domenica 30 novembre 2008

L'Europa NON è cristiana

cristianiMagdi Cristiano Allam, giornalista e scrittore egiziano naturalizzato italiano, fonda un nuovo partito: "Protagonisti per l'Europa Cristiana". Ecco le sue dichiarazioni sul Corriere:« [...] L'Europa "è" cristiana! [...] le radici giudaico-cristiane sono il binario principale e oggi rappresentano una necessità: è la loro dimenticanza che ci ha portati al relativismo etico e religioso, alla deriva. L'Europa rischia il suicidio».
Dando per scontato che l'Europa NON è cristiana ma LAICA, si può anche ritenere che "le radici giudaico-cristiane" NON "sono il binario principale" perché non si può escludere il contributo delle idee socialiste e LAICHE che hanno avuto un ruolo fondamentale per la cultura del popolo europeo.

sabato 29 novembre 2008

La guerra ha bisogno di pubblicità

Dal post"Vedi Pakistan leggi Afghanistan" :
"Perciò non stupitevi se, d'ora in avanti, sentirete parlare spesso di Al Qaeda Pakistan, terroristi Pakistan, 11 settembre Pakistan, attacco Pakistan, perché la guerra ha bisogno di pubblicità."

Ecco i titoloni di oggi:

repubblica.it
"Volevamo un 11/9 indiano"

corriere.it
Terrorista arrestato: "Sono pakistano"

ilmessaggero.it
Il terrorista catturato: sono pakistano

ilgiornale.it
L'11 settembre indiano

lastampa.it
Un terrorista: addestrati in Pakistan

rainews24.rai.it
Un terrorista arrestato è pakistano

Sarà un caso?

Scajola all'ONU, che cu'!

Atr42Onu, Scajola a Doha:"La lotta al terrorismo si vince anche con la lotta alla povertà. Non vi può essere pace stabile e duratura senza maggiore equilibrio nella distribuzione della ricchezza tra i popoli"
Ma la notizia qual'è?:
1) La lotta al terrorismo si vince anche con la lotta alla povertà.
2) Scajola ha finalmente detto una cosa intelligente.
3) Scajola ha detto una cosa scontata.
4) Scajola è a Doha e quindi non può prendere il volo Albenga-Roma.
5) Scajola smette per un attimo di pubblicizzare il nucleare.
6) Scajola ci rappresenta all'ONU, che culo!

venerdì 28 novembre 2008

Vedi Pakistan leggi Afghanistan

IndiaPer i servizi segreti Indiani, gli attacchi terroristici di Mumbai sono opera del Lashkar-e-Toiba, l'ormai famoso gruppo jihadista pachistano legato ad Al Qaeda e ai servizi di Islamabad.
Comunque i dubbi rimangono perché: il Lashkar-e-Toiba ha smentito ogni coinvolgimento, i Mujaheddin Indiani - che hanno annunciato e poi rivendicato l'attacco a Mumbai - non vengono tenuti in considerazione, l'attacco non era kamikaze e, nonostante la caccia all'angloamericano, su oltre cento vittime solo una è britannica.
I media occidentali stanno al gioco, rievocano parole già sentite sette anni fa: Al Qaeda, terroristi, 11 settembre (indiano), attacco, etc. Però è cambiata una parola, anzi, il nome del paese che ospita i terroristi, non si parla più dell'Afghanistan ma del Pakistan.
Avevamo già scritto dei bombardamenti USA in territorio pachistano e dei recenti attriti tra Islamabad e Washington che hanno portato il presidente Asif Ali Zirdari a stringere accordi con la Cina per staccarsi dagli aiuti occidentali. Gli attacchi non si sono fermati e se gli Stati Uniti vogliono aumentare il volume di fuoco hanno bisogno dell'appoggio dell'opinione pubblica internazionale.
Perciò non stupitevi se, d'ora in avanti, sentirete parlare spesso di Al Qaeda Pakistan, terroristi Pakistan, 11 settembre Pakistan, attacco Pakistan, perché la guerra ha bisogno di pubblicità.

