giovedì 31 luglio 2008

La Camera approva trattato UE, tutto come previsto

UELa Camera ha approvato il trattato UE all'unanimità. Il Presidente Napolitano si congratula con i parlamentari e dichiara: «Questo voto è un titolo d'onore». La Lega vota a favore ma non si unisce agli applausi di tutti gli altri deputati.
Tutto normale, tutto come previsto.
Resta il fatto che il trattato aumenta i poteri dell'UE, ciò vuol dire che si avrà uno spostamento di poteri decisionali dai vari governi verso Bruxelles e quindi una parte delle scelte che riguarderanno la nostra vita verranno prese da sempre meno persone.
Dalla Lega non ci si poteva aspettare una decisione diversa, ricordiamo brevemente alcune affermazioni:
Berlusconi: "Sì al Trattato Ue"
Calderoli: "il Trattato di Lisbona non esiste più"
Bossi: "lo approveremo"
Roberto Cota:"la Lega vuole il referendum",alla domanda se la Lega voterà no alla rettifica del Trattato di Lisbona quando approderà in Parlamento, Cota non risponde.
Povero Carroccio, adesso dovranno gridare Bruxelles ladrona per rassicurare i loro elettori, tutto normale, tutto come previsto.

mercoledì 30 luglio 2008

Mediaset cita YouTube e Google

Mediaset ha depositato al tribunale civile di Roma un atto di citazione contro YouTube e Google richiedendo un risarcimento di 500 milioni di euro per "illecita diffusione e sfruttamento commerciale di file audio-video di proprietà delle società del gruppo".[rainews24]
Che sia la volta buona che YouTube e Google evitino di pubblicare i programmi demenziali di Mediaset? Senza voler aprire una discussione sulla valenza culturale dei programmi della tv del clan Berlusconi si potrebbe tranquillamente accogliere questa notizia con un sospiro di sollievo.
Gustatevi questo raro esempio di tv per il sociale, probabilmente è l'ultima volta che lo vedrete su YouTube ... che sfiga!


martedì 29 luglio 2008

Tirrenia e zecche di stato

naveUna signora,dopo essersi addormentata su una poltrona della Tirrenia diretta a Olbia, si è svegliata ricoperta di zecche. La signora forse non sa che la zecca più grande è la società padrona del traghetto.
La società Tirrenia è controllata interamente dallo Stato italiano e riceve aiuti pubblici stimabili intorno ai 200 milioni di euro all'anno dando in cambio disservizi e bassa occupazione.
Nonostante le tratte siano prevalentemente da e per la Sardegna solamente il 5% degli equipaggi è composto da sardi, a bordo delle unità navali Tirrenia c'è una assoluta mancanza di prodotti isolani e non è rintracciabile alcun tipo di relationship economica con aziende sarde che operano nelle vicinanze dei porti.[altravoce.net]
Questi fattori hanno causato un rallentamento dello sviluppo turistico della Sardegna e danni economici rilevanti dovuti anche alla perdita d'immagine dell'organizzazione turistica.
Il presidente della Regione Sardegna, Renato Soru, ha ben descritto questa situazione di parassitismo con la seguente frase:«Rattrista che sia stata rinnovata per altri tre anni la carica di amministratore delegato della Tirrenia al signore che è li da più di 24 anni»

lunedì 28 luglio 2008

Vendola e il torcicollo

Partiamo dalle parole di Nichi Vendola: «Il tema è quale Rifondazione avremo al congresso: se ha il torcicollo verso il passato è inutile, se farà dell'innovazione la sua bussola allora aiuterà a rimettere in campo una nuova sinistra»
Il suicidio della sinistra è racchiuso nella negazione di queste parole. Si continua ad avere una predilezione per i capi storici, che sono stati bocciati alle ultime elezioni, senza guardare alla richiesta di rinnovamento degli elettori.
Il discorso si può estendere a tutti i partiti della sinistra. I Verdi, ad esempio, hanno rieletto Grazia Francescato e tutto l'entourage di Alfonso Pecoraro Scanio che, con le loro decisioni, sono responsabili del tracollo elettorale.
L'unica nota positiva sono gli innumerevoli contrasti che sono venuti alla luce nei congressi. A prima vista questi possono apparire come lacerazioni insanabili ma essi rappresentano la vera politica e si contrappongono al viscido servilismo per il “leader unico” presente nella destra italiana.
Speriamo nel futuro e che Vendola ce la mandi buona.

domenica 27 luglio 2008

Si chiamerà Pandora

Si chiamerà Pandora il format di approfondimento finanziato dal basso che da ottobre verrà trasmesso su tv satellitari, tv analogiche e via web.


