova Sardegna:«La Sardegna è un bersaglio su 24mila ettari del proprio territorio. Lo è da 50 anni e se è giusto per tutti rispondere all'obbligo della difesa nazionale, si è creato adesso uno squilibrio tale che rispetto ai 24 mila ettari della Sardegna, 12mila più mille nel salto di Quirra 8mila a Teulada, il resto d'Italia ne ha 16mila.»
Vediamo in dettaglio la situazione della regione più militarizzata d'Italia:
1)Poligono sperimentale di addestramento interforze del Salto di Quirra, 12mila ettari più mille , centro Sperimentale di Volo del Comando Logistico, comprende la base e il poligono “a terra” di Perdasdefogu e il distaccamento A.M. di Capo San Lorenzo con il dipendente poligono “a mare”. Il poligono attua le predisposizioni operative, tecniche e logistiche per la sperimentazione e la messa a punto di velivoli, missili, razzi e radiobersagli.
2) poligono permanente di Capo Teulada per esercitazioni terra-aria-mare affidato all'Esercito e messo a disposizione della Nato. 7.200 ettari di terreno cui si sommano i 75.000 ettari delle "zone di restrizione dello spazio aereo e zone interdette alla navigazione". Nel poligono si svolgono assiduamente esercitazioni dell'Aeronautica, della Marina e dei reparti di altri eserciti Nato;
3) aeroporto di Decimomannu, utilizzato dalla Nato per l'addestramento al volo e le esercitazioni nei vicini poligoni di Capo Teulada, Salto di Quirra e Capo Frasca;
4) poligono di Capo Frasca, occupa una superficie a terra di 1.416 ettari e impegna un'"area di sicurezza a mare" interdetta alla navigazione. Utilizzato dall'Aeronautica e dalla Marine italiana, tedesca e Nato per esercitazioni di tiro a fuoco aria-terra e mare-terra;
5) base di La Maddalena-S. Stefano, giganteschi depositi sotterranei per carburanti e per armi e munizionamento navale;
6) Danger 33: si tratta di uno spazio aereo militarizzato di circa 600.000 ettari che grava sul centro Sardegna, sull'area del Parco nazionale del Gennargentu;
7) porto militare di Cagliari, adibito anche all'ormeggio e alla sosta di natanti a propulsione nucleare e armamento atomico;
8) giganteschi serbatoi sotterranei di carburanti navali Nato gestiti dalla Marina a Sella del Diavolo-S.Elia, un vasto deposito sotterraneo di combustibili-avio Aeronautica militare italiana-Nato a Monte Urpinu, collegato da una rete di oleodotti al molo e agli aeroporti militari di Elmas e Decimomannu;
9) poligoni per esercitazioni a fuoco a cielo aperto gestiti dall'Esercito a S.Ena Ruggia-Macomer (1.360 ettari), Valle Bunnari (Sassari), Sicaderba-Arzana, Piantabella (Nuoro), Pala e Cresia-Isili, a Cala Andreani-Caprera, nella riserva naturale orientata, compresa nel Parco nazionale Arcipelago della Maddalena, adibita dalla Marina a poligono per esercitazioni a fuoco a terra e a mare;[www.dalbasso.org]
Si hanno forti sospetti sulla correlazione tra le attività militari e i casi di malattie nelle popolazioni civili che abitano a ridosso dei poligoni. Il caso più drammaticamente noto è quello di Salto di Quirra, in particolare tumori al sistema emolinfatico e alla tiroide, in una percentuale che va decisamente oltre la norma statistica (200% in più della media nazionale).
Nel 1988 Escalaplano (paese nei pressi del poligono di Salto di Quirra) contava circa 2.600 abitanti e il tasso di natalità viaggiava su un trend medio di 19-21 nascite l’anno, tra questi sono nati sei bambini con malformazioni tra i quali anche un caso di ermafroditismo.
La Sardegna è penalizzata da anni, i governi cambiano ma la situazione è sempre la stessa.

venerdì 1 agosto 2008

Ministero per il ribasso sociale

www.innovazionepa.gov.it
Mai visto un sito istituzionale con le vignette e le foto di scritte sui muri contro i dipendenti pubblici. Manca solo la musichetta del circo e il gioco e fatto.
Stiamo cadendo in basso.


Italiani e nucleare

torri di refrigerazioneSecondo Eurobarometro, che ha condotto un'indagine sulla percezione dei cittadini europei a proposito dei rifiuti radioattivi, sarebbe a favore del nucleare il 44% del campione contro il 45% dei no. In Italia l'accettazione del nucleare e' passata dal 30% del 2005 al 43% del 2008.[ansa.it]
Sembra che la campagna pubblicitaria messa in opera dal Governo stia dando i suoi frutti. Quando Scajola apre bocca si sentono sempre le solite parole "Il nucleare è sicuro ed economico" e il messaggio martellante rassicura le persone nonostante gli ultimi incidenti in Europa.
La nostra unica speranza è l'egoismo delle persone: nessuno vorrà una centrale nucleare dietro casa.