Pandora tv a Cagliari

Solo per ricordarvi che oggi, venerdì 28 novembre, ci sarà la presentazione di Pandora tv a Cagliari alle ore 18:30 presso la sala diamante ex vetreria di Pirri in via Italia 67.
Noi ci saremo, se passate ci facciamo due chiacchiere.

giovedì 27 novembre 2008

La sparata di Frattini: è sicuramente Al Qaeda

PHOENIXIl ministro degli Esteri Franco Frattini: «Quaranta italiani - ha detto - sono rifugiati nel consolato italiano di Mumbai, mentre altri sette si trovano ancora nell’albergo non del tutto liberato». «Siamo di fronte - ha aggiunto il titolare della Farnesina - a un strategia meticolosa che non può che appartenere ad Al Qaeda»[Corriere.it]
"non può che appartenere ad Al Qaeda"? E le prove? ma andiamo con ordine:
Per Frattini è sicuramente stata Al Qaeda; per i servizi Indiani è opera del gruppo terrorista Lashkar-e-Toiba (Esercito dei Puri), il principale gruppo armato indipendentista kashmiro sostenuto dai servizi segreti pachistani e legati ad Al Qaeda (ma non è Al Qaeda); per Chrtistine Fair, nota studiosa di terrorismo sud-asiatico, e Bruce Hoffman, esperto di terrorismo della Georgetown University, gli attacchi in questione non hanno niente a che vedere con Al Qaeda perché il modus operandi è completamente diverso, è più probabile che si tratti dei Mujaheddin Indiani che avevano già minacciato un "mortale attacco" a Mumbai.
Per concludere in bellezza, c'è pure un braccialetto sacro, segno di riconoscimento degli estremisti indù (quindi non musulmani), indossato da alcuni terroristi durante l'assalto.
Comunque per Frattini è sicuramente Al Qaeda.

Oscuramento preventivo su wikipedia

Filippo Facci

Vai a: Navigazione, cerca
Questa pagina è protetta
Attenzione: questa pagina è stata oscurata e bloccata a scopo cautelativo a seguito di minaccia di azioni legali contro i redattori della voce e/o Wikimedia. Verrà eventualmente ripristinata alla fine della vicenda che la riguarda.
Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Filippo_Facci"


Dovevano esserci scritte cose indicibili, ma non è una gran perdita.

mercoledì 26 novembre 2008

Il messaggio sessuale di Vladimir Luxuria

Si sa «quanto facciano male i kebab», appello al «boicottaggio permanente di tutti i negozi gestiti da immigrati», «noi non volevamo dirvi di non andare a mangiare il kebab; diciamo solo che se ci tenete alla vostra salute fareste meglio a non farlo». «Cambiamo discorso, mantenendoci sempre, però, sulla culinaria…» Luxuria «ma è ancora in parte uomo oppure è oramai totalmente donna?».«Il messaggio che passa da questi show» «è che per emergere bisogna essere così, e che quindi la persona perbene che lavora da mattino a sera, e che magari ha l’ambizione di crearsi una famiglia, non vale nulla».«In orari in cui anche i bambini sono davanti alla televisione», col rischio che che «il messaggio sessuale di Vladimir Luxuria faccia breccia nei giovani, che sono portati alla trasgressione. Perché anche noi abbiamo trasgredito, ma in maniera sana, con le ragazze»
Discorsi tratti da Radio Padania [l'Unità]
Questa Lega è proprio una vergogna.

Serra contro il popolo dei blog

Un Michela Serra particolarmente irritato, si sfoga contro "il popolo dei blog" che ha dato della "scansa fatiche" alla deputata Mongherini. L'onorevole si è assentata dalla camera per colpa di una gravidanza a rischio che si è conclusa, purtroppo, con la perdita del bambino:
Serra scrive:
"La deputata Mongherini è assenteista? Se la spassa a spese dei cittadini? Approfitta dei privilegi dei politici? No. La deputata Mongherini ha una gravidanza a rischio. Cerca di salvare il suo bambino. E nel frattempo come se la croce non bastasse è costretta a fronteggiare il popolo dei blog che la incalza, la accusa, le chiede conto delle sue troppe assenze, la sbatte nel novero dei furbetti della casta, la invita sbrigativamente a “non frignare”"[ via mantellini]
Che diamine intende Serra per "il popolo dei blog"? Non si può far rientrare migliaia di persone diverse in una categoria così "impalpabile". Chiunque può postare o commentare in un blog: dal comunista al fascista, dal professore universitario al ragazzino delle scuole medie, dall'imprenditore all'operaio, etc etc.
Chi scrive nei blog è una persona, con tutti i sui difetti, ma è sempre una persona. Tanto vale che Serra se la prenda con "il popolo" ... e basta.