Un nome evocativo dietro il quale ognuno legge un significato diverso.
Un'iniziativa che vuole e deve essere partecipata e reinterpretata da quanti sul territorio stanno lavorando per diffondere la voce.
Il megafono sta crescendo e a breve avremo un portale dedicato, un logo e i primi promo di presentazione.
Restate collegati per saperne di più e continuate a scrivere i vostri preziosissimi suggerimenti.
www.megachip.info
killpil.apoti.net

Iran: 355 esecuzioni su 5851 nel mondo

nessuno tocchi cainoVentinove persone, tutte condannate per omicidio, stupro e traffico di droga, sono state giustiziate per impiccagione questa mattina all'alba a Teheran.
L'Iran è il secondo paese al mondo per numero di esecuzioni capitali, la terrificante classifica lo vede secondo solo alla Cina:

anno 2007
Cina: almeno 5.000
Iran: almeno 355
Arabia Saudita: almeno 166
Pakistan: almeno 134
Stati Uniti: 42
Iraq: almeno 33
Vietnam: almeno 25
Afghanistan: 15
Yemen: almeno 15
Corea del Nord: almeno 13
Libia: almeno 9
Giappone: 9
Siria: almeno 7
Sudan: almeno 7
Bangladesh: 6
Somalia: almeno 5
Guinea Equatoriale: 3
Singapore: 2
Bielorussia: almeno 1
Botswana: almeno 1
Indonesia: almeno 1
Kuwait: almeno 1
Etiopia: 1
In grassetto, le democrazie liberali.

Le esecuzioni nel mondo sono in aumento. Nel 2007 ne sono state eseguite almeno 5.851, a fronte delle almeno 5.635 del 2006 e delle 5.494 del 2005. L’incremento significativo rispetto all’anno precedente è dovuto alla escalation di esecuzioni registrate in Iran dove sono aumentate di un terzo e in Arabia Saudita dove sono quadruplicate.
L’Asia si è confermata il continente dove si pratica la quasi totalità della pena di morte nel mondo.
Le Americhe sarebbero un continente praticamente libero dalla pena di morte, se non fosse per gli Stati Uniti, l’unico paese del continente che ha compiuto esecuzioni nel 2007: 42 le persone giustiziate (erano state 53 nel 2006 e 60 nel 2005).
Ricordiamo che Afghanistan (15) e Iraq (33) sono di fatto controllati dagli USA.

sabato 26 luglio 2008

Extracomunitari come pirati

piratiL'immaginario comune ci porta a credere che tutti gli extracomunitari vengano dal mare a bordo di barche scassate e piene di persone accalcate le une sulle altre. Forse cerchiamo di assimilarli a quei popoli che imperversavano nel mediterraneo, per quasi tre secoli, invadendo le nostre coste e assaltando le nostra navi come pirati assetati di sangue (portarono anche il sistema di numerazione adottato tuttora ma questo tendiamo a dimenticarlo).
Invece non è così. Il 63% dei clandestini arriva in aereo e solo il 10% via mare. Viaggiano con un visto turistico e una volta atterrati cercano un lavoro in nero e una casa, in attesa del prossimo decreto flussi.
Così la propaganda populista del nostro governo cerca di farceli passare per assassini e ladri senza dare molta attenzione al XIII Rapporto sulle migrazioni 2007 dell'Ismu che rileva chiaramente un effetto positivo del contributo migratorio sul nostro paese.[rainews24]
Questo lavaggio del cervello, effettuato tramite i media tradizionali, porta una buona parte della popolazione a giustificare l'estensione dell'“emergenza extracomunitari” a tutto il territorio nazionale e ad accettare di buon grado uno scenario di orwelliana memoria.

venerdì 25 luglio 2008

Tremonti e la congiuntura internazionale

Tremonti: "Quando le condizioni di congiuntura internazionale diverranno meno avverse - e prima o poi questo sarà - ci sarà spazio per un primo dividendo fiscale"

Barack Obama, a Berlino: "L'America non può farcela da sola - ha detto Obama - il popolo afghano ha bisogno di truppe e di sostegno economico per combattere i Talebani e Al Quaeda, per sviluppare la propria economia, e per ricostruire il proprio Paese"

La vedo dura ministro Tremonti, Democratici e Repubblicani hanno le stesse idee: il terrorismo va combattuto con le bombe.
La congiuntura internazionale sarà avversa per parecchio tempo e voi avrete sempre la scusa delle condizioni sfavorevoli.

giovedì 24 luglio 2008

Accordo tra India e Stati Uniti sul nucleare

IndiaÈ stato stipulato uno strano accordo tra India e Stati Uniti per lo sviluppo della collaborazione nucleare, ufficialmente per usi civili. Per questa decisione il governo indiano ha dovuto chiedere la fiducia della Camera e sono stati denunciati fenomeni di corruzione.
Durante la votazione si è assistito ad un insolito via vai di barelle che portavano parlamentari malati e alcuni votanti si sono presentati in aula dopo aver avuto un permesso per uscire dal carcere.
Il governo pakistano non è rimasto a guardare, ha chiesto alla comunità internazionale di fare verifiche e ha allertato l'IAEA (International Atomic Energy Agency).[timesonline.co.uk]
Resta il fatto che l'India si trova in una posizione geografica che definire delicata è quantomeno riduttivo e un accordo strategico con il paese nord americano, che ha già qualche base li vicino, non può non destare preoccupazioni per gli sviluppi del conflitto mediorientale.
Per chiudere in bellezza, pare che la Russia stia valutando la possibilità di portare dei bombardieri a Cuba, il Cremlino ha già smentito mentre Fidel non ha avuto la stessa premura.

