giovedì 30 giugno 2011

Due super elicotteri per Berlusconi

Due nuovi super elicotteri per Berlusconi: 50 milioni di euro l'uno, tutti pagati dai contribuenti. Più di trenta aerei a disposizione del governo, sempre a spese nostre. E 8.500 ore di volo nel 2010, il massimo di sempre: per soddisfare ogni capriccio di ministri, viceministri e sottosegretari.
espresso.repubblica.it

Per farvi un'idea della merda in cui siamo immersi, riporto le parole del generale Camporini:
In una vecchia legislatura i presidenti delle Camere erano entrambi milanesi, ma ogni lunedì mattina l'Aeronautica doveva mandare due aerei per portarli a Roma: uno decollava da Linate alle 7, l'altro alle 7.30. I due non gradivano viaggiare insieme e noi non potevamo davvero imporgli di farlo.

Sono andato a curiosare e ho scoperto una coppia di presidenti plausibile: Carlo Scognamiglio, residente a Milano, e Irene Pivetti, nata a Milano ed eletta a Milano.

Cota dimettiti

Michele Giovine è stato condannato a due anni e 8 mesi per le firme irregolari per l'accettazione delle candidature alle ultime elezioni regionali in Piemonte. È stato anche sospeso per due anni dai pubblici uffici e per cinque dai diritti elettorali. Con la Lista Pensionati per Cota aveva portato 27mila voti al governatore leghista.
In un paese civile Cota dovrebbe dimettersi e non dichiarare: «Io mi occupo di fare il lavoro di presidente della Regione. I voti che i piemontesi mi hanno dato sono voti veri e validi»
Ma questo non è un paese civile.

mercoledì 29 giugno 2011

Meno tasse, ci siamo

Per i ricchi: imposta al 35% sulle attività di trading speculativo delle banche, imposta di bollo sulle transazioni finanziarie, sovrattassa per le auto di grossa cilindrata.
Per i poveri: tagli a Regioni ed enti locali per 3,2 mdl nel 2013 e 6,5 mld dal 2014. Meno sevizi.
Ma tornando alle tasse, il Giornale di ieri è stato fantastico:

Vogliono eliminare il contratto nazionale, ringraziate Marchionne (III puntata)

Marcegaglia e Camusso: superata stagione di divisioni. Tremonti: "Grazie a Raffaele Bonanni, Luigi Angeletti, Susanna Camusso ed Emma Marcegaglia. Grazie per quello che hanno fatto oggi nell'interesse del nostro Paese".
www.rainews24.it

E il biscotto è pronto, come già scritto nei post precedenti (I e II).

martedì 28 giugno 2011

lunedì 27 giugno 2011

Fassino e la TAV


Da leviatano, via 3nding.

Viva la TAV

La TAV è un'opera bellissima, servirà a trasportare persone e merci a velocità impressionanti. In realtà potrà portare solo persone, ma questo è secondario. Ci viaggeranno 300 treni al giorno, come la Roma Napoli. Come dite? Sulla Roma Napoli ci viaggiano molti memo treni? Sì, ma aumenteranno vedrete.
Ci sarà molta meno CO2 emessa rispetto al trasporto su gomma, nell'ordine di alcuni punti percentuale. Molti eh?
La linea ad alta velocità francese, quella con cui deve congiungersi la nostra, non può trasportare merci. Ma ce le portiamo lo stesso, mica possiamo rinunciare al progresso.
Da noi i costi sono straordinariamente elevati, triplicano durante la costruzione. Il Pil crescerà e la TAV italiana, che doveva costare 15 miliardi di euro, ne costerà 32! Non è straordinario? La Milano Torino è costata 54 milioni di euro a chilometro, per un totale di 7 miliardi di euro, mentre i francesi, qui fessi, per la Parigi Strasburgo hanno speso 4 miliardi di euro, appena 12 milioni a chilometro.
Da noi più soldi pubblici, più appalti, più opere pubbliche, più lavoro, più tutto! Al diavolo gli ambientalisti e tutti i valsusini. Viva la TAV!

domenica 26 giugno 2011

Stallman: cancellare la legge bavaglio

Richard Stallman, il più importante esponente del movimento del software libero, è stato uno dei principali oratori all'hackmeeting di Firenze. L'occasione è il quattordicesimo incontro degli hacker italiani al centro sociale Next Emerson.