martedì 25 novembre 2008

Nuova prova al processo di Federico Aldrovandi

Nuova prova al processo per la morte di Federico Aldrovandi. Si tratta di un documento che riporta l'analisi sul cuore della vittima, per l'accusa dimostrerebbe che Federico ha "subito uno schiacciamento del torace", cosa che ne ha "impedito la respirazione", portando il suo ritmo cardiaco da "80-100 a 10-20", con conseguente perdita di coscienza e la morte.
Dal blog dei genitori di Federico si legge:
Riteniamo che sia un documento fondamentale, così come la prossima acquisizione di tutte le foto della perizia autoptica iniziale che, come invece si sarebbe dovuto, non furono depositate integralmente e messi a disposizione del Pubblico Ministero e quindi del Giudice.
Video: verità per Federico

Aggiornamento (6 lug 2009)
Condannati per l'omicidio di Federico

Incongruenze di un paese malato

Luxuria vince l'Isola dei famosi

Luxuria

Mentre la Cgil conferma lo sciopero

Epifani

lunedì 24 novembre 2008

Crimini di guerra del fascismo

Fascist Legacy ("L'eredità del fascismo") è un documentario della BBC sui crimini di guerra commessi dagli italiani durante la Seconda Guerra Mondiale. La RAI acquistò una copia del programma, che però non fu mai mostrato al pubblico. La7 ne ha trasmesso ampi stralci nel 2004:

Video:Fascist Legacy su la7


via micromega

Presentazione di Pandora a Cagliari

Presentazione di Pandora tv a Cagliari
venerdì 28 novembre ore 18:30
presso la sala diamante ex vetreria di Pirri - via Italia 67

domenica 23 novembre 2008

L'egoismo del Papa

cattiva religione(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 23 NOV - "Se ciascuno pensa solo ai propri interessi, il mondo non può che andare in rovina". Lo rimarca Benedetto XVI.

Verissimo, non si può continuare con questo egoismo dilagante, però sarebbe auspicabile che chi predica bene poi non razzoli male. Accantonando la critica sul deprecabile utilizzo dell'8x1000 da parte del Vaticano, si può evidenziare che anche i suoi "servitori" hanno dei privilegi che non salvaguardano di certo l'interesse della comunità:

(…) Tra il 2004 e il 2007 sono stati assunti oltre 15 mila tra maestri e professori di religione. Adesso superano i 25 mila, e cifra più cifra meno costano costano 800 milioni all’anno. (…) mentre da tutte le parti ci si affanna per razionalizzare, accorpare risparmiare, l’insegnante di religione è attribuito rigidamente per classe. Questo vuol dire che c’è sempre, anche se solo uno studente di quella classe opta per l’insegnamento della religione. (..) se ci sono due classi con dieci studenti ciascuna che scelgono la religione, queste non si possono accorpare per quell’ora. Un meccanismo che moltiplica le ore e le cattedre. (…) Vale la rassicurazione del ministro Gelmini: “gli insegnanti di religione non si toccano”. (…) l’insegnante di religione immesso in ruolo non perde il posto, ma può far valere i suoi titoli per insegnare altre materie:scavalcando altri precari con meno santi in paradiso. (da dio non si taglia, di Renata Carlini, L’espresso, 27 – 11 – 2008, p. 89)[fisicamente.net]

Santità, si guardi in casa prima di proferire insegnamenti a noi umili peccatori.

sabato 22 novembre 2008

Alluvione in Sardegna, spiccioli dal governo

"miei cari concittadini sardi" diceva Silvio, "concittadino un par di palle" dovrebbero rispondere i sardi. L'ultimo regalino del governo è stata un'elemosina di 7 milioni di euro per i danni provocati dalla recente alluvione nel sud dell'isola, un'inezia se si considera che solo il comune di Capoterra ha stimato danni per 118 milioni di euro. Inizialmente è stato proposto un finanziamento di 20 milioni di euro che poi è stato bocciato dal governo e successivamente ridotto a 7. La regione Sardegna ha stanziato 38,5 milioni di euro e si spera in più fondi nella prossima Finanziaria di Tremonti (chi visse sperando ...).
Al "concittadino" Silvio sembra non fregargliene niente delle 600 famiglie che nella sola Capoterra hanno subito danni a beni indispensabili per la vita quotidiana, preferisce salvare, con 150 milioni, il Comune di Catania portato alla bancarotta dal suo medico Scapagnini.
Figli e figliastri, come si diceva una volta.