mercoledì 23 luglio 2008

Video denucia: l'emergenza rifiuti non è finita



Aggiornamento:
A tutti quelli che la pensano come il lettore Anonimo che ha commentato:
"le discariche dovete farvele ...basta...possibile che solo a napoli facciano male?penserete mica che al nord ci piacciono?ma nessuno spacca le balle per non farle....non volete hli inceneritori e poi bruciate i mucchi di spazzatura per la strada da 6 mesi...respirando diossina pura al 100%...questo dimostra la vostra intelligenza"

consiglio la visone di questo post: L'emergenza che non c'era

martedì 22 luglio 2008

Treni che si spezzano

Nuova "rottura" per un treno Eurostar in stazione a Milano, la scorsa notte, a pochi giorni da un episodio analogo.
Il fatto è sicuramente grave e, data la sua pericolosità, ci sarebbe bisogno di un'inchiesta che faccia luce sulle responsabilità di questo difetto.[rainews24]
La cosa stupefacente è però il comunicato delle ferrovie dello stato:
Le FS "diffidano chiunque dal fornire interpretazioni false e tendenziose rispetto all'episodio accaduto stanotte a Milano [...] Il fatto e' avvenuto per una mancata osservanza delle procedure operative da parte del personale che ha attivato il dispositivo di sicurezza sulla locomotiva di coda mentre quella in testa iniziava a tirare".
Ma siamo scherzando!? Nel 2008 ci sono ancora treni che possono spezzarsi per un motivo così banale? Non sarebbe il caso di sincronizzare i freni d'emergenza? I questo modo quando un addetto ne aziona uno tutte le ruote del treno si bloccano.
Anche quest'evento ci fa capire che il nostro paese evita di potenziare i mezzi pubblici per favorire l'uso di quelli privati.

Passiamo a Xubuntu

Per tutti quelli che non sono pratici del mondo Open Source:
Xubuntu è il sistema operativo della famiglia Ubuntu basato su Xfce, un ambiente desktop veloce e leggero, ideale per chi vuole ottenere prestazioni entusiasmanti o ridare nuova vita ai computer meno potenti.
Sconfortato dalle scelte del team di KDE ho deciso di passare momentaneamente al desktop manager Xfce4.



Comunque non è male, fa tutto quello che deve fare un desktop manager senza intasare troppo la memoria. Consigliato.

lunedì 21 luglio 2008

Nucleare di IV generazione

torri di refrigerazioneC'è un bell'articolo del professor Enrico Lorenzini su ilsole24ore.com che parla di centrali nucleari di IV generazione. Nell'articolo sono evidenziate le argomentazioni incoerenti, ben spalmate sui media, di chi vuole i reattori a fissione e di chi ripudia tout court tale tipo di tecnologia.
Secondo il professore un reattore di IV generazione è tale se soddisfa almeno otto punti fondamentali:
Nessuna emissione inquinante in atmosfera, e vita media a lungo termine (20 anni di funzionamento ininterrotto) con elevata efficienza di consumo del combustibile, e soprattutto devono minimizzare le scorie nucleari radioattive.

Il reattore non deve produrre emissioni in atmosfera ma il ciclo dell'uranio dall'estrazione allo stoccaggio delle scorie? Si può quantificare "minimizzare le scorie nucleari radioattive"?

Deve essere eliminata la necessità di prevedere un piano di emergenza in caso di incidente e quindi una intrinseca sicurezza nucleare. Ciò riguarda sia la sede del reattore, sia il trasporto del materiale nucleare, il suo uso e immagazzinamento.
Non venga dato luogo alla proliferazione nucleare di uso militare.

Qui la vedo dura, i militari sono storicamente legati a questo tipo di tecnologia.

Essere economicamente vantaggioso rispetto alle altre fonti di energia elettrica.
Ma come, non era scontato? Il reattore di IV generazione viene osannato sopratutto per questo motivo.
Il professore conclude con una frase del tutto condivisibile ma parecchio utopica:

In conclusione il processo è tutto da riavviare, ma senza fabulatori, bensì con esperti veri e indipendenti.

Il Presidente che non c'è

NapolitanoGiorgio Napolitano : «Nel momento in cui si riscontra una tendenza alla spettacolarizzazione dei processi, connotata anche dalla divulgazione di notizie attinenti a terzi estranei alle vicende che ne costituiscono oggetto occorre recuperare equilibrio per assicurare il rispetto della dignità e del decoro delle persone coinvolte».
Dov'è il richiamo al decoro della politica italiana? Dov'è lo sdegno per un presidente del consiglio indagato per corruzione? Dove sono i rimproveri al ministro Bossi dopo le offese all'inno e quindi al paese? E sopratutto dove sono le sollecitazioni alla magistratura perché aumenti l'attenzione verso gli attentati alla costituzione a cui assistiamo spesso di questi tempi?
Non ci resta che sperare nella censura della stampa, sarebbe stato bello vedere il presidente della Repubblica fare il suo dovere.

domenica 20 luglio 2008

Paura per i nostri bambini

Stiamo diventando una società che ha paura di tutto.
Abbiamo persino paura che i nostri bambini, sfuggendo delle nostre mani, raggiungano velocità impensabili per poi finire in posti pericolosi pieni di ladri d'organi.
Ma ora c'è la soluzione: il guinzaglio per bambini!

guinzaglio

Tra un po inventeranno la museruola anti-germi.