Per Stallman
il primo pericolo è la sorveglianza digitale fatta coi nostri computer quando hanno software che non controlliamo. Ma accade soprattutto con Internet e la violazione sistematica della nostra privacy.

Il secondo è la censura.
Credevamo che Internet potesse sconfiggere la censura, ma questo era prima che i governi investissero tante energie nel suo controllo. La censura non riguarda più solo l'Iran e la Cina. Pensate alla Turchia oppure alla Danimarca che ha fatto una blacklist dei siti web per controllare il dissenso, una lista che poi é comparsa su wikileaks. [...] La nuova legge bavaglio in Italia dovrebbe essere cancellata subito. É contro i diritti umani.

Il terzo problema è quello dei formati e dei DRM.
Chi riceve fondi pubblici non dovrebbe poter usare formati non interoperabili (che richiedono specifici software commerciali per essere letti). In più, per giunta, sono pure brevettati. [...] Se usi i network service devi chiederti come loro usano te.[...] Il software come servizio, significa che qualcun altro sta gestendo il tuo computer e i tuoi dati. Rifiutalo. Possono perdere i tuoi dati, modificarli, cederli ad altri senza che lo sappiate. Pensateci.


Fonte: repubblica.it

sabato 25 giugno 2011

Con dedica a Giovanardi

Front page, the New York Times, Saturday 25 June 2011.
(via lavampadelleimpressioni)

venerdì 24 giugno 2011

Il Pd è favorevole ad una riforma delle intercettazioni


Il Pd è favorevole ad una riforma delle intercettazioni che vieti la pubblicazione di quelle irrilevanti, ma che mantenga questo strumento di indagine per i magistrati. Lo ha detto il segratario del Pd, Pier Luigi Bersani.

Quando si tratta di un politico le pubblicazioni irrilevanti non esistono. L'elettore ha tutto il diritto di sapere cosa fanno i suoi rappresentati. Noi, quando andiamo a votare, stiamo mettendo la nostra vita nelle loro mani e quindi, come minimo, dobbiamo pretendere di sapere tutto.

giovedì 23 giugno 2011

La Casta Lega


Sempre sull'argomento dei leghisti attaccati alle poltrone. Non solo i leghisti ovviamente.
Fonte: Il Fatto

La Lega non perdona

Volevano i ministeri al nord, ma il Governo ha deciso che rimarranno a Roma. Volevano la fine dei bombardamenti in Libia, ma la Nato ha bocciato subito la proposta di Frattini. Naturalmente continueranno ad appoggiare il Governo perché la cosa più importante l'hanno ottenuta: un posto a sedere in Parlamento.

mercoledì 22 giugno 2011

Frattini chi?

"Ritengo che, accanto al cessate il fuoco in Libia, che è la prima tappa del negoziato politico, sia fondamentale una cessazione delle azioni armate per consentire corridoi umanitari immediati", ha detto Frattini in una informativa al Senato.
"Qualsiasi sospensione delle operazioni rischierebbe di far guadagnare tempo" al colonnello e consentirgli di "riorganizzarsi", ha spiegato il ministero degli Esteri francese. Poi ha aggiunto: "ma chi è 'sto Frattini?"


PS: L'ultima frase è inventata (giusto per chiarire ai leghisti)