Video:Alluvione Cagliari Monserrato 22/10/2008

venerdì 21 novembre 2008

La fame di Gaza

A causa dei blocchi imposti da Israele, a Gaza si sta violando il diritto internazionale, la gente non ha più cibo, medicinali e carburante.
L'alto commissario della Nazioni Unite per i Diritti Umani, la diplomatica nigeriana Navi Pillay, denuncia: "A causa del blocco un milione e mezzo di palestinesi tra uomini, donne e bambini sono stati forzatamente deprivati dei loro più fondamentali diritti umani per mesi. E' una diretta violazione del diritto internazionale umanitario, e deve cessare subito".
La popolazione è stata costretta a costruire un tunnel che collega Gaza direttamente con l'Egitto, così possono arrivare cibo e medicinali. La situazione è drammatica:

Video: un tunnel per aggirare il blocco israeliano
Gaza

giovedì 20 novembre 2008

Barbareschi Mussolini e Franco

C'è Barbareschi ad Anno Zero, chissà se, anche questa volta, ci delizierà con le sue adulazioni fasciste. Il noto attore si era esibito in una delle sue migliori performance intellettuali nel programma Tetris di la7 con le seguenti frasi:
“in questo paese Mussolini ha fatto delle cose molto utili”
“la Spagna è avanti a noi perché ha avuto la fortuna di avere Franco”
Bravo eh?

Video:Adinolfi vs Barbareschi

Mercurio nel latte materno

La malattia di Minamata, è una sindrome neurologica causata da intossicazione acuta da mercurio. I sintomi includono atassia, parestesie alle mani e ai piedi, generale debolezza dei muscoli, indebolimento del campo visivo, danni all'udito e difficoltà nell'articolare le parole. In casi estremi porta a disordine mentale, paralisi, coma e morte nel giro di alcune settimane dai primi sintomi. Una forma congenita della malattia può essere trasmessa al feto durante la gravidanza.[wikipedia]
Questa prefazione era essenziale per riuscire a percepire la gravità dell'allarme lanciato dal sindaco di Gela Rosario Crocetta:
«A Gela mercurio nel latte materno».
Nei pressi della cittadina siciliana sorge il petrolchimico dell'Eni che, stando agli studi del Cnr, del ministero della Salute e dell'Università "La Sapienza" di Roma, inquina tutto il territorio circostante.
Visto che i petrolchimici non esistono solo a Gela, speriamo che anche gli altri sindaci si sveglino.

mercoledì 19 novembre 2008

Israele arresta blogger italiano - Aggiornamento

Aggiornamento 25/11/2008:
Vittorio Arrigoni è tornato a casa... continua>>

Aggiornamento 21/11/2008:

Comunicato Stampa dal carcere israeliano di Ramlè di Vittorio Arrigoni sui maltrattamenti ricevuti oggi... continua>>

Aggiornamento 19/11/2008:
Intervista a Vittorio Arrigoni rinchiuso nel carcere di Ramle: www.infopal.it
via logicokaos.blogspot.com

Aggiornamento 19/11/2008:
Il tg3 delle 14:15 ne parla pochissimo e non fa nemmeno i nomi:




Aggiornamento 19/11/2008:
Anche Adnkronos international riporta la notizia:
www.adnkronos.com/AKI/English/Security/
Three foreign peace activists, among them an Italian citizen are being held in Israel on Wednesday after they were arrested by Israeli forces as they were escorting a group of 15 Palestinian fishermen off the coast of Gaza. However, Italian citizen Vittorio Arrigoni, US citizen Darlene Wallach and British citizen Andrew Muncie remained in an Israeli detention centre at Ben-Gurion International Airport awaiting deportation.