Il dubbio

Jorge Luis Borges Hotel
«Il dubbio è uno dei nomi dell'intelligenza»
Jorge Francisco Isidoro Luis Borges Acevedo (Buenos Aires, 24 agosto 1899 – Ginevra, 14 giugno 1986) scrittore e poeta argentino.

Il genocidio dimenticato

Armenian massacresL'8 luglio, in Svizzera, si sono incontrate le delegazioni di Turchia e Armenia per cercare di riprendere le relazione diplomatiche.[peacereporter.net]
Seppur confinanti i due paesi non hanno rapporti dal 1991 quando lo stato armeno ha chiesto il riconoscimento internazionale del genocidio del suo popolo avvenuto in Turchia.
Negli anni che vanno dal 1915 al 1923 un milione di armeni (cifra spesso contestata), residenti nell'Anatolia orientale, furono sterminati dalle truppe ottomane ma i turchi affermano che tale strage fu dovuta ad un guerra civile accompagnata dalla carestia e dalle malattie.
Questo "genocidio dimenticato" viene commemorato dagli armeni di tutto il mondo il 24 aprile.

venerdì 18 luglio 2008

Papa: «Sesso e potere portano alla morte»

Papa: «Sesso e potere portano alla morte»
Pare che Berlusconi si stia grattando, anzi no, sta dicendo minchiate tipo: «Emergenza rifiuti rientrata. La Campania è tornata nell'Occidente».
Povera patria.

Solidarietà a Telejato

Telejato, piccola emittente del palermitano, ha subito un nuovo attentato intimidatorio. Il direttore Giuseppe Maniaci, a cui la notte scorsa è stata bruciata l'auto, ha ricevuto numerosi attestati di solidarietà. La redazione della piccola emittente da anni denuncia gli illeciti dei clan locali e il suo giornalista di punta, Lirio Abbate, e' tuttora costretto a vivere sotto scorta.
telejato.it

Potete spedirli un attestato di solidarietà come il mio cliccando su:
redazione@telejato.it

Alla redazione di Telejato.
Esprimendovi tutta la mia solidarietà vi invito a persistere nel vostro contributo a migliorare la nostra società.
Voi non vi siete sobbarcati solo l'impegno a denunciare gravi fatti riguardanti la vostra regione ma state contribuendo a risollevare il vero giornalismo di inchiesta che ormai latita da troppo tempo nelle principali testate nazionali.
Distinti saluti e ancora grazie dal blog ladridimarmellate.blogspot.com

giovedì 17 luglio 2008

Incidenti nucleari

domenica 6 luglio 2008
Spagna: La centrale nucleare di Cofrentes, vicino a Valencia, ha registrato un aumento di potenza superiore al 20% di quella autorizzata. I sistemi di sicurezza hanno impedito fughe radioattive. Quello di Cofrentes è il quarto incidente in 12 giorni. [elmundo.es]

martedì 8 luglio 2008
Francia: 30 mila litri di una soluzione contenete uranio sono fuoriusciti dal sito nucleare francese di Tricastin (Vaucluse) e una parte si è riversata nei fiumi adiacenti.[lm]

mercoledì 4 giugno 2008
Slovenia: Incidente nella centrale di Krsko, dall'impianto di raffreddamento fuoriesce del liquido. "E' stata attivata una procedura di spegnimento sicuro dell'impianto", non c'è stata alcuna fuga radioattiva nell'ambiente.[repubblica.it]

venerdì 23 maggio 2008
Svezia: Due svedesi sono stati arrestati perché sospettati di aver preparato atti di sabotaggio in una centrale nucleare del sud del paese.[lm]

Da quando Scajola ha pronunciato la parolina magica sono saltate fuori un sacco di belle notizie.Chissà quante ce ne hanno nascoste prima della sua "conversione" al nucleare.


Aggiornamento:
18 luglio 2008
Francia: nuova fuga d'uranio su un sito Areva, questa volta all'impianto di fabbricazione di combustibili nucleari Fcbc a Romans sur Isere (Drome): la rottura di una canalizzazione sotterranea ha fatto fuoriuscire dei liquidi di scarto che contengono uranio. L'annuncio è stato dato dall'Agenzia di sicurezza nucleare (Asn), che ha sottolineato che non c'è "alcun impatto per l'ambiente". unita.it

21 luglio 2008
Francia: Ancora problemi nelle centrali nucleari francesi. Venerdì scorso 15 operai sono stati leggermente contaminati da elementi radioattivi, in modo non pericoloso per la loro salute, in un impianto gestito da Electricitè de France (Edf) a Saint-Alban Saint Maurice, nella Francia sudorientale. ilmessaggero.it

23 luglio 2008
Cento operai della centrale nucleare del Tricastin, in Francia, dove alcuni giorni fa c'era stata una fuga di materiale radioattivo, sono stati contaminati "leggermente" oggi da elementi fuorusciti da una tubatura nella reattore numero 4, fermo per manutenzione. Lo ha reso noto la direzione di EDF. rainews24.it