lunedì 20 giugno 2011

Intelligenti

Si fa presto a santificare Concita

Valeria Calicchio, collaboratrice dell'Unità, si è tolta qualche sassolino con un post sulla recente gestione del quotidiano da parte di Concita De Gregorio:
Di molti non sa nemmeno il nome, forse nemmeno legge gli articoli che quotidianamente pubblicano sul suo giornale per 20 euro lorde a pezzo (pagate a 90 giorni forse, ma più realisticamente a 120). E’ per loro che in questo momento, più di ogni altra cosa, un dettaglio proprio non mi va giù: nel suo ultimo editoriale la De Gregorio, con sprezzo della vergogna, scrive “abbiamo attraversato lo stato di crisi aziendale rispettando con coscienza i patti che avevamo firmato, abbiamo combattuto le rendite di posizione, abbiamo messo in sicurezza i precari di antica gestione, non ne abbiamo creati di nuovi, abbiamo sostituito le maternità, abbiamo osservato con rigore la legge”. Questo no, direttora, non lo posso sopportare, grida vendetta. Non avete rispettato la legge, non avete normalizzato i precari, non li avete messi in sicurezza, come si fa con le case terremotate. Li avete costretti ad andare via o a sottostare al ricatto della collaborazione. Mentre lei diventava un santino, mentre andava a tutte le manifestazioni e in tutte le tv a parlare di precari, di giovani e di lavoro. Non si possono fare queste cose quando la gente è in cassa integrazione a rotazione, quando uno per poter continuare a scrivere deve fare anche il cameriere e non arriva a fine mese, quando il giornale perde pezzi, dimenticandosi davvero di fare inchieste, di occuparsi del sociale e di lavoro. Il giornale di Gramsci è diventato in tre anni l’ombra di un free press.


(via Mante)

È inutile criticare Bossi

È inutile criticare Bossi per quello che ha detto a Pontida: "Padania libera... non è come schiacciare un bottone... bisogna attendere... Berlusconi ci ha aiutato... Padania libera... le multe per le quote latte... Roberto... ministeri al nord... magistrati del nord... Padania libera... Roma ladrona... Padania libera... ecco". È inutile perché se lo si fa non si tiene conto dei suoi interlocutori, non è che si può parlare di diritti umani e macroeconomia con certa gente.

sabato 18 giugno 2011

Pensa, Fabio Federico

di pugioba

Dover sentire nel 2011 (ma se fosse stato il 1969 mi sarei stupito di più) dalla bocca di un pubblico amministratore qual'è Fabio Federico, sindaco di Sulmona, discorsi medievali sull'omossessualità, è deprimente e...noioso. Ecco, è noioso. Pensi ad amministrare il suo comune, pensi che per questione statistica anche parecchi suoi concittadini sono omosessuali. Pensi che ricopre una carica pubblica pagata con i soldi di tutti. TUTTI. Senza distinzioni. Pensi che anche alcuni suoi conoscenti, parenti, avi, discendenti, sono e saranno omosessuali. Statistica. Pensi...ai fatti suoi, visto che cavillare sull'orientamento sessuale delle persone è materia su cui nessuno ha titolarità. Pensi che se è un medico e pensa di poter curare quella che ritiene essere una malattia, quando è risaputo che non lo è, potrebbe essere il caso di appendere lo stetoscopio e il titolo al chiodo. Pensi, ma forse è chiedere troppo.

http://ecodelpulcino.blogspot.com/2011/...

venerdì 17 giugno 2011

Il Poligono di Quirra? Un parco naturale per il Ministero

Dalla relazione del Ministero della Difesa sul Poligono di Quirra:
Le attività militari presso il poligono vengono svolte cercando di ridurre al minimo l'impatto per l'ambiente. La spiaggia, in territorio demaniale, è stata di fatto sottratta ad ogni tentativo di speculazione edilizia [...]
Solo le attività con un livello di impatto ambientale medio/basso vengono autorizzate avendo cura che siano utilizzati materiali biodegradabili, non contaminanti e recuperabili.

E vediamoli questi materiali biodegradabili, non contaminanti e recuperabili:





Lo spot di Internazionale censurato dalla Rai


Lo spot radiofonico di Internazionale censurato dalla Rai. Ho aggiunto un po' di grafica.
http://www.internazionale.it/

giovedì 16 giugno 2011

Tutti in piedi!


Tutti in piedi! andrà in scena venerdí 17 giugno al parco di Villa Angeletti, in via Carracci 65, a Bologna. La serata inizierà alle 21 e si concluderà intorno alle 24.