Aggiornamento dal blog di Arrigoni :
Commento di marele [19/11/2008 10:35]
Vik, Andrew e Darlene sono stati trasferiti questa mattina
alla prigione Maasiyahu di Ramle. Pare che le condizioni di questo
carcere siano buone (per quanto possibile) e che loro tre si trovino in
un'area con altri attivisti internazionali e non con criminali israeliani.
Pare anche che abbiano deciso di opporsi pacificamente alla loro espulsione.
Un avvocato sta cercando di parlare con loro, ma per adesso non ci è ancora riuscito.
Si sta anche cercando di fargli avere
alcuni dei loro effetti personali (vestiti, ecc...)

I 15 pescatori palestinesi sono stati liberati questa notte e sono rientrati a Gaza. Le barche sono ancora sotto sequestro.

[18/11/08]
Israele arresta blogger italiano
Secondo le agenzie stampa palestinesi Vittorio Arrigoni, blogger italiano di 'Free Gaza', sarebbe stato arrestato dalla Marina militare Israelina martedì mattina insieme ad altri due pacifisti. Portavano medicinali a Gaza con l'imbarcazione SS Dignity.[unita.it]
Blog di Arrigoni: guerrillaradio.iobloggo.com

martedì 18 novembre 2008

Israele arresta blogger italiano

Secondo le agenzie stampa palestinesi Vittorio Arrigoni, blogger italiano di 'Free Gaza', sarebbe stato arrestato dalla Marina militare Israelina martedì mattina insieme ad altri due pacifisti. Portavano medicinali a Gaza con l'imbarcazione SS Dignity.[unita.it]
Nell'ultimo post del blog di Arrigoni, guerrillaradio.iobloggo.com, si può vedere questo video:

Video:Free Gaza: TRAMONTI DI PIOMBO (cartoline mortali da Israele)

Salva i Blog: prima iniziativa

*** Facebook Group "Salva i Blog!" ***
Contro il DDL anti-Blog presente alla Camera (DdL C. 1269)

18 NOVEMBRE - PRIMA INIZIATIVA - Invio mail alle Commissioni Parlamentari I, II , V, VI

ECCO COME PARTECIPARE! IL TESTO E GLI INDIRIZZI EMAIL -> ammazzablog.wordpress.com

lunedì 17 novembre 2008

Grillo non ha capito

Grillo non ha capito che la rete ha bisogno di troppo tempo per rappresentare un’alternativa efficace ai media più popolari. Non abbiamo tutto questo tempo, bisogna utilizzare tutte le risorse possibili. La tv vine vista in prima serata da più di 20 milioni di persone, eliminarla a prescindere è una vera idiozia.

Video:[Qui Milano Libera] Incontro con Beppe Grillo




[via Piero Ricca]

Un sms per uccidere l'Africa

CellularePovera Africa, relegata a pattumiera del modo viene trascurata dai media e riportata come notizia di serie B. Le multinazionali fanno incetta delle loro risorse naturali senza che nessuno si scandalizzi.
Il pensiero comune ritiene che le guerre dei poveri del mondo siano generate da conflitti tribali e religiosi per il controllo del territorio senza analizzare a fondo le vere ragioni che portano i signori della guerra ad uccidere e costringere i bambini al fronte.
I giornali ci hanno timidamente informato sul conflitto in Congo, terra piena di povera gente che non sa neanche cosa vuol dire possedere un cellulare. Per noi è normale avere strumenti tecnologici che ci aiutano nella vita di tutti i giorni ma ignoriamo che uno dei principali materiali di cui sono fatti si trova in quelle aree che vengono bagnate dal sangue dei bambini soldato.
Il coltan, senza questo minerale i telefoni cellulari non potrebbero funzionare. Il suo prezzo è di poco superiore all'oro e l'ottanta percento dei giacimenti scoperti si trova proprio nel Congo.
Strana la vita, mentre mandiamo un sms per finanziare la costruzione di un ospedale in Gana, contribuiamo a distruggere un villaggio in Congo.