29 agosto 2008
Belgio: Allarme per una fuga radioattiva verificatasi in un istituto che produce radioisotopi per uso medico a Fleurus, localita' ad una cinquantina di chilometri a sud di Bruxelles, nella zona di Charleroi. Vietato mangiare verdure e latte. L'incidente risale allo scorso fine settimana, ma solo oggi le autorita' competenti hanno deciso di avvertire la popolazione. rainews24.it

Truppe NATO lungo il confine pakistano

ChinookÈ da tempo che ci sono tafferugli tra truppe NATO e Talebani lungo il confine tra Afghanistan e Pakistan e la situazione sta precipitando.
Da lunedì notte, gli elicotteri da trasporto Chinook hanno iniziato a scaricare diverse centinaia di soldati, carri armati, blindati e pezzi d’artiglieria sulla frontiera tra la provincia afgana di Khost e la località pachistana di Lowara Mandi. [peacereporter.net]
Lowara Mandi si trova nel Nord del Pakistan ma è ben lontana dal K2.
Quest'ultima considerazione va fatta nel caso in cui a qualcuno venga in mente di mettere in relazione questi avvenimenti con la notizia, lanciata dalla Tv satellitare 'al-Arabiya', che parlava di un'operazione militare di vasta portata organizzata dai servizi segreti americani per stanare Osama Bin Laden che si nasconderebbe nei pressi della seconda montagna più alta della Terra.
Speriamo che Bin Laden non vada in vacanza in Iran.

mercoledì 16 luglio 2008

Regione Sardegna: un milione di euro al Papa

PapaLa visita del Papa a Cagliari è prevista per il 7 settembre 2008, il pontefice concluderà le celebrazioni del primo centenario della proclamazione della Madonna di Bonaria Patrona massima della Sardegna.
Chi paga? Tutti i sardi, credenti o no, infatti la regione Sardegna elargirà un milione di euro alla Curia Arcivescovile della Diocesi di Cagliari "per consentire la migliore accoglienza al Pontefice nella giornata che trascorrerà a Cagliari".[altravoce.net]
Sempre la Regione, per il 2008, ha finanziato la legge 162 (misure di sostegno a favore di persone con handicap) con 41 milioni di euro da ripartire fra 13 mila domande di assistenza (diventano 3.078 euro a famiglia). Per disporre di tre ore di assistenza giornaliere occorrono 14mila euro nell'arco dell'anno. È evidente che i soldi non bastano per garantire un'adeguata assistenza ai diversamente abili.
I soldi servono ai malati e non al Papa.

martedì 15 luglio 2008

La Farnesina, l'Onu e i Rom

Gli esperti dell'Onu sono preoccupati dalle proposte del governo italiano sui rom.
La Farnesina si dichiara "sorpresa e sconcertata" di fronte a tale richiamo, dopotutto li vogliono schedare solo in base alla loro "razza".

Se nel 1938, nel “Saggio sulla storia e le origini degli zingari”, venivano definite le qualità psico-morali degli zingari “mutazioni regressive” e si affermava che il prodotto di incroci tra zingari e italiani era da considerarsi “uno sfavorevole apporto razziale”, nel 1939, sulla rivista “Difesa della razza”, Guido Landra, uno dei firmatari del Manifesto della Razza, denunciava il pericolo rappresentato dagli zingari, sottolineando la loro nota tendenza al vagabondaggio e al ladronaggio, ma soprattutto richiamando l’esemplare atteggiamento tenuto dal governo tedesco nei loro confronti.
Auspicando che anche in Italia si adottassero, e al più presto, analoghi provvedimenti contro gli zingari che, per Landra, altro non erano che “eterni randagi privi di senso morale”.[romacivica.net]

Giulietto Chiesa: la fine è vicina?

Analisi sul conflitto mediorientale in rapporto alla crisi petrolifera e alla crescita della richiesta energetica cinese.



Video tratto da:
Dibattito su politica dell'informazione e terrorismo a seguito della proiezione di "Zero" documentario-inchiesta sui fatti dell' 11 Settembre.
Intervento di: Giulietto Chiesa
www.arcoiris.tv
Licens: by-nc-sa

lunedì 14 luglio 2008

Cambiamento del feed con feedburner

http://feeds.feedburner.com/ladridimarmellate

dicono che sia più fico!

Uolter e l'opposizione che non c'è

Il rischio di non riuscire a far ripartire il dialogo con la sinistra in Italia? Silvio Berlusconi fa spallucce: «Se ci sarà, meglio. Altrimenti si andrà avanti lo stesso. Abbiamo avuto un robusto mandato da parte degli italiani per governare»
Le pseudo minacce di Uolter, tipo "chiuderemo il dialogo", hanno avuto la risposta che si meritavano.
Uolter qualcuno te lo deve pur dire:
non hai nessun potere in questo momento. Hai partecipato attivamente all'assassinio della sinistra con la scusa del "partito del no" e ora ti ritrovi col tuo "governo ombra" a parlare di opposizione costruttiva senza averne le capacità e i numeri.
Ve lo ricordate in campagna elettorale?