Sul palco saliranno, tra gli altri:
Elisa Anzaldo
Maurizio Crozza
Serena Dandini
Teresa De Sio
Antonio Ingroia
Max Paiella
Daniele Silvestri
Subsonica
Marco Travaglio
Vauro

Chi vuole seguire l'evento da casa può sintonizzarsi su Current tv (canale 130 di sky) oppure su una delle decine di televisioni che hanno aderito (la cui lista è pubblicata qui). Lo streaming internet sarà visibile su www.ilfattoquotidiano.it e su tutti i siti che riprenderanno il segnale.

Cor(ro)sivo 135 - Precari, Brunetta sotto accusa

di pugioba

Piano del Tesoro sulle pensioni: donne a 65 anni e tagli alle più alte. Dev'essere il piano di Brunetta per mimetizzarsi.

Precari, Brunetta sotto accusa. E dove volevate che stesse?

Dossier, Bisignani ai domiciliari: "Riferivo a Letta notizie giudiziarie". Mistero fitto invece su a chi le girasse a sua volta Letta.

Osama Bin Laden morto? Nel mondo ci crede solo il 50%. Il restante 50% è Elvis Presley.

mercoledì 15 giugno 2011

Povero Berlusconi

Lo so, è banale. Ma un uomo, se così si può definire, che solo nel 2010 ha dichiarato 40.897.004 euro e che oggi dice "Ma dove trovo i soldi se i giudici mi condanneranno?" un bel vaffanculo se lo merita tutto.
E poi, secondo la sentenza di primo grado, la Fininvest di Berlusconi deve risarcire 749,9 milioni di euro alla CIR di De Benedetti. La Fininvest, non Berlusconi. (La Fininvest ha concluso il 2009 con un profitto di quasi 218 milioni di euro)

Ma quali talebani

Lo scorso dicembre il generale Petraeus dichiarò alla stampa che nella seconda metà del 2010 erano stati catturati 4.100 "talebani", poi si è scoperto che solo l'8,4% di questi erano realmente appartenenti alle 'Agf'. Gli altri erano tutti civili innocenti.
Lo stesso Petreus, nella stessa conferenza, aveva parlato anche di circa 2.000 "talebani" uccisi nei raid delle forze speciali. A Enrico Piovesana, di Peace Reporter, sorge spontanea la domanda: quanti di loro erano in realtà civili innocenti?

Referendum: affluenza estero 23%


Sarebbe il caso di cambiare la legge: ognuno vota a casa sua.

martedì 14 giugno 2011

Cor(ro)sivo 134 - L'eclissi di nano

di pugioba

National Geographic: Domani l'eclissi lunare sarà visibile dall'Italia. Dalla luna è invece visibile da ieri l'eclissi di nano.

India, rubati gli occhiali di Ghandi. Per rendere meno cieca la violenza?

Ricavi tv, Mediaset sorpassa Sky, il monito dell'Agcom: "Rai, serve più qualità". Lorenza Lei: "Aspettate di vedere il nuovo programma condotto da Mike Bongiorno!"

Il PdL all'unisono: "Il referendum non ha avuto valenza politica". Certo, ha valenza sintattica. Vuol dire: "Andate affanculo!"

sabato 11 giugno 2011

Le 11 balle dei nuclearisti



1- Abbiamo le centrali appena oltre confine, tanto vale farcele noi.
Falso: Per Fukushima, ad esempio, l’AIEA (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica) ha chiesto un’area di evacuazione con un raggio di 40 km. Le vicine centrali francesi e svizzere stanno a più di 100km dal confine con l'Italia.

2- Prima di Fukushima l'unico incidente grave è stato quello di Chernobyl.
Falso:
kyschtym (URSS, 1957) e Three Mile Island (USA, 1979).

3- La centrale di Fukushima era vecchia, le nuove non hanno problemi.
Falso:
le centrali nucleari EPR, quelle tanto volute dal governo, hanno un grosso problema: i sistemi di sicurezza (quelli utilizzati per mantenere il controllo della centrale in condizioni di malfunzionamento) non sono indipendenti dai sistemi di controllo (quelli utilizzati per l'esercizio dell'impianto in condizioni normali). L'indipendenza è importante perché il sistema di sicurezza assicura la protezione contro il fallimento di un sistema di controllo, quindi non dovrebbero fallire insieme.