domenica 16 novembre 2008

Quel fannullone di Brunetta

Allora ricapitoliamo, quelli di sinistra sono:
coglioni, stupidi, mangia bambini e...:
«il Paese è con me, ma un pezzo del Paese no, e me ne sono fatto una ragione: il Paese delle rendite e dei poteri forti, e quello dei fannulloni, che spesso stanno a sinistra» «Di questo mi dispiaccio perché io sono di sinistra, sono un socialista che sta in Forza Italia».
Renato Brunetta - Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione
[corriere.it]
Forse il ministro si è preso come esempio unico viste le sue ripetute assenze al parlamento europeo.

sabato 15 novembre 2008

SMS sul G8


Un amico mi manda un sms:

Hai visto? A quanto pare a Genova qualche poliziotto è impazzito ed ha pestato a sangue 90 persone... bella giustizia di merda... nano bastardo.

Io gli rispondo che non è solo questione di nani. De Gennaro, capo della polizia nel 2001, è stato trattato benissimo anche dal governo Prodi quando l'ha nominato capo di gabinetto del Ministero dell'Interno.
Lui mi risponde:

Fanno tutti schifo, e xxxxxxx dava ragione a loro... abbiamo fatto una figura di merda davanti al mondo! I Talebani sono + democratici... ciao.

I Talebani non sono più democratici, ma lo schifo rimane.

venerdì 14 novembre 2008

Vita o non vita

Sul caso di Eluana Englaro è già stato detto tutto. Le disquisizioni tra politici e Chiesa paiono una questione puramente pubblicitaria, ma la non vita di una ragazza sta finalmente per giungere al termine.
Vita o non vita? Per la chiesa cattolica solo Dio ci può togliere ciò che ci ha dato e non perde occasione di ricordarcelo, perciò possiamo dare voce a chi non ha lo stesso potere mediatico:

Attacchi USA in Waziristan

Continuano gli attacchi USA in territorio pakistano. Questa volta è toccato al Waziristan, regione montagnosa del nord-ovest, dove i droni hanno bombardato una casa uccidendo 12 persone. Stando alle unità paramilitari pakistane, tra i dodici morti vi sono nove 'stranieri'. L'obbiettivo era il 'signore della guerra' Baitullah Mehsud.
Questo ennesimo attacco probabilmente farà aumentare i rapporti diplomatici tra Islamabad e Pechino, rafforzando la nascita di grandi alleanze contrapposte che non favoriranno la fine delle ostilità.
Speriamo in Obama, se vuole un vero cambiamento deve partire dall'Afghanistan e non dal Wyoming.

giovedì 13 novembre 2008

Questa lega è una vergogna

BabyPer il Carroccio, ogni problema di questo paese è dovuto alla presenza di extracomunitari. Vorrebbero che i loro figli frequentassero aule separate, che i loro malati non fossero curati, che non gli venisse data una casa e che le loro famiglie non si ricongiungessero.
Quando i discepoli di Bossi danno fiato alla bocca, sembra che tutti i crimini vangano commessi dai clandestini, raffigurati sempre come criminali e non come poveracci che scappano dalla fame.
L'ultima trovata è stata: "C'è crisi economica, si blocchi il flusso degli extracomunitari".
Non ci sono parole, tra un po si sentirà dire "Piove, li si butti a mare".

mercoledì 12 novembre 2008

Netstrike anti Gelmini

strike

Il 13 Novembre alle ore 14:00 partecipa al Netstrike contro uno dei siti che rappresenta coloro che vogliono sottrarci il nostro futuro distruggendo l'università pubblica e laica. Continua»»

martedì 11 novembre 2008

Chiesta archiviazione per Berlusconi

evelina mannaROMA (Reuters) - La procura di Roma ha chiesto oggi al gip di archiviare l'indagine sulla cosiddetta presunta compravendita di alcuni parlamentari che vede indagato il premier Silvio Berlusconi.