walter obama
Povero Uòlter, è la lingua che lo frega.
Lui voleva parlare come Obama e ci ha pure provato:
"Guardiamo negli occhi l'Italia e le diciamo: comincia un tempo nuovo, il tempo del cambiamento"
"Io mi candido per cambiare il Paese, non per ricoprire una carica. Per questo, chiedo agli italiani, in questi sessanta giorni, di pensare non a quale partito ma a quale Paese"
"Possiamo guardare negli occhi gli italiani perché abbiamo deciso unilateralmente di correre liberi, più che da soli"

A Uolter prova a farte n'à lampada che magari ce cascano!
Avete perso e ve lo meritate, il problema è che le conseguenze saranno tutte sulle nostre spalle.

domenica 13 luglio 2008

Sicurezza low cost

lecca leccaNon ci sono soldi per le manutenzioni delle caserme e dunque gli agenti della pubblica sicurezza dovranno improvvisarsi elettricisti, idraulici, imbianchini, etc.
Sono queste le ultime trovate di un governo che è stato eletto grazie a una campagna elettorale fondata sulla sicurezza.
Meglio usare l'esercito per sorvegliare le discariche o le ronde padane per pattugliare le strade, costano di meno e ricordano sempre quel bel periodo fatto di olio di ricino e manganelli.
Piccolo particolare: le ronde e l'esercito non sono addestrati per questo tipo di compiti e quando, speriamo mai, ci scapperà il morto saremo tutti li a piangere la disgrazia.
Chissà cosa penserà il giovane rampante padano quando non vedrà gli agenti pattugliare le strade perché intenti a cambiare una lampadina?
Non è dato saperlo, però conosciamo sempre il rimedio per farlo stare zitto: il famoso lecca lecca leghista!

sabato 12 luglio 2008

Il video più commentato

Il video italiano più commentato in Youtube Italia non è l'ultima performance del marito di Costanzo o il tacco spettacolare di Totti.
Il video italiano più commentato è "IL VATICANO VESTE PRADA" con 8554 commenti.
Forse non siamo un paese da buttare.

Celle solari e piastre colorate

celle solariLe celle solari a concentrazione sono dei sistemi ottici ( parabole, lenti o specchi) che concentrano la luce in un punto focale dove è posta una cella solare ad alta efficienza.
Gli svantaggi di questa tecnologia sono: l'uso di sistemi ad “inseguimento” del sole per migliorare l'efficienza e le alte temperature che si raggiungono nel punto focale.
I ricercatori del MIT hanno trovato la soluzione a questi problemi adottando una piastra colorata che assorbe la luce su un certo intervallo di lunghezze d’onda riemettendola a lunghezze d’onda differenti per poi “trasportala” alle celle solari presenti sul bordo.
I ricercatori hanno dichiarato che il sistema garantisce un aumento della potenza erogata, a parità di superficie irradiata, dell’ordine del 40 per cento.

venerdì 11 luglio 2008

Il conflitto di interessi di Di Pietro secondo Farina

A proposito di Internet, sono d'accordo che vada sostenuto, anche se è curioso che Di Pietro, che gestisce uno dei blog più importanti d'Italia, chieda un sostegno ai blog. Si tratta di un piccolo conflitto di interesse, ma questo non c'entra. Si parla di Internet come luogo della massima democratizzazione. È vero, però è anche luogo della giungla.
Renato Farina alias Betulla - tratto dall'audizione del sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, con delega per l'editoria, Paolo Bonaiuti, su questioni inerenti il settore dell'editoria.

Renato Farina, ex giornalista che ha confermato di fare parte del Sismi (nome in codice Betulla) ed impelagato nel caso Abu Omar, dovrebbe spiegare cosa intende per conflitto di interessi.
Bisognerebbe chiedere anche al Sismi come sceglie i suoi agenti perché se hanno tutti lo stesso livello di preparazione di Betulla siamo messi male.

giovedì 10 luglio 2008

Impeachment per Bush forse si farà

bush wantedNancy Pelosi, attuale Presidente (Speaker) della Camera dei Rappresentanti USA, ha dichiarato che la commissione Giustizia della Camera potrebbe discutere la nuova mozione di impeachment per George Bush.(Adnkronos)
Ricordiamo che la mozione di impeachment, presentata dal deputato Dennis Kucinich, accusava Bush di aver mentito al Congresso ed all'opinione pubblica americana per ottenere nel 2002 l'autorizzazione ad attaccare l'Iraq.
La fervida immaginazione di qualcuno, o almeno speriamo sia tale, sollevava non poche preoccupazioni sull'eventualità che Bush o Cheney, nel caso vengano messi sotto impeachment, possano bombardare l'Iran, dichiarare la legge marziale e sospendere le elezioni del 2008.
Dopo aver sentito la questione della legge marziale pare che Berlusconi abbia chiesto a Letta:«Da noi si può fare? Eh eh si può?». (quest'ultima cosa non è vera, era solo una battuta ... non si sa mai)