4- Gli incidenti nelle centrali nucleari sono rarissimi.
Falso:
1.750 perdite, guasti o altri "eventi", hanno infestato le centrali del Regno Unito nel corso degli ultimi sette anni. Nel solo mese di luglio del 2008, abbiamo avuto notizia di 5 incidenti in centrali nucleari di vari paesi, uno era questo:
30 mila litri di una soluzione contenete uranio sono fuoriusciti dal sito nucleare francese di Tricastin (Vaucluse) e una parte si è riversata nei fiumi adiacenti.

5- Il nucleare è l'unica soluzione.
Falso:
Rubbia: "Inutile insistere su una tecnologia che crea solo problemi e ha bisogno di troppo tempo per dare risultati". La strada da percorrere è "quella del solare termodinamico. Spagna, Germania e Usa l'hanno capito. E noi..."

6- Le scorie nucleari non sono un problema.
Falso:
nonostante gli Usa abbiano speso 13 miliardi di dollari per il sito di Yucca Mountain, Obama ha deciso di lasciare le scorie negli stessi impianti che le producono in attesa di un'alternativa migliore. Ci sono voluti studi e 22 anni di dibattiti per arrivare alla conclusione che non esiste un sito veramente sicuro per un arco temporale di un milione di anni.

7- Le centrali nucleari non producono CO2.
Falso:
il ciclo dell'uranio (estrazione, arricchimento, etc) produce CO2. E poi le rinnovabili non ne producono.

8- Importiamo energia elettrica prodotta dalla Francia con le centrali nucleari a caro prezzo.
Falso:
importiamo energia elettrica dalla Francia sopratutto la notte, quando l’elettricità prodotta dalle centrali nucleari, che strutturalmente non riescono a modulare la potenza prodotta, costa poco.

9- L'Italia deve confermare il proprio impegno nella ricerca sul nucleare per non restare isolata dalla comunità internazionale.
Falso:
la tendenza è diversa, la Germania e la Svizzera, infatti, voglio chiudere le centrali nucleari senza costruirne altre.

10- Le centrali nucleari favoriscono l'occupazione
Falso:
i settori del fotovoltaico e dell'efficienza energetica danno un'intensità occupazionale da 3 a 6 volte superiori al nucleare.

11- L'uranio ci rende indipendenti energeticamente
Falso:
l'Italia dovrà comprare l'uranio arricchito dall'estero.

venerdì 10 giugno 2011

Referendum, i consigli di Guzzanti

Questione di proprietà

Quelli di YouTube si sono persi qualche passaggio:
Caro dangp,

Il tuo video "Sucate - Intervallo" potrebbe contenere materiale di proprietà o concesso in licenza da La7.

Non è richiesta alcuna azione da parte tua; se ti interessa sapere come ciò influirà sul tuo video, visita la sezione "Corrispondenze ID video" del tuo account per ulteriori informazioni.

Sincerely,
- Il team di YouTube

giovedì 9 giugno 2011

L'Economist fa poker

L'Economist cala il poker


Un suggerimento per "Libero" e "il Giornale":



Grazie a Jean per il suggerimento :)

Amnesty international, 50 anni


http://50.amnesty.it/

mercoledì 8 giugno 2011

Vuoi essere come Bossi?

Bossi non andrà a votare, vuoi essere come lui?


Il 12 e 13 giugno vai a votare.

martedì 7 giugno 2011

Santoro, cosa perde la Rai


Annozero per quindici volte è stato il programma più visto. In tutta la storia di Raidue la rete non aveva mai vinto un tale numero di prime serate.
http://www.rai.it/dl/porta...

Come in un film



In basso: la nuova segreteria del Pdl.

lunedì 6 giugno 2011

Quanti sono gli italiani contro il nucleare?