C'è un odore strano nell'aria e non è gradevole.
Tanto per dare un rinfrescatina alla memoria, nell'intercettazione si sentiva Berlusconi dire:

"... Senti, tu mi puoi fare ricevere due persone ...
...La Elena Russo; e poi la Evelina Manna. Non centro niente io, è una cosa ... diciamo ... di...
...io sto cercando ... di aver la maggioranza in Senato ...
eh .. questa Evelina Manna può essere .. perché mi è stata richiesta da qualcuno ... con cui sto trattando ..."
fonte:espresso.repubblica.it

L'odore si fa sempre più forte.

aggiornamento:

Niente corruzione per Berlusconi e Saccà

lunedì 10 novembre 2008

Facebook non contempla il razzismo

Su Facebook c'è un gruppo dal nome eloquente:

DIAMO UN LAVORO AGLI ZINGARI: COLLAUDATORI DI CAMERE A GAS

Segnalandolo agli amministratori, si può notare che tra le motivazioni obbligatorie manca il razzismo.
Complimenti.

Facebook

Il palazzo limita i blog

Il palazzo ci riprova, dopo il ddl Prodi del 2007, che prevedeva l'obbligo di registrazione per tutti i blog, torna la voglia di tenere al guinzaglio la blogosfera italiana con un nuovo progetto di legge che recita:

Art. 2.
1. Ai fini della presente legge, per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione o di intrattenimento e destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso.

Art. 8.
1. L'iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione dei soggetti che svolgono attività editoriale sulla rete internet rileva anche ai fini dell'applicazione delle norme sulla responsabilità connessa ai reati a mezzo stampa.
3. Sono esclusi dall'obbligo dell'iscrizione nel Registro degli operatori di comunicazione i soggetti che accedono alla rete internet o che operano sulla stessa in forme o con prodotti, quali i siti personali o a uso collettivo, che non costituiscono il frutto di un'organizzazione imprenditoriale del lavoro.


Luca Spinelli
sostiene che chiunque abbia un banner pubblicitario potrebbe rientrare nel comma 3 perché fa attività di impresa e moltissimi blog sarebbero costretti a registrarsi al ROC.
Morale: se disturbi qualcuno ed hai un piccolo banner nel blog, questo ti denuncia e il tribunale può chiudere preventivamente l'accesso ai tuoi post fino alla fine del processo!
E in Italia i processi tendono ad essere lunghetti.

PS:Qualcuno potrebbe dire:"allora se vuoi un banner iscriviti al ROC", ma non è così semplice, il disegno di legge è un po "fumoso" e non si capisce se bisogna registrarsi oppure no.

sabato 8 novembre 2008

Il metodo Cossiga funziona

Francesco_CossigaCossiga: "Per il consenso serve la paura"[...] "Un'efficace politica dell'ordine pubblico deve basarsi su un vasto consenso popolare, e il consenso si forma sulla paura, non verso le forze di polizia, ma verso i manifestanti" [...] "l'ideale sarebbe che di queste manifestazioni fosse vittima un passante, meglio un vecchio, una donna o un bambino, rimanendo ferito da qualche colpo di arma da fuoco sparato dai dimostranti: basterebbe una ferita lieve, ma meglio sarebbe se fosse grave, ma senza pericolo per la vita". "La gente deve odiare i manifestanti". Una situazione che farebbe crescere fra la gente "la paura dei manifestanti e con la paura l'odio verso di essi e i loro mandanti o chi da qualche loft, o da qualche redazione, ad esempio quella de L'Unità, li sorregge".[repubblica.it via Wil]
L'ex presidente della repubblica continua a suggerire metodi deprecabili per ripristinare l'ordine negli atenei e nelle scuole italiane. Queste disposizioni fasciste possono anche far inorridire le persone con un minimo di sensibilità democratica, ma sono l'esatta trascrizione dei dubbi, o certezze, che molti partecipanti a manifestazioni di protesta hanno espresso tutte le volte in cui c'è scappato il morto.
Non possiamo sapere se Cossiga vomiti queste parole di merda solo per mania di protagonismo o per "infiammare" le folle, però ci troviamo a leggere una dichiarazione che in qualche modo funge da avvertimento: occhio agli infiltrati.
Nell'attesa che giunga l'ambulanza con la sua camicia, si può proporre un ragionamento sulla parte più importante del suo discorso:"Per il consenso serve la paura". È quasi un postulato, le persone impaurite tendono ad aggrapparsi alle sottane dei loro governi e a dargli piena fiducia. È quello che è avvenuto dopo l'attacco alle torri gemelle: tv e giornali ripetevano in continuazione le parole terrorismo, vittime, attacco, etc, incutendo paura e insicurezza. Da allora siamo sottoposti a controlli che vanno ben oltre la privacy senza la benché minima protesta.
Purtroppo il "metodo Cossiga" funziona.

venerdì 7 novembre 2008

Silvio Berlusconi's top ten gaffes

Anche il Telegraph ci ricorda quanto sia "arguto" il nostro presidente del consiglio:
Silvio Berlusconi's top ten gaffes
Silvio Berlusconi, is well known for his gaffes, sexist remarks and inappropriate quips.