Continuate a litigare sulle parole dette da un comico

BerlusconiGrillini, comunisti, dipietristi, ecologisti, continuate a litigare sulle parole dette da un comico, continuate a definire oltraggiose, satiriche, volgari, le frasi dette ieri sul palco di piazza Navona, continuate continuate.
Mentre voi vi scontrate su queste quisquilie il vostro parlamento sta approvando il lodo Alfano che renderà il vostro presidente del consiglio immune da ogni processo giudiziario a suo carico.
State cadendo nel più vecchio e subdolo trucchetto del "divide et impera" invece di protestare compatti contro il provvedimento antidemocratico per eccellenza.
Sveglia!

mercoledì 9 luglio 2008

Piazza Navona e lo sdoganatore di fascisti

La manifestazione di ieri in Piazza Navona a Roma è riuscita ha mettere in luce tutte le porcate di questo paese.
Le critiche mosse da più parti (PD, Fini, Berlusconi, l'Avvenire, etc.) hanno semplicemente rafforzato le parole di chi non riesce a stare zitto di fronte a questa situazione politica.
Lo "sdoganatore" di fascisti, Gianfranco Fini, ha detto: quei politici che ieri hanno offerto il palco a chi ha pronunciato "espressioni oscene nei confronti del Papa" e "insulti al Capo dello Stato" dovrebbero riflettere, anche perché "chi organizza le manifestazioni deve essere cosciente che chi semina vento raccoglie tempesta"[adnkronos]
Soliti riferimenti agli intoccabili (Papa,Presidente,patria, etc) senza considerare la denuncia della corruzione che ormai risiede stabilmente nei palazzi.
Che la tempesta venga e distrugga tutto.

aggiornamento 19:01 9/7/2008
Walter Veltroni dice a Matrix che “dopo ieri molte cose cambiano, perché ciascuno risponde di quello che fa. La nostra era solo un’alleanza elettorale e poi per fare un gruppo parlamentare unico. La vita è così: bisogna essere in due”. E ancora: “Lo dico nettamente, una sinistra riformista e un’opposizione alternativa di governo non va in una piazza dove si ascoltano le follie di ieri, come gli attacchi al Papa e al Quirinale”.[repubblica.it]
Le follie di ieri? Siamo proprio messi male.

martedì 8 luglio 2008

Fuoriuscita di uranio in un sito nucleare francese

uranio30 mila litri di una soluzione contenete uranio sono fuoriusciti dal sito nucleare francese di Tricastin (Vaucluse) e una parte si è riversata nei fiumi adiacenti.
Nel frattempo il vostro Silviuccio dal G8 ci ha comunicato che: "Si è parlato della necessità di dare il via alla progettazione e alla costruzione di oltre mille centrali nucleari nel mondo" "L'Italia - spiega il premier - si aggiungerà alle iniziative per ora assunte da Francia e Gran Bretagna perché non c'è altra soluzione possibile per quanto riguarda il futuro".
Auguri!

aggiornamento - 11 luglio 2008
MARSIGLIA - Verrà sospesa l'attività in una parte del sito nucleare francese di Tricastin (Vaucluse) dopo il riversamento accidentale di acque contenenti uranio nei fiumi circostanti avvenuto nei giorni scorsi.
E' stata l'Autorità per la sicurezza nucleare francese a chiedere in mattinata a Socatri, società satellite del colosso energetico Areva, di sospendere l'attività del suo sito di trattamento nella centrale nucleare di Tricastin, nel sud della Francia, e di prendere "misure immediate di messa in sicurezza", dopo la perdita di acqua contenente uranio.[Repubblica]

8 luglio, Roma, Camilleri: aderisco perchè sono indignato

8 luglio, Roma, in piazza contro le leggi-canaglia. Passaparola!

lunedì 7 luglio 2008

Bin Laden e il Newcastle

PHOENIXDal Corriere:
La famiglia Bin Laden vuole comprare il Newcastle: tifosi in rivolta «È semplicemente disgustoso, un gioco di cattivo gusto - spiega Frank Gilmour, dell'Independent Newcastle United Supporters' Association - ora dipende tutto dal presidente. È veramente disposto a vendere il club alla famiglia di un terrorista?»

Sarebbe stato meglio leggere:

La famiglia Bush vuole comprare il Newcastle: tifosi in rivolta
«È semplicemente disgustoso, un gioco di cattivo gusto - spiega Frank Gilmour, dell'Independent Newcastle United Supporters' Association - ora dipende tutto dal presidente. È veramente disposto a vendere il club ai Bush amici di una famiglia di un terrorista?»


Ci hanno fatto pure un film su quest'argomento ma evidentemente non basta, il regista Michael Moore ha dichiarato che:"Bush sr. ha mantenuto i legami con i Bin Laden fino a due mesi dopo l'11 settembre". Naturalmente il Corriere non menzione questa “piccola” questione.
Tanto per ricordarlo per l'ennesima volta: Bin Laden non è indagato dall'FBI per i fatti inerenti all'11 settembre.
Intanto continuano a cercarlo su Marte.