Quanti sono gli italiani contro il nucleare? Dopo una decina di giorni dagli eventi di Fukushima, il 71% delle persone intervistate si dichiararono "contro il ritorno delle centrali atomiche". I risultati del referendum svolto in Sardegna ha smentito totalmente questi dati. Porto come esempio Cagliari: Andarono a votare (sopratutto per le amministrative) il 71,26% degli aventi diritto e si dichiararono contrari al Nucleare il 94,75%. È chiaro, dunque, che se passa il quorum il risultato sarà scontato.
Non ci resta che convincere più persone possibili ad andare a votare. Va bene tutto: da Magalli a Elio Germano, da Napolitano a Cappellacci, l'importante è raggiungere il risultato sperato.

domenica 5 giugno 2011

Gli israeliani sparano sui manifestanti

La tv siriana:
Quattordici persone sono state uccise, tra queste una donna ed un bambino, ed altre 225 sono state ferite dai tiri israeliani sulle alture del Golan

Manifestavano per ricordare l'anniversario della Guerra dei Sei giorni e hanno tentato di attraversare il confine.

Vogliono eliminare il contratto nazionale, ringraziate Marchionne (II puntata)

Alberto Bombassei, vice presidente di Confindustria per le Relazioni Industriali:
[...] laddove, come nel caso della Fiat, vi sia un contratto aziendale che ha il consenso della maggioranza dei lavoratori, tale contratto deve essere considerato valido per tutti e deve poter sostituire il Ccnl

Traduzione:
[...] laddove, come nel caso della Fiat, possiamo ricattare i lavoratori con la minaccia di chiusura dello stabilimento in modo da avere il consenso della maggioranza, tale contratto deve essere considerato valido per tutti e deve poter sostituire il Ccnl per poter sfruttare le zone del paese con un alto tasso di disoccupazione.

venerdì 3 giugno 2011

Lezioni di bunga bunga all'università


Un post dell'8 febbraio 2010 aveva previsto tutto:
Berlusconi inaugura il suo ultimo acquisto: una residenza del '700 che ospiterà l’Università del pensiero liberale. Avete capito bene. Vi studieranno i giovani liberali che vorranno farsi una cultura liberale per uno stato liberale, in pratica verrà insegnato come metterla nel di dietro agli altri. Il motto sarà "facciamo un po' quel che cazzo ci pare".
Le femminucce seguiranno i corsi di "se la vuoi fammi lavorà".

giovedì 2 giugno 2011

Compagnia aerea usa una battuta sul premier


Molti linkano la home page di una nota compagnia aerea che ha usato una battuta sul premier per farsi pubblicità. È lo stesso metodo usato dai pubblicitari quando inseriscono i video divertenti su YouTube nella speranza che diventino "viral video". Non c'è niente di male, a mio avviso, ma è giusto che l'utente medio sappia che viene usato come mezzo per diffondere lo spot; a gratis!

Vince Pisapia, arrivano i sovietici

2 giungo, art. 11


Di Mauro Biani

mercoledì 1 giugno 2011

Repubblica continua a non citare le fonti


Repubblica.it continua a pubblicare i video (e non solo) senza citarne la fonte e senza mettere il link all'originale. Se la cava con un generico "su YouTube arriva un video", che pare una rivisitazione del più noto "l'ho visto in tv".

Il referendum perde la sua funzione

Se ad ogni richiesta di referendum fatta dai cittadini, la risposta della maggioranza parlamentare fosse quella di ritirare temporaneamente la legge in questione, per far venir meno le ragioni del referendum, dichiarando l'intenzione di riproporre la legge successivamente quando si saranno "calmate le acque", il referendum perderebbe la sua funzione e non potrebbe mai più avere luogo.
www.libertaegiustizia.it

Questa segnatevela. Speriamo che la consulta ne tenga conto.

Aggiornamento:
Il referendum sul nucleare si terrà il 12 e 13 giugno insieme ai due sulla privatizzazione dell'acqua e a quello sul legittimo impedimento. La Corte di Cassazione ha accolto l'istanza presentata dal Partito democratico che chiedeva di trasferire il quesito sulle nuove norme votate nel decreto legge Omnibus.
www.corriere.it