E ne elenca le più grandi fesserie:

• Mussolini non aveva ucciso nessuno
On Mussolini: "Mussolini never killed anyone. Mussolini used to send people on vacation in internal exile."

• Investire in Italia perché le segretarie sono bone
On business: "Another reason to invest in Italy is that we have beautiful secretaries – superb girls."

• La proposta nel ruolo di Kapo
To a German MEP: "In Italy there is a man producing a film on Nazi concentration camps – I shall put you forward for the role of Kapo (a guard chosen from among the prisoners)."

• Gli elettori della sinistra non votano per i loro interessi
On left-wing voters: "I trust the intelligence of the Italian people too much to think that there are so many pricks around who would vote against their own best interests."

• La nostra è una civiltà superiore
In the wake of the 9/11 attacks: "We must be aware of the superiority of our civilisation, a system that has guaranteed wellbeing, respect for human rights and – in contrast with Islamic countries – respect for religious and political rights."

• I finlandesi non sanno neanche cosa sia il prosciutto
On plans to base an EU food standards agency in Finland instead of Parma: "Parma is synonymous with good cuisine. The Finns don't even know what prosciutto is."

• Quanto si sacrifica per noi
On his career: "I don't need to go into office for the power. I have houses all over the world, stupendous boats, beautiful aeroplanes, a beautiful wife, a beautiful family. I am making a sacrifice."

• Le famose corna
During a group photo of EU leaders in 2002 he made the horned gesture behind a Spanish minister.

• I coglioni che non lo votano
Before the 2006 election, which he lost, he said any Italian who didn't vote for him would be a "dickhead".

• La corte alla Carfagna
On his equal opportunities minister and former model Mara Carfagna: "I'd go anywhere with you, even to a desert island. If I weren't already married, I would marry you straight away."

Che bella figura, grazie Silvio.

giovedì 6 novembre 2008

Addio Bush

BushTutti a parlare e scrivere di Obama e McCain, pochi spendono parole d'addio per Bush e il suo mandato. I pochi che ne scrivono, anche quelli di destra, lo criticano con le solite frasi di circostanza tipo: ha grosse responsabilità sulla crisi economica, il paese è in ginocchio per colpa sua, etc.
Noi vogliamo ricordarlo così: con la mozione di impeachment, presentata dal deputato Dennis Kucinich, che lo accusava di aver mentito al Congresso ed all'opinione pubblica americana per ottenere nel 2002 l'autorizzazione ad attaccare l'Iraq; con i legami della sua famiglia con i Bin Laden fino a due mesi dopo l'11 settembre; con i quattrocento milioni di dollari ottenuti dalla fine del 2007 per estendere le operazioni clandestine coordinate dalla Cia e dalle forze speciali del Pentagono per "destabilizzare la leadership religiosa" di Teheran; con la sua incredulità quando si è scoperto che l'Iraq possedeva le riserve petrolifere più grandi al mondo; con il suo amico Karzai, il presidente dell'Afghanistan, ex impiegato della compagnia petrolifera degli Stati Uniti Unocal, compagnia che ha fatto un'offerta per costruire un oleodotto dall'Uzbekistan ai porti marittimi nel Pakistan attraverso l'Afghanistan; con i sui morti, tanti morti.
Non ci mancherai George Walker.

mercoledì 5 novembre 2008

Un anno di blog

Il blog ha compiuto un anno il 26 Ottobre scorso.
Bambini USA ... e getta
Auguri!
Ps: Se qualcuno non l'avesse notato, c'è un nero alla casa bianca. Non ditelo a Maroni.
Pps: L'ADSL è tornata, 10 giorni senza non sono stati bellissimi. Grazie Tiscali.