domenica 6 luglio 2008

La rana crocefissa

L'Italia è un paese strano, ci si scandalizza per l'immagine di una rana crocefissa

mondo

e non si parla di immagini più importanti

rana

sabato 5 luglio 2008

La pistola fumante iraniana

IranLa vecchia abitudine del governo Bush di cercare pistole fumanti in Medio Oriente non ha mai fine.
Ora tocca all'Ammiraglio della Sesta flotta Usa che ritiene probabile un attacco dell'Iran a Israele.
Sono state innumerevoli le denunce di un imminente pericolo iraniano da parte di Israele e anche il Vice Presidente Cheney e il Segretario di Stato Rice, nonostante le smentite dei servizi segreti USA, hanno continuato a segnalare la potenziale minaccia nucleare di Tehran.
Come non ricordare le mai trovate armi di distruzione di massa irachene o il fantomatico terrorista nascosto in Afghanistan (o forse in Pakistan o sul K2 o ...) e le conseguenti guerre che hanno ucciso migliaia di persone innocenti.
La storia si ripete e i morti si dimenticano.

venerdì 4 luglio 2008

giovedì 3 luglio 2008

Ratzinger superstar

Joseph Alois Ratzinger (alias Benedetto XVI, alias Benny 4x4) leggerà la Bibbia in tv.
Viste le sue scarse apparizioni sul piccolo schermo la rai ha pensato bene di dargli un programma personale.
I cacciatori di notizie si stanno scannando per conoscere il nome della soubrette, c'è chi ha fatto il nome di Paola Binetti ma secondo altri Vespa sta già pensando di partire per Casablanca.
Una puntata speciale sarà dedicata ai miracoli di Gesù con tanto di contenuti animati per i bambini:

Betancourt liberata, la Colombia no

Alvaro UribeL'Europa è felicissima per la liberazione della Betancourt e si congratula con il presidente colombiano Uribe per il successo dell'operazione. Le odiose FARC sono state battute da una brillante operazione militare voluta dal presidente Álvaro Uribe.
Vale la pena ricordare che secondo la Corte Suprema colombiana l'elezione del presidente Uribe, nel 2006, è stata viziata dalla corruzione nella forma e nella sostanza e che potrebbe perfino essere annullata.
La Colombia è un paese da raccontare "in parte", meglio non parlare dei contadini fatti a pezzi con la motosega dai paramilitari, di persone gasate, di sei milioni di ettari di terra fertile strappati ai piccoli produttori durante il governo Uribe per poi essere girati alle multinazionali.
Siamo tutti contenti che la Betancourt sia stata liberata, speriamo che a breve venga liberata l'intera Colombia.
[si consiglia un'attenta lettura della fonte:gennarocarotenuto.it]

mercoledì 2 luglio 2008

Il buio di Walter

Veltroni"Mentre c'è una crisi nel Paese in comparti decisivi come quello dell'auto, il dibattito politico ruota attorno a tutt'altre questioni, sempre concentrate sui problemi di un Presidente del Consiglio che, invece, dovrebbe occuparsi lui e il governo delle questioni del Paese più che delle questioni che lo riguardano direttamente". (Walter Veltroni su Sky Tg24)
A Uòlter bisognerebbe ricordare che si parla di una legge sul conflitto di interessi da parecchi anni e che nessun governo di sinistra (?) si è mai preoccupato di farla votare in parlamento.
Gli si potrebbe anche rammentare che il governo di centrosinistra, per voce di fassino (dove diamine è finito? Forse sta abbassando le luci per passare dall'ombra al buio) , aveva promesso una legge sul conflitto di interessi dopo aver tolto il paese dalla palude in cui fu gettato dal governo del nano. Invece niente da fare, il paese è infognato e il nano è ancora li.
Il finto buonismo-perbenismo di Uòlter ci sta rovinando, dopo aver affossato l'ultimo brandello di pseudo sinistra ci vuole portare ad accettare l'immunità delle alte cariche che sa di ventennio tanto caro ai nostri nuovi governanti.
So' tempi bui, altro che ombre.

martedì 1 luglio 2008

Seconda sentenza contro Guantanamo

GuantanamoÈ arrivata la prima sentenza a favore dei detenuti di Guantanamo dopo la decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti di riconoscere il loro diritto costituzionale di ricorrere nei tribunali ordinari americani contro la loro detenzione.
Per la Corte d'Appello federale della Columbia le prove che hanno tenuto nel carcere di Guantanamo per sei anni Huzaifa Parhat sono «prive di sostanza e infondate».
Un altro "schiaffo" per l'amministrazione Bush che vede una sua decisione giudicata illegale da una Corte statunitense.
Resta il rammarico nel vedere la nostra Europa per niente indignata davanti alle nefandezze che gli USA continuano a perpetrare sia a Gantanamo che nel resto del mondo.

Bush potrebbe dichiarare la legge marziale

bush wantedGirano voci secondo cui John Olver, membro del Congresso, ha rivelato che il Congresso è terrorizzato dall'idea che Bush o Cheney, nel caso vengano messi sotto impeachment, possano bombardare l'Iran, dichiarare la legge marziale e sospendere le elezioni del 2008.
Se ciò fosse vero si paventa una situazione parecchio inquietante: il destino dell'umanità è in mano a poche persone che possono cambiare la situazione geopolitica dell'intero pianeta.
Per la prima volta spero sia vero che il governo USA venga comandato dai grandi poteri economici, almeno a decidere non saranno solo